0 4 minuti 2 settimane


La scorsa settimana, poche ore prima che il consiglio votasse all’unanimità per approvare la controversa riforma del codice penale della DC, un sostenitore della politica della giustizia penale che ha contribuito a far passare il disegno di legge è stato ucciso a colpi di arma da fuoco, Washington Post segnalato.

Kelvin Blowe, 32 anni, è stato ucciso dopo un incidente automobilistico poco prima delle 5:30 di martedì a Washington, DC.

Blowe è un membro del DC Justice Lab, un’organizzazione che sostiene la riforma della giustizia penale nel sistema legale penale di DC.

Lo stesso giorno, il consiglio comunale ha approvato all’unanimità un disegno di legge da lui sostenuto che riduce le pene per reati come rapina, furto con scasso, furto d’auto e possesso di armi da fuoco senza licenza.

DI TENDENZA: Nuovo video di Ray Epps il 6 gennaio scoperto da Jason Goodman a “Crowdsource the Truth” – Epps sfiora un altro uomo che fa segnali con le mani

Municipio segnalato:

Il Washington Post riferisce che Blowe aveva trascorso più di cinque anni in prigione per rapina e l’esperienza “ha instillato in lui la passione per correggere le ingiustizie che credeva di aver incontrato”.

Dopo essere uscito, è entrato a far parte del DC Justice Lab, uno dei gruppi che ha spinto a rivedere il codice penale della città. Ha testimoniato a sostegno della proposta di legge a dicembre.

Il veterano del Corpo dei Marines, a cui è stato diagnosticato un disturbo da stress post-traumatico, lavorava come guardia di sicurezza e stava portando a casa i colleghi la scorsa settimana quando è stato colpito e ucciso quando un uomo armato “è emerso da un’auto rubata dopo un incidente con Blowe. Le autorità hanno affermato di ritenere che anche Blowe possedesse un’arma, poiché hanno recuperato una pistola accanto al suo corpo… La famiglia di Blowe ha affermato di non sapere che avesse un’arma.

Dopo l’incidente, Blowe è sceso, si è avvicinato all’auto ed è stato colpito. Non è noto se Blowe abbia puntato la sua arma contro i sospetti, che sono fuggiti dalla scena e devono ancora essere trovati.

La polizia ha dichiarato che non sono stati effettuati arresti e che le indagini sono ancora in corso.

“C’è una potente falsa narrativa nel Distretto secondo cui la riforma della giustizia penale sta lottando per la clemenza al posto della sicurezza… Riguarda la libertà e la sicurezza”, ha scritto DC Justice Lab su Twitter.





Source link

Lascia un commento

Leggi anche