0 6 minuti 11 mesi

SOSTIENICI CON UNA  DONAZIONE LIBERA SU

Sostienici

Ovunque guardi, qualcuno mi dice: “Oh, Ed, cosa c’è che non va in te? Il comunismo è morto”. Nessun problema, i comunisti si sono chiusi all’inizio degli anni ’90 quando la vecchia Unione Sovietica è andata a pezzi. E non vorremmo tutti che fosse vero?

I comunisti sono come serpenti nell’erba, che strisciano via finché non è il momento giusto per colpire. Nel 2008 con l’incoronazione di Barry Soetero, in arte Barack Hussein Obama, abbiamo avuto un vero self made man alla Casa Bianca. Tutto quello che sappiamo sull’uomo che si è inventato. La verità ha lasciato la città, per non tornare mai più. Il presidente Barry ha introdotto il comunismo lite.

Cioè con una lingua liscia e una frase carina “cambieremo radicalmente l’America” ​​Il lavoro di Barry era quello di spostarlo in avanti con un gioco di prestigio. E ha fatto un ottimo lavoro. Ha fornito copertura per l’infiltrazione islamica del nostro governo; ha distrutto la nostra economia e ha riacceso le guerre razziali da costa a costa.

Dopo i due mandati di Barry, il testimone doveva essere passato a Hillary Clinton per l’ultima tappa della corsa per cambiare radicalmente l’America verso il comunismo e il nuovo ordine mondiale. Ma 63.000.000 di americani dal sangue rosso non hanno ricevuto il promemoria e hanno eletto in modo scioccante un non politico per lo Studio Ovale.

Nel 2016 con l’improbabile elezione di Donald Trump, i serpenti sono apparsi improvvisamente in massa, senza più paura di essere scoperti. Chiunque avesse un cervello conosceva Washington DC, e il Congresso era una palude che avrebbe fatto sembrare le Everglades una pozzanghera. Ma non avevamo idea di quanto fosse profondo e di quanti serpenti si nascondessero in quelle acque torbide.

Nei successivi quattro anni, le creature della palude fecero di tutto per abbattere l’uomo che si frapponeva tra loro e i loro obiettivi comunisti. Non si è mai trattato di Donald Trump, l’uomo. Si trattava di lui che ostacolava il piano globalista di bruciare l’America come la conoscevamo.

Creature della palude di tutte le forme e dimensioni hanno fermato il governo sul suo cammino per deporre un presidente debitamente eletto che si è opposto alla loro sinistra strada. Non c’era bugia troppo grande, nessuna legge troppo piccola per infrangere l’uomo che lavorava senza stipendio e cercava solo l’America First. Sebbene la maggior parte di noi sapesse che Washington era corrotta, non avevamo idea di quanto i nostri funzionari eletti sarebbero andati a riempirsi le tasche a nostre spese.

Quando è arrivato il momento delle elezioni del 2020, gli stagni di Washington stavano bollendo. Non c’era modo che la palude potesse concedere un secondo mandato all’uomo che non potevano controllare. Con l’avvicinarsi del giorno delle elezioni, il presidente Trump ha fatto una campagna in sette città in cinque giorni davanti a migliaia di persone ad ogni fermata. Il suo avversario, un politico senile da una vita che, con l’artista musicale Bono al suo fianco, ha attirato 20 persone a un raduno di Dallas.

Quando la polvere si è calmata dopo settimane di disinformazione e disinformazione, al mondo è stato detto che Sleepy Joe Biden, che a questo punto della sua vita lotta per completare una frase, ha vinto un record di 80.000.000 di voti. È stata una classica elezione del terzo mondo che ha portato a un colpo di stato comunista proprio qui nei buoni vecchi Stati Uniti di A.

Il 6 gennaio 2021, l’America ha avuto un brusco risveglio. Attenzione, America! Il comunismo è vivo e vegeto e sta prendendo attivamente il controllo della nostra un tempo grande nazione. La cosiddetta “Insurrezione di Trump” che non c’era è stata una classica presa di potere comunista/marxista. Eseguito perfettamente, l’obiettivo del colpo di stato, i cittadini americani, sono stati debitamente distratti da una cabala di notizie che ha fornito accuratamente disinformazione con conseguente lavaggio del cervello della popolazione.

In ogni episodio di The Commie Chronicles, esamineremo un elemento del comunismo, come eseguono un colpo di stato e come si comportano una volta che hanno preso il controllo. La maggior parte degli americani rimane nella negazione, nell’illusione e affoga nella disinformazione. Sono l’epitome del vecchio adagio “ci sono persone che guardano le cose accadere, persone che fanno accadere le cose e, infine, persone che non sanno che è successo qualcosa”.

In America, siamo pieni di persone che non sanno che è successo qualcosa. Sono contenti di credere che le elezioni del 2020 siano state come qualsiasi altra elezione. Pensano che la politica ei partiti siano come sono sempre stati, quindi mangia, bevi e divertiti; il comunismo è morto. Questo è un segno di quanto successo abbia avuto la trama dei media.

Vieni nel nostro viaggio e scopri quanto siamo fottuti. Non puoi trovare una via d’uscita se non sai di esserti perso. È tempo di imparare.


new world order
#cronache #comuniste #Episodio

Lascia un commento

Leggi anche