0 2 minuti 2 mesi


Ocse, in Italia età pensionabile futura a 71 anni: record per la spesa

(ansa)

I dati dell’organizzazione parigina: solo in Danimarca si lascerà il lavoro più tardi. Ma l’età effettiva di pensionamento è più bassa della media

MILANO –  Chi entra nel mercato del lavoro ora in Italia sa che non ci uscirà prima di 71 anni. Sono i dati che emergono dal rapporto “Uno sguardo sulle pensioni” realizzato dall’Ocse, che colloca il nostro paese ai vertici per età pensionabile futura. Davanti a noi, la Danimarca (74 anni), l’Estonia (71 anni) e i  Paesi Bassi (71 anni), a fronte di una media Ocse di 66 anni per la generazione che accede adesso al mercato del lavoro. 

Allo stesso tempo però, per chi è in uscita ora la situazione è più rassicurante. Tutte le diverse opzioni disponibili per andare in pensione prima dell’età  pensionabile prevista dalla legge abbassano l’età media di uscita dal mercato del lavoro, pari mediamente a 61,8 anni contro i 63,1 anni della  media Ocse.  “La concessione di benefici relativamente alti a pensionati  giovani fa sì che la spesa pensionistica pubblica dell’Italia si collochi al  secondo posto tra le più alte dei Paesi dell’Ocse, pari al 15,4% del Pil nel  2019.

Scopri tutto di te con il test del DNA più completo

Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche