0 3 minuti 11 mesi

SOSTIENICI CON UNA  DONAZIONE LIBERA SU

Sostienici

John Hinckely Jr., l’uomo che ha sparato al presidente Ronald Reagan, è stato rilasciato da un ospedale psichiatrico/carcere anni fa, ma era ancora sotto la supervisione del tribunale.

Ora sta per essere completamente rilasciato. Come fa a uscire di prigione? Ha cercato di assassinare un presidente.

I sostenitori di Trump sono in prigione il 6 gennaio, ma questo pezzo di spazzatura umana camminerà?

Notizie Breitbart rapporti:

TENDENZA: GRANDE SVILUPPO! Sono stati catturati! 24 agenti criminali catturati su Dropbox di riempimento video con 1.900 voti in 3 giorni (VIDEO)

John Hinckley, che ha sparato a Reagan, per essere liberato dalla svista

Un giudice federale ha detto lunedì che John Hinckley Jr., che ha cercato di assassinare il presidente Ronald Reagan quattro decenni fa, può essere liberato da tutte le sue restanti restrizioni l’anno prossimo se continua a seguire quelle regole e rimane mentalmente stabile.

Il giudice della corte distrettuale degli Stati Uniti Paul L. Friedman a Washington ha dichiarato durante un’udienza di 90 minuti che emetterà la sua decisione sul piano questa settimana.

Friedman ha detto che il piano è di liberare Hinckley da tutta la supervisione del tribunale a giugno se rimane mentalmente stabile e continua a seguire le regole emesse dal tribunale che gli sono state imposte dopo aver lasciato un ospedale di Washington nel 2016 per vivere a Williamsburg, in Virginia…

Gli avvocati si incontreranno lunedì nella corte federale per discutere se John Hinckley Jr., l’uomo che ha cercato di assassinare il presidente Ronald Reagan, debba essere liberato dalle restrizioni imposte dal tribunale, inclusa la supervisione delle sue cure mediche e il mantenimento delle password del suo computer.

Questo ragazzo dovrebbe essere in prigione per tutta la vita.

Ha rinunciato alla sua libertà il giorno in cui ha cercato di uccidere Reagan.

(Immagine:Fonte)

Croce postato da Allerta americana.





Source link

Lascia un commento

Leggi anche