0 5 minuti 1 settimana

Questo strano dispositivo protegge la tua auto dai ladri...

SCOPRI COME FATi Mappo!



Immagine: Netanyahu ammette che il governo israeliano ha collaborato con Pfizer per compilare un database genetico della popolazione

(Natural News) Dopo essere stato reintegrato ancora una volta il mese scorso come primo ministro israeliano, Benjamin Netanyahu ha lanciato una notizia bomba su come ha fatto pressioni sul CEO di Pfizer Albert Bourla affinché trasformasse la “Terra Santa” in un “laboratorio per Pfizer” per scatenare i suoi “vaccini” contro il covid. “

In una recente intervista con il filosofo Dr. Jordan Peterson, Netanyahu ha fatto numerose scioccanti ammissioni, senza alcuna vergogna, su come il popolo israeliano sia stato usato come cavie umane nell’esperimento Pfizer – tutto grazie alle sollecitazioni di Netanyahu.

“L’ho descritto nel mio libro, le mie conversazioni con Albert Bourla, Pfizer e io l’abbiamo convinto a dare alla piccola Israele i vaccini necessari per tirarci fuori prima dal covid”, ha rivelato Netanyahu.

“E il motivo per cui potrei farlo è perché abbiamo un database, il 98%, un database medico. Il 98% della nostra popolazione ha digitalizzato cartelle cliniche e [a] piccolo biglietto”. (Correlato: il governo israeliano sapeva fin dall’inizio che le iniezioni di covid stavano ferendo e uccidendo persone; ha comunque spinto i colpi.)

Netanyahu ha utilizzato la tecnologia delle cartelle cliniche israeliane per costringere il popolo israeliano a farsi colpire, poiché ha consentito un accesso rapido e facile al loro stato di “vaccinato” o “non vaccinato”. È così che è stato reso possibile lo schema del “passaporto” per i vaccini dello stato mediorientale.

“Ho detto, lo useremo per dirti se questi vaccini – cosa fanno alle persone, non alle singole persone, non con le loro identità individuali”, ha rivelato Netanyahu. “Ma statisticamente cosa fa alle persone con … meningite: cosa fa alle persone con la pressione alta, cosa vuoi sapere?”

Brighteon.TV

“Così Israele è diventato, se vuoi, il laboratorio per Pfizer, ed è così che l’abbiamo fatto. Abbiamo dato le informazioni al mondo, e non solo, sono state pubblicate su riviste mediche e così via. Questo è un database che abbiamo.

Assicurati di guardare l’intervista qui sotto:

Netanyahu vuole che Big Pharma “esegua algoritmi” utilizzando il database medico israeliano in modo da poter costruire un database genetico

L’obiettivo finale di Netanyahu, dice, è costruire sul database delle cartelle cliniche personali di Israele per crearne uno nuovo genetico database che copre l’intera popolazione del paese.

Crede che la maggior parte degli israeliani fornirebbe volentieri un campione di saliva personale da aggiungere a quel database genetico. Coloro che sono resistenti, ha aggiunto durante l’intervista, potrebbero semplicemente essere corrotti con denaro contante.

“Forse li pagheremo”, ha detto Netanyahu con nonchalance sulla questione. “Ora abbiamo una cartella genetica su una cartella clinica di una popolazione robusta. Hai popolazioni diversificate, abbiamo persone provenienti da 100 paesi. Questo è un motore molto potente”.

“Ora lascia che le aziende farmaceutiche, lascia che le aziende mediche, eseguano algoritmi su questo database. […] Ma puoi creare un’industria biotecnologica che è inaudita in questo momento, inaudita, persino inimmaginabile.

È importante notare che ciò che Netanyahu ha ammesso in questa intervista riguardante l’accesso di Pfizer ai dati personali sugli israeliani e le loro condizioni di salute è stato recentemente smentito dal Ministero della Salute, il quale afferma che a Pfizer non è mai stato concesso tale accesso, quindi chi sta mentendo?

Lo stesso Bourla nel 2021 ha detto molte delle cose che Netanyahu ha fatto in questa recente intervista, inclusa un’ammissione sul fatto che Israele “è diventato il laboratorio del mondo in questo momento perché stanno usando solo il nostro vaccino in questo stato e hanno vaccinato molto gran parte della loro popolazione, quindi possiamo studiare sia gli indici economici che quelli sanitari”.

Negli Stati Uniti, si dice che il governo qui stia utilizzando un sistema di “monitoraggio di precisione” per monitorare in modo simile, ma forse non così esteso, i vaccinati completamente per almeno due anni dopo l’iniezione.

Le ultime notizie sulle iniezioni di covid possono essere trovate su ChemicalViolence.com.

Le fonti per questo articolo includono:

WinePressNews.com

NaturalNews.com



Source link

Lascia un commento

Leggi anche