0 5 minuti 4 settimane


Non trattenere il respiro. L’abbiamo già visto. John Durham ha emesso oggi 30 citazioni in giudizio nel processo Igor Danchenko.

Un buon pubblico ministero avrebbe potuto varcare la soglia e fare arresti il ​​primo giorno sulla base di ciò che era nell’ambito pubblico correlato al tentato colpo di stato del presidente Trump etichettato come indagine Mueller. Ma eccoci a distanza di anni e niente.

Il Esaminatore di Washington segnalato oggi:

L’avvocato speciale John Durham ha chiesto a un tribunale federale di emettere 30 citazioni in giudizio per la testimonianza nel processo contro Igor Danchenko, ex spia britannica Christopher Steeleè la presunta fonte principale del suo screditato dossier.

TENDENZA: EMAIL PERDITA Inviata a The Gateway Pundit da The Unselect Committee all’imputato del 6 gennaio!! Prova che il Comitato e il Dipartimento di Giustizia stanno ESORTANDO Testimonianze dai loro Testimoni! LIZ CHENEY È SENZA VERGOGNA!!

Danchenko lo era addebitato con cinque capi di imputazione per false dichiarazioni a l’FBI, che Durham afferma di aver fornito in merito alle informazioni fornite a Steele per il dossier. Il suo processo è previsto per ottobre. Il cane da guardia del Dipartimento di Giustizia ha affermato che le interviste dell’FBI con Danchenko “hanno sollevato interrogativi significativi sull’affidabilità dei rapporti sulle elezioni di Steele” e concluso Danchenko “contraddiceva le accuse di una ‘cospirazione ben sviluppata’ nel dossier di Steele. Lui ha supplicato non colpevole.

La breve dichiarazione in tribunale di Durham mercoledì ha chiesto al tribunale distrettuale degli Stati Uniti per il distretto orientale della Virginia di emettere “trenta citazioni in giudizio” per “comparire davanti a detto tribunale ad Alexandria, in Virginia”, a partire dall’11 ottobre “per testimoniare a nome degli Stati Uniti .” I potenziali testimoni non sono nominati, ma una copia del mandato di comparizione in bianco dice che “VI COMANDATI a comparire”.

Hillary Clinton, Barack Obama, Joe Biden e l’establishment corrotto dello stato profondo del governo volevano che il presidente Trump venisse rimosso dall’incarico. Pensavano che non avesse motivo di essere lì. Erano i proprietari del governo degli Stati Uniti, non i cittadini degli Stati Uniti. Quindi hanno messo a punto più schemi per intrappolare il presidente e rimuoverlo dall’incarico. Niente era più disgustoso della menzogna sulla collusione russa creata dalla banda di Hillary.

Hillary e Obama sono andati all’offesa con funzionari governativi corrotti come Andrew Weissmann, Jim Comey e Peter Strzok. Il loro piano era quello di attaccare il presidente usando i loro media, il sistema legale e lo stato profondo e impedirgli di indagare sui loro numerosi crimini. Obama non aveva alcun riguardo per gli Stati Uniti o le sue leggi e lo ha dimostrato durante la sua presidenza. L’amministrazione odierna è una continuazione delle politiche di Obama per distruggere l’America.

Gli americani hanno visto cosa stava succedendo al presidente Trump e si sono radunati intorno a lui. Sono stati gli americani a salvare Trump e la nostra massiccia base di sostenitori che non avrebbero comprato le BS dietro la farsa di Trump Russia.

Sfortunatamente, Durham è stata una vergognosa delusione. Esce solo quando il Deep State vuole che gli americani credano che esiste un dipartimento di giustizia. Sappiamo dall’esame Mueller, dai crimini di Hillary e Obama che sono stati ignorati, dall’omicidio di Epstein che è stato chiamato suicidio e dal furto delle elezioni del 2020, che oggi negli Stati Uniti non esiste un dipartimento di giustizia. Chiedi a qualsiasi prigioniero politico del 6 gennaio che si trova in isolamento nel gulag DC per aver camminato in Campidoglio e ti dimostreranno che la giustizia è morta negli Stati Uniti.

È probabile che questo giro di attività di Durham finirà come tutto il resto e la giustizia sarà di nuovo dannata.



Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

Let's go Brandon Anti Biden Trump T-shirt

VISITA ORA



Source link

Lascia un commento

Leggi anche