0 1 minuto 1 anno


Analizzando i sogni di migliaia di tedeschi negli anni Venti, lo psichiatra Carl Gustav Jung si rese conto che tutti sognavano il risveglio del Dio della guerra, che altro non era che Hitler”. Per questo il discepolo di Freud si convinse che gli eventi della storia si verificavano prima sul piano della coscienza.
La Storia “non si limita ad accatastare gli eventi su una retta, non è un cadavere né un cimitero di relitti” è quello che sostiene lo scrittore Davide Ramunno intervistato su

See More





Source link

Lascia un commento

Leggi anche