0 3 minuti 2 settimane


Di domenica, Elon Musk ha spiegato perché ha deciso che l’account di Alex Jones non verrà ripristinato.

Jones è stato definitivamente bandito nel 2018 per “comportamento offensivo” nei confronti di un giornalista della CNN e non, nonostante la percezione pubblica, per dichiarazioni relative all’autenticità del massacro della scuola di Sandy Hook del 2012, avvenuto sei anni prima che Jones fosse bandito.

Nel 2018, a Washington DC, Jones ha affrontato il senatore repubblicano Marco Rubio, interrompendo la sua conversazione con i giornalisti. Jones ha definito il senatore Rubio un “ragazzo della confraternita”. Jones in seguito ha affrontato Oliver Darcy della CNN, definendolo un “topo”, un “sociopatico”, “un opossum che è strisciato fuori dalla parte posteriore di una mucca morta” e “Hitler Youth”. L’interazione è stata trasmessa in live streaming su Periscope, un’app di streaming di proprietà di Cinguettio, che da allora è stato chiuso. Twitter ha sospeso Jones in seguito all’incidente.

Tuttavia, il motivo per cui ad Alex Jones apparentemente non sarà permesso di tornare sulla piattaforma, almeno secondo il nuovo CEO Elon Musk, non ha nulla a che fare con il motivo per cui è stato bandito e si tratta in realtà di commenti vecchi di dieci anni che Jones ha messo in dubbio l’autenticità del Massacro della scuola di Sandy Hook in cui persero la vita 26 persone, la maggior parte delle quali erano bambini. Jones è stato citato in giudizio con successo dalle famiglie delle vittime.

“Alex ha fatto una cazzata con Sandy Hook. Lo ha ammesso e si è scusato”, ha scritto su Twitter l’imprenditore Kim Dotcom.

“Ha anche capito bene molte ‘teorie del complotto’. Se i bugiardi seriali come Biden e Trump sono ammessi su Twitter, allora dovrebbe esserlo anche Alex Jones. Si prega di riconsiderare nell’interesse di una vera libertà di parola.

Musk ha risposto spiegando perché Jones non sarebbe stato reintegrato: “Il mio primogenito è morto tra le mie braccia. Ho sentito il suo ultimo battito cardiaco. Non ho pietà per chi userebbe la morte dei bambini per guadagno, politica o fama”.

Jason Calacanis, un venture capitalist e amico di Musk, che in parte sta assistendo con la direzione di Musk per Twitter, ha anche spiegato perché a Jones non sarebbe stato permesso di tornare.

“Alex Jones è il male puro e il caso più facile da giudicare per qualsiasi piattaforma, secondo me (e questo è tutto gente!)”, ha scritto Calacanis su Twitter. “$ 1,4 miliardi in sentenze in più giurisdizioni negli Stati Uniti, dove il discorso quasi sempre prevale sulla sofferenza delle vittime”.

Alcune delle figure chiave che sono state autorizzate a tornare su Twitter includono ex Presidente Donald Trump, la comica Kathy Griffin e Kanye West. Tuttavia, Trump ha detto che non avrebbe utilizzato Twitter, preferendo la propria piattaforma di social media Verità sociale.



Source link

Lascia un commento

Leggi anche