0 3 minuti 4 giorni

Questo strano dispositivo protegge la tua auto dai ladri...

SCOPRI COME FATi Mappo!


Simon Dunn gioca a rugby e bob. (Facebook)

Simon Dunn, un giocatore olimpico di bob e rugby che si è dichiarato gay e in seguito è diventato un attivista per i diritti LGBTQ, è morto improvvisamente sabato. Aveva 35 anni.

Il corpo dell’atleta è stato scoperto nella sua casa il 21 gennaio, secondo la polizia del New South Wales.

La causa della morte di Dunn non è ancora chiara, ma le autorità hanno dichiarato che la sua morte non è considerata sospetta.

“Verso le 10:00 di sabato 21 gennaio 2023, la polizia è stata chiamata in un’unità in Crown Street, Surry Hills, dopo aver riferito che all’interno era stato trovato il corpo di un uomo”, ha detto la polizia del New South Wales. disse in una dichiarazione.

DI TENDENZA: ECCO – LA PISTOLA FUMANTE: l’e-mail in 20 punti di informazioni riservate di suo padre che Hunter Biden ha inviato al membro del consiglio di amministrazione di Burisma nell’aprile 2014

“Si ritiene che il corpo sia quello dell’occupante di 35 anni. Gli ufficiali del comando dell’area di polizia di Surry Hills hanno avviato indagini sulle circostanze della sua morte, che non vengono trattate come sospette”, hanno continuato le autorità.

Simon Dunn (Facebook)

I tributi si riversano in seguito alla notizia della morte improvvisa di Dunn.

Ruby Rose Management, gli agenti di Dunn, hanno rilasciato una dichiarazione:

“Simon era appassionato di restituire alla comunità e fare volontariato. Ha dedicato il suo tempo e utilizzando il suo profilo per aiutare più enti di beneficenza. Come tutti i grandi ambasciatori, aveva i suoi preferiti tra cui Bobby Goldsmith Foundation, Give Out Day e Pride in Sport.

“Simon non ha mai detto ‘NO’ a donare il suo tempo a qualsiasi organizzazione che volesse aumentare la propria impronta di diversità e inclusione da Woolworths a Lion, aiutandoli tutti a comprendere meglio i propri dipendenti e clienti LGBTQIA+.

“Simon ci rappresentava tutti, diceva sempre ‘Non sono il portavoce, sono solo un maschio bianco gay che ti racconta le mie esperienze e le esperienze di coloro con cui ho ascoltato e imparato. La condivisione di queste storie dà a tutti noi un apprezzamento di ciò che ci ha portato dove siamo oggi’”.





Source link

Lascia un commento

Leggi anche