0 5 minuti 1 settimana

SOSTIENICI CON UNA  DONAZIONE LIBERA SU

Sostienici


Immagine: il 45% scioccante delle piccole imprese non è stato in grado di pagare l'affitto di luglio... i fallimenti di massa dei ristoranti sembrano imminenti

(Natural News) Secondo un nuovo sondaggio, la maggior parte delle piccole imprese non sta recuperando i ricavi di cui godeva una volta nel 2019, prima della pandemia. Il tasso di recupero per le piccole imprese è solo del 25%. Circa il 75% dei proprietari di piccole imprese non può generare le stesse entrate mensili di cui godevano prima del blocco del governo. Le regioni più colpite del paese includono il Massachusetts, che ha un tasso di insolvenza degli affitti delle piccole imprese del 42%. Il tasso di insolvenza degli affitti delle piccole imprese di New York è del 41%, l’Illinois del 40% e il Michigan del 37%, tutti al di sopra della media nazionale.

Il sogno americano sopravviverà nei prossimi due anni, poiché oltre un terzo di tutte le piccole imprese dovrà affrontare problemi finanziari?

Fino al 45% dei ristoranti indipendenti non poteva pagare l’affitto di luglio

Il numero di ristoranti indipendenti che non potevano pagare l’affitto è aumentato del 7% a luglio. Quasi la metà di tutti i ristoranti indipendenti (45%) non può permettersi di pagare l’affitto ora, poiché l’economia americana continua a crollare.

Secondo lo stesso studio, le lotte per l’affitto sono importanti anche per le società di autotrasporti e i servizi automobilistici. Fino al 48% delle imprese legate ai trasporti non poteva permettersi di pagare l’affitto a luglio. Anche le organizzazioni non profit stanno rapidamente crollando, con il 44% incapace di permettersi l’affitto di luglio. Anche oltre un terzo dei negozi al dettaglio (44%), saloni di bellezza (40%), palestre (38%) e attività immobiliari (33%) sono in difficoltà, poiché i prezzi degli affitti aumentano in tutta la nazione.

Sempre più persone si tagliano i capelli a casa e non vanno in salone. La percentuale di saloni che non hanno potuto pagare l’affitto è passata dal 15% di giugno al 25% di luglio. Queste cifre si basano su un sondaggio che include i rapporti di 3.553 proprietari di piccole imprese.

Brighteon.TV

Le piccole imprese devono affrontare aumenti storici dei costi per manodopera, carburante, affitto

Le piccole imprese stanno affrontando diverse pressioni economiche, con aumenti dei costi di manodopera e carburante che raggiungono i massimi storici. Anche la spesa dei consumatori è in calo, ostacolando i flussi di entrate aziendali. Questo perché sempre più persone stanno dando la priorità alle necessità di base nei loro budget sempre più ridotti. Alcune famiglie stanno utilizzando linee di credito solo per pagare le spese di base.

Eppure, la maggiore pressione per le piccole imprese viene dal mercato degli affitti. I proprietari di immobili stanno aumentando rapidamente i prezzi degli affitti per compensare l’aumento dei costi assicurativi e delle tasse sulla proprietà e per compensare le perdite subite durante la moratoria di sfratto senza precedenti del CDC, che ha consentito agli affittuari di saltare i pagamenti dell’affitto per oltre un anno. Molti piccoli proprietari terrieri andarono in bancarotta durante questo periodo e costretti a vendere le loro proprietà a ricchi investitori.

Poiché i prezzi degli affitti continuano ad aumentare, è più probabile che i proprietari e i gestori di proprietà approfittino ulteriormente della bolla del mercato prima che scoppi, contraendo il più possibile i consumatori e i proprietari di piccole imprese. I gestori di proprietà e i proprietari terrieri si strizzano l’occhio l’un l’altro, poiché collettivamente aumentano il valore di mercato delle loro proprietà per giustificare perennemente aumenti degli affitti sempre crescenti. Questo sta spingendo gli affittuari in una situazione difficile e c’è ben poco che possono fare. Poiché l’offerta di alloggi e immobili commerciali è storicamente bassa, le piccole imprese sono bloccate con l’affitto più alto, senza via d’uscita. A peggiorare le cose, gli investitori stranieri dalla Cina stanno acquistando proprietà e alzando i prezzi degli affitti.

Gli affittuari che hanno pagato seriamente tutto l’affitto in tempo negli ultimi due anni devono ancora affrontare le ripercussioni economiche che si verificano oggi sul mercato. Le politiche di moratoria degli affitti del governo, combinate con le politiche economiche di questa amministrazione, hanno svolto un ruolo importante nell’aumento vertiginoso degli affitti di oggi, e ora il mercato degli affitti (comprese molte piccole imprese) sta crollando sotto il peso di queste politiche governative fallite.

Le fonti includono:

Zerohedge.com

NaturalNews.com



Source link

Lascia un commento

Leggi anche