0 4 minuti 7 giorni

SOSTIENICI CON UNA DONAZIONE LIBERA SU TIPEEE


Secondo le nuove stime di NerdWallet, gli americani pagheranno 11.500 dollari in più quest’anno se vogliono godersi lo stesso tenore di vita che hanno mantenuto nel 2020.

Le stime, pubblicate ad agosto, si basavano sui dati sull’inflazione e sulla spesa annuale del Bureau of Labor Statistics (BLS) degli Stati Uniti. Gli analisti della società di finanza personale hanno esaminato il confronto tra la spesa di quest’anno e il 2020, quando è iniziata la pandemia di COVID-19.

Gli analisti hanno affermato che il 2020 è stato “l’ultimo anno intero in cui l’inflazione è stata relativamente stabile”. In quell’anno, il tasso di inflazione negli Stati Uniti era dell’1,23%.

Ad agosto, l’inflazione negli Stati Uniti si attesta all’8,3%, secondo i dati BLS.

“In tutto il 2020, le famiglie americane hanno speso in media $ 61.300”, scrivono gli analisti. “Questo numero include tutto ciò che spendiamo per alloggio, cibo, intrattenimento, abbigliamento, trasporti e tutto il resto.

“Nel 2022, raggiungerà $ 72.900, una differenza di oltre $ 11.500 se i consumatori vogliono mantenere lo stesso tenore di vita”.

Gli analisti di NerdWallet hanno affermato che questa è una stima media e, quindi, “esatta per pochissimi”.

“Coloro che guadagnano (e quindi spendono) di più vedranno aumenti di dollari più drammatici. Coloro che guadagnano di meno potrebbero vedere salti del dollaro meno drammatici, ma l’impatto di questi prezzi in aumento potrebbe essere sentito in modo più significativo”, hanno scritto.

Secondo gli analisti, la spesa totale mensile delle famiglie è aumentata di $ 961 rispetto al 2020, mentre la spesa per generi alimentari è aumentata di $ 101. Shelter è aumentato di $ 120 e le utenze domestiche sono aumentate di $ 70 per famiglia, mentre la benzina è aumentata di ben $ 209.

Un altro aumento del tasso della Fed

NerdWallet ha osservato che le cifre di spesa per il 2020 erano inferiori alla media, dato che le restrizioni sulla pandemia di COVID-19 significavano che meno persone facevano il pendolare o pagavano per l’assistenza all’infanzia e l’intrattenimento, con un conseguente calo generale della spesa.

“È un presupposto sicuro che le persone spenderanno meno in determinate categorie anche quest’anno, se non altro per evitare prezzi elevati”, hanno scritto gli analisti. “Questo è principalmente il motivo per cui riteniamo che la spesa nel 2022 sarà più simile al 2020 rispetto al 2019, ad esempio un altro anno per il quale erano disponibili tali dati sulla spesa”.

Un’analisi separata dei membri repubblicani del Comitato economico congiunto della Camera stima che l’inflazione stia ora costando alle famiglie statunitensi $ 717 in più ogni mese, sebbene sia ancora più alta negli stati del Colorado ($ 937), Utah ($ 910) e Arizona ($ 833) .

Su base annuale, il comitato stima che le famiglie dovranno pagare un extra di $ 8.607.

La Federal Reserve ha approvato un altro aumento di 75 punti base il 21 settembre a un target range dal 3% al 3,25% e ha indicato che sono in arrivo aumenti più ampi nel tentativo di raffreddare l’inflazione rovente.

“I recenti indicatori indicano una crescita modesta della spesa e della produzione. I guadagni di posti di lavoro sono stati robusti negli ultimi mesi e il tasso di disoccupazione è rimasto basso. L’inflazione rimane elevata, riflettendo gli squilibri dell’offerta e della domanda legati alla pandemia, l’aumento dei prezzi di cibo ed energia e le pressioni sui prezzi più ampie”, ha affermato la Fed in una nota.

I funzionari della Fed hanno anche citato la guerra della Russia in Ucraina per aver creato un’ulteriore pressione al rialzo sull’inflazione e aver aggiunto peso all’attività economica globale.

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha insistito all’inizio di questa settimana in un’intervista a “60 Minutes” della CBS sul fatto che l’inflazione “non è aumentata” negli ultimi mesi e che rimane “sostanzialmente uniforme”.



Source link

Lascia un commento

Leggi anche