0 4 minuti 7 giorni

SOSTIENICI CON UNA  DONAZIONE LIBERA SU

Sostienici

Nonostante le contrazioni consecutive del PIL, il presidente Joe Biden, il presidente della Fed Jerome Powell, il segretario al Tesoro Janet Yellen e tutti i loro sostenitori nei media aziendali insistere sul fatto che l’economia statunitense non è in recessione.

Ma l’unico dato a cui puntano per sostenere la loro affermazione è il mercato del lavoro “forte”.

Il problema con questa rotazione è che il mercato del lavoro è un indicatore in ritardo e sta iniziando a mostrare crepe.

Le aperture di lavoro sono diminuite più del previsto a giugno.

Secondo il Job Openings and Labor Turnover Survey (rapporto JOLTS), le aperture di lavoro sono diminuite di 605.000 a 10,7 milioni al 30 giugno. La previsione era di 11 milioni di posti vacanti.

Mentre le aperture di lavoro rimangono a un livello elevato, la tendenza è chiaramente al ribasso.

In effetti, sembra che le offerte di lavoro stiano per cadere da un dirupo.

Nel frattempo, le richieste di disoccupazione per la prima volta stanno registrando una tendenza al rialzo. Le richieste di sussidi di disoccupazione settimanali sono state di nuovo al di sopra delle aspettative la scorsa settimana, scendendo di appena 5.000 dal massimo di 8 mesi della settimana precedente. In effetti, le 256.000 richieste iniziali della scorsa settimana sarebbero state un aumento, tranne per il fatto che hanno rivisto il numero della settimana precedente fino a 261.000. Più significativamente, la media mobile a 4 mesi è aumentata di circa 8.000 sinistri.

Abbiamo assistito a un aumento delle aperture di lavoro quando l’economia si è aperta dopo le chiusure del governo per la pandemia. Molte persone non sono mai tornate al lavoro. Il tasso di partecipazione al lavoro rimane basso al 62,2%. Ciò ha creato un mercato del lavoro estremamente teso. Anche con un rallentamento economico chiaramente in atto, ci vorrà del tempo prima che il mercato del lavoro si allenti. Ma questo sta chiaramente accadendo.

Non passerà molto tempo prima che l’amministrazione Biden ei banchieri centrali della Fed non possano più indicare il mercato del lavoro “forte”. Come ha detto Peter Schiff un’intervista con Megyn Kellyl’aumento della disoccupazione è in arrivo.

“Le persone che puntano al basso tasso di disoccupazione e dicono questo significa che non siamo in una recessione, è una sciocchezza. La disoccupazione è un indicatore di ritardo. Il tasso di disoccupazione aumenterà mentre la recessione continua”.

Schiff ha inoltre affermato che l’attuale mercato del lavoro non è così forte come tutti affermano.

“Abbiamo un mercato del lavoro molto debole. I salari reali stanno crollando. I salari non sono mai caduti così tanto in termini reali nella storia. Questo è un mercato del lavoro debole. Quando si dispone di un mercato del lavoro forte, i lavoratori possono richiedere aumenti. Hanno potere. Possono andare dai loro capi e dire: “Voglio più soldi o lascerò e prenderò un altro lavoro”. Non sta succedendo. In effetti, molti lavoratori stanno accettando un secondo lavoro e un terzo lavoro perché non riescono a sbarcare il lunario con il loro lavoro principale. Questo è un mercato del lavoro debole”.


Alex Jones: Il suprematista umano



Source link

Lascia un commento

Leggi anche