0 4 minuti 1 settimana


Un totale di 93 ufficiali in tutto hanno lasciato l’India e si sono trasferiti in Australia con considerevoli proprietà terriere. Ecco perché alcuni ufficiali dell’esercito indiano britannico sono emigrati in Australia per diventare agricoltori.

Perché alcuni ufficiali dell'esercito indiano britannico sono emigrati in Australia per diventare agricoltori

Il Royal Warrant 1922 fu messo in vigore nell’aprile 1923 e un certo numero di ufficiali dell’esercito indiano scoprirono che le loro posizioni erano “in eccedenza rispetto al fabbisogno”.

Una delle alternative offerte a questi ufficiali era la possibilità di trasferirsi nello stato australiano di Victoria con un considerevole appezzamento di terreno agricolo, riferisce Scorrere.

Perché alcuni ufficiali dell'esercito indiano britannico sono emigrati in Australia per diventare agricoltori 2
Pubblicità per il regime delle fattorie australiane – Civil & Military Gazette (Lahore) 26 luglio 1922. Credito: British Newspaper Archive

In cambio del fatto che gli ufficiali ottengano un prestito dalla società per pagare le spese, che dovrebbero poi essere rimborsate su base mensile, Australian Farms Limited fornirebbe la terra, gli strumenti, il bestiame, ecc. Necessari agli ufficiali per stabilirsi in agricoltura.

L’accordo stabiliva inoltre che Australian Farms Limited avrebbe ottenuto le mance che questi funzionari avrebbero ricevuto dall’ufficio indiano dopo il loro congedo (come pensioni, rendite annuali, bonus, ecc.), detratto il loro pagamento mensile dalle mance ricevute e quindi inoltrato il rimanenti mance agli ufficiali.

Perché alcuni ufficiali dell'esercito indiano britannico sono emigrati in Australia per diventare agricoltori 3
Rapporto sul funzionamento del programma – Civil & Military Gazette (Lahore) 22 gennaio 1924. Credito: British Newspaper Archive

Tuttavia, i problemi si svilupparono nel giugno 1925 quando la liquidazione volontaria di Australian Farms Ltd. fu segnalata all’ufficio indiano. La società aveva infatti servito come agenti per queste persone, quindi non era chiaro come sarebbe stata consegnata loro la mancia degli ufficiali.

Perché alcuni ufficiali dell'esercito indiano britannico sono emigrati in Australia per diventare agricoltori 4
Lettera di denuncia della liquidazione di Australian Farms Ltd, giugno 1925 – IOR/L/AG/29/1/151, parte 6. (Pubblico dominio)

Sono state fatte domande al governo del Victoria per determinare quante delle 93 persone che avevano eseguito questi contratti stessero ancora effettivamente lavorando in queste fattorie, poiché alcune avevano venduto le loro proprietà e si erano acquistate fuori dal contratto, mentre altre avevano i loro contratti rescissi da essere richiamato nell’esercito.

Perché alcuni ufficiali dell'esercito indiano britannico sono emigrati in Australia per diventare agricoltori 5
Pagina da un elenco di ufficiali che hanno aderito al programma – IOR/L/AG/29/1/151, parte 6. (Pubblico dominio)

Nel giugno 1925, 80 persone dall’elenco originale di 93 decisero di rimanere in Australia e continuare con la terra e la fattoria. Poiché il governo statale ha scelto di assumersi la responsabilità della liquidazione della proprietà da parte dei suddetti funzionari, i loro contratti sono stati riassegnati al Tesoriere dello Stato di Victoria.

Perché alcuni ufficiali dell'esercito indiano britannico sono emigrati in Australia per diventare agricoltori 6
Articolo sulla difficile situazione degli uomini nel regime agricolo – Dundee ‘Evening Telegraph’ 28 dicembre 1926. Credito: British Newspaper Archive

Di conseguenza, sono stati stabiliti accordi per il pagamento futuro delle gratifiche tramite il governo del Victoria. Tuttavia, qualsiasi funzionario il cui obbligo nei confronti di Australian Farms Ltd fosse risultato non pagato al momento della liquidazione era costretto a utilizzare la propria gratuità per saldare prima quel debito.

Sebbene un piccolo numero delle 80 persone in seguito abbia deciso di vendere la propria proprietà e tornare in Inghilterra, la stragrande maggioranza è rimasta in Australia.

GreatGameIndia è attivamente preso di mira da potenti forze che non desiderano che sopravviviamo. Il tuo contributo, per quanto piccolo, ci aiuta a restare a galla. Accettiamo il pagamento volontario per i contenuti disponibili gratuitamente su questo sito Web tramite UPI, PayPal e Bitcoin.

Sostieni GreatGameIndia



Source link

Lascia un commento

Leggi anche