0 5 minuti 6 mesi


Immagine: New York City potrebbe presto consentire a più di 800.000 non cittadini di votare alle elezioni in tutta la città

(Natural News) I Democratici sono spietati nel loro tentativo di mantenere il potere a tutti i costi, anche se ciò distrugge l’integrità della nostra nazione e dei suoi principi fondanti, alla maggior parte dei quali comunque non credono.

Lo stato di New York e la città di New York sono esempi calzanti: lì, i democratici comandano una maggioranza assoluta e esercitano il loro potere in modi autoritari perché questa è la natura della loro politica, come dimostrano i blocchi pandemici economicamente soffocanti, i mandati di vaccino incostituzionali e ora, un nuovo ordine esecutivo del governatore Kathy Hochul che ha dichiarato lo “stato di emergenza” per la variante omicron COVID-19 anche se non c’è stato ancora alcun segno nello stato.

Ed ecco un altro modo in cui i Democratici esercitano il potere permanente: cambiando le regole del processo elettorale per assicurarsi la vittoria, come è pronta a fare la Grande Mela.

I marxisti di New York City si stanno preparando ad approvare una legge che consentirà a più di 800.000 persone che vivono in città ma che non sono cittadini di votare alle elezioni locali, come riportato da Conservative Brief e altri organi di stampa:

La legislazione “Our City, Our Vote” consentirebbe ai migranti titolari di carte verdi, a coloro che mantengono uno status di lavoro legale negli Stati Uniti e ai destinatari del DACA di ottenere moduli speciali di registrazione degli elettori per votare alle elezioni locali.

“La legislazione prevede la formazione di operatori di sondaggi e campagne di educazione della comunità per garantire che ogni elettore riceva il voto corretto”, ha aggiunto il New York Times.

Il consigliere comunale Ydanis Rodriguez ha detto al giornale che la legislazione è molto buona per i democratici perché possono far avanzare i loro punti di discussione politici affermando che “i diritti di voto vengono attaccati”.

“È importante per il Partito Democratico guardare a New York City e vedere che quando i diritti di voto vengono attaccati, stiamo espandendo la partecipazione degli elettori”, ha detto.

Conservative Brief ha inoltre osservato che i repubblicani in tutto il paese stanno lanciando battaglie legali contro la legislazione guidata dai democratici che garantisce il diritto di voto ai non cittadini, che sostanzialmente annullano i voti dei cittadini:

A ottobre, il Comitato nazionale repubblicano ha annunciato che avrebbe citato in giudizio Montpelier e Winooski, nel Vermont, per aver alterato i loro statuti cittadini per consentire il voto municipale dei non cittadini.

“I democratici stanno cercando di smantellare l’integrità delle nostre elezioni. Oltre ad attaccare salvaguardie ampiamente supportate come la carta d’identità degli elettori, i democratici vogliono anche che i cittadini stranieri votino alle elezioni americane”, ha affermato la presidente del Comitato nazionale repubblicano Ronna McDaniel.

“I repubblicani stanno combattendo contro questo assalto di estrema sinistra contro l’integrità elettorale – a differenza dei democratici radicali, crediamo che le nostre elezioni dovrebbero essere decise esclusivamente dai cittadini americani. Questa è una questione di principio e lotteremo in tutti i 50 stati per garantire che rimanga così”, ha aggiunto.

Fox News ha continuato a riferire:

Il caso è incentrato sulle città del Vermont di Montpelier e Winooski, che a maggio hanno fatto approvare dal Senato dello stato modifiche ai loro statuti che consentivano ai non cittadini di votare alle elezioni comunali. …

Il governatore repubblicano Phil Scott ha posto il veto alla legislazione a giugno, citando “l’incoerenza nella politica elettorale” in tutto lo stato.

Ma il veto del governatore è stato scavalcato dal Senato con un voto di 20-10, con i democratici che hanno ottenuto voti appena sufficienti per cancellare la maggioranza dei due terzi necessaria per un annullamento del veto.

“Credo che se qualcuno desidera poter votare dovrebbe essere un cittadino”, ha detto a Fox News il senatore dello stato del Vermont Brian Collamore.

“Il disegno di legge Montpelier consente a chi viene definito residente legale degli Stati Uniti di poter votare alle elezioni comunali. … Se qualcuno è qui stabilmente, perché non dovrebbe voler partecipare al processo per diventare cittadino?” Ha aggiunto.

I Democratici muoveranno cielo e terra per perpetuare il proprio potere, anche a rischio di distruggere il tessuto sociale e le istituzioni del Paese. I repubblicani devono intensificare il loro gioco se sperano di riportare l’America sulla strada giusta.

Le fonti includono:

ConservativeBrief.com

FoxNews.com

NYTimes.com

VotaFraud.news

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

Let's go Brandon Anti Biden Trump T-shirt

VISITA ORA



Source link

Lascia un commento

Leggi anche