0 3 minuti 9 mesi

SOSTIENICI CON UNA DONAZIONE LIBERA SU TIPEEE


Secondo un post di un gruppo di genitori, un insegnante di una scuola elementare nel sobborgo di DC della Virginia del Nord è stato visto in video mentre teneva lezione all’aperto con tempo sotto lo zero. I timori legati al COVID hanno portato le scuole di tutto il paese a far frequentare ai bambini le lezioni o a pranzare all’aperto quando fa freddo.

Una foto e un video mostrano ciascuno un insegnante che legge agli studenti infagottati contro il freddo di 24 gradi che erano seduti sul marciapiede tra cumuli di neve di fronte alla Waynewood Elementary, situata a poche miglia a sud di Alexandria, nell’area di Fort Hunt nella contea di Fairfax .

La Fairfax County Parents Association, che si descrive come “gruppo apartitico che rappresenta migliaia di genitori della contea di Fairfax che danno la priorità ai bambini rispetto alla politica nell’istruzione pubblica”, ha pubblicato:

“Nella contea di Fairfax è ben al di sotto dello zero, eppure i bambini piccoli si divertono a raccontare storie sul freddo cemento all’esterno di @waynewoodes. Questo è il risultato di una scarsa leadership e di una guida confusa per gli insegnanti. Porta dentro questi piccoli! @FCPSSupt @fcpsnews @fairfaxhealth…Video dei bambini delle scuole elementari seduti a 24 gradi (che è Fahrenheit, sotto lo zero) a @waynewoodes oggi. Questa è la Virginia, dove i bambini non indossano regolarmente la lana. @Karen4Schools @FCPSSupt @fcpsnews”

TENDENZA: “Omicidio premeditato di milioni di persone coordinate ai massimi livelli” – Naomi Wolf e il dottor Malone rispondono al progetto Veritas BOMBSHELL (VIDEO)

Il video mostra che l’insegnante ha la maggior parte dei bambini seduti all’ombra mentre lei è in piedi di fronte a loro con in mano un libro.

Non sembra esserci ancora alcun commento da parte dei funzionari della scuola.

UN carta meteorologica locale mostra le temperature di martedì nell’area a metà degli anni ’20 per la maggior parte della giornata.





Source link

Lascia un commento

Leggi anche