0 3 minuti 2 mesi


Due grandi catene di supermercati nel Regno Unito si sono rifiutate di rendere obbligatorie le regole della maschera facciale per la polizia del loro personale, con un capo che ha affermato che la questione è troppo “divisiva”.

Da oggi in Inghilterra sono state imposte nuove regole sulle maschere per il viso, il che significa che le persone che usano i mezzi pubblici, entrano nei negozi e in innumerevoli altri luoghi devono indossare una copertura obbligatoria per il viso.

L’Inghilterra ha abbandonato le regole sulle maschere obbligatorie a luglio, ma sono rimaste in vigore nei paesi vicini come la Scozia, dove i dati ufficiali mostrano i tassi di infezione sono rimasti invariati o superiori.

Secondo il professore di Oxford Jim Naismith, è “improbabile che la reimposizione delle regole sulla maschera per il viso abbia un grande impatto” sulla diffusione della variante Omicron.

Diffidando di quanto sia diventata controversa la questione, Islanda e Co-op, due grandi catene di supermercati nel Regno Unito, hanno dichiarato pubblicamente che diranno al personale di non applicare tali regole.

Richard Walker, amministratore delegato dell’Islanda, ha affermato che la società concentrerà invece i suoi sforzi sul “recupero a lungo termine della strada principale”.

“Sosteniamo pienamente la reintroduzione delle maschere obbligatorie nei negozi, tuttavia, non chiederemo ai nostri colleghi del negozio di controllarla”, ha affermato Walker.

Paul Gerrard di Co-op è andato oltre, dicendo a GMB: “”Quello che non faremo è non rifiuteremo di servire le persone che non indossano una maschera e non rifiuteremo l’ingresso al negozio a persone che non lo sono. t indossare una maschera.”

“Non chiederò ai miei colleghi del negozio di sorvegliare coloro che si rifiutano di aderire alle regole perché so che, stranamente, questo è un problema che divide e penso che i miei colleghi del negozio abbiano abbastanza da affrontare nel periodo precedente a Natale», ha aggiunto.

Il British Retail Consortium ha affermato che era responsabilità della polizia far rispettare le regole, aggiungendo: “I clienti sono invitati a rispettare le regole ed essere rispettosi verso i loro colleghi acquirenti e il personale del negozio che lavora sodo”.

———————————————————————————————————————

METTERE IN GUARDIA!

Nell’era della censura di massa della Silicon Valley È fondamentale rimanere in contatto.

Ho bisogno che ti iscrivi alla mia newsletter gratuita qui.

Sostieni il mio sponsor – Turbo Forza – una spinta sovralimentata di energia pulita senza il crollo.

Ottieni l’accesso anticipato, contenuti esclusivi e cose dietro le quinte seguendomi su gente del posto.

———————————————————————————————————————

Scopri tutto di te con il test del DNA più completo

Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche