0 4 minuti 1 settimana


“Non lasciarlo avere l’ultima risata!” – Campagna pubblicitaria ungherese contro Soros 2017

Un rapporto di intelligence preparato dai servizi segreti ungheresi e pubblicato il 23 novembre, ha rivelato 7,3 milioni di dollari di finanziamenti esteri illegali dietro la campagna dell’“Opposizione unita” ungherese, che ha tentato invano di sconfiggere il popolare primo ministro conservatore Victor Orbán.

Come Esperto di Gateway Secondo quanto riferito, Biden, Berlino e Bruxelles hanno collaborato con l ‘”Opposizione unita”, che includeva il partito neonazista Jobbik, per cercare di estromettere il conservatore cristiano Victor Orbán, senza alcun risultato. Orban lo era rieletto ad aprile con la sua quarta maggioranza dei due terzi (67,84%) – 135 seggi su 199 in Parlamento. Lo ha chiamato Orbán “una vittoria così grande che puoi vederla dalla luna.”

“Siamo grati per le centinaia di milioni [of Hungarian forints] di sostegno proveniente dagli Stati Uniti”, ha dichiarato a giugno l’ex candidato premier Péter Márki-Zay, ammettendo pubblicamente di aver ricevuto 1,8 miliardi di HUF (4,5 milioni di dollari) a sostegno dell’organizzazione “Action for Democracy” con sede negli Stati Uniti.

Ma i risultati dell’intelligence ora declassificati hanno scoperto ulteriori 1,2 miliardi di HUF ($ 3 milioni) in finanziamenti esteri. Gli oltre 3 miliardi di HUF (7,5 milioni di dollari USA) ricevuti dalla coalizione socialista-estrema destra sono quasi quattro volte il budget statale ungherese per le spese elettorali.

DI TENDENZA: Nuovo video di Ray Epps il 6 gennaio scoperto da Jason Goodman a “Crowdsource the Truth” – Epps sfiora un altro uomo che fa segnali con le mani

In Ungheria, come negli Stati Uniti, è illegale per i partiti politici accettare contributi finanziari da organizzazioni straniere e non cittadini. Sono vietate anche le donazioni anonime.

Sebbene Azione per la democrazia è stata fondata solo il 24 febbraio 2022, il primo trasferimento – un enorme US $ 684.672 – è stato incanalato a Oraculum 2020 Kft., un’azienda strettamente associata alla coalizione democratica del socialista caduto in disgrazia Ferenc Gyurcsány, il 1 marzo.

Action for Democracy non è elencato come destinatario di fondi sul sito web di Open Society. Tuttavia, i membri della fondazione includono sostenitori veterani di Soros come lo storico britannico Timothy Garton Ash, la storica americana Anne Applebaum, l’ex comandante supremo alleato della NATO, il generale Wesley K. Clark e il politologo americano Francis Fukuyama. Il Direttore Esecutivo di Azione per la Democrazia, David Koranyi, è membro del Consiglio Atlantico e membro del Consiglio Europeo per le Relazioni Estere, tra le altre ONG finanziate da Soros.

Istvan Hollik, il direttore delle comunicazioni del partito al governo Fidesz, ha affermato che Action for Democracy “ha migliaia di legami” con George Soros. Il politico di Fidesz ha accusato Márki-Zay di mentire ai suoi elettori e ha chiesto: “Cosa voleva George Soros in cambio dei suoi milioni?”

Portavoce del governo Zoltan Kovacs ha definito l’interferenza elettorale “il più grande scandalo di finanziamento della campagna elettorale dell’Ungheria dalla caduta del comunismo” e “praticamente illegale in qualsiasi paese”: “Se ricordo bene, l’interferenza straniera nelle elezioni nazionali è stata una specie di cosa nelle elezioni negli Stati Uniti e altrove . Vediamo chi raccoglie questa storia.





Source link

Lascia un commento

Leggi anche