0 2 minuti 5 mesi


Una società cinese ha acquistato centinaia di acri di terreno agricolo del North Dakota a pochi minuti da un’importante base dell’aeronautica americana, suscitando timori per la sicurezza nazionale mentre il paese comunista si aggiunge ai suoi quasi 200.000 acri di terreno agricolo statunitense per un valore di 1,9 miliardi di dollari.

Il produttore alimentare cinese Fufeng Group prevede di costruire un impianto per la macinazione del mais sui suoi 300 acri di terra appena acquisiti a Grand Forks, a soli 20 minuti dalla base dell’aeronautica militare di Grand Forks, dove alcuni dei più si basa sulla tecnologia sensibile dei droni.

L’acquisto ha sollevato sospetti da parte di ufficiali militari, esperti di sicurezza nazionale e legislatori.

La mossa potrebbe cedere Cina accesso senza precedenti alle vicende della base dell’Air Force, che ha anche un centro di networking spaziale che è stato caratterizzato come “la spina dorsale di tutte le comunicazioni militari statunitensi in tutto il mondo”, secondo CNBC.

La critica all’acquisto di Fufeng arriva quando i legislatori americani sono stati espliciti nel limitare la proprietà cinese di preziosi terreni agricoli americani, che, nel 2019, consistevano in almeno 192.000 acri.

Dopo che il Gruppo Fufeng ha acquistato la terra del North Dakota per 2,6 milioni di dollari quest’anno, il maggiore dell’aeronautica Jeremy Fox ha scritto un promemoria ad aprile in cui descriveva la mossa come emblematica degli sforzi cinesi per installarsi vicino alle installazioni di difesa statunitensi sensibili.

Ha affermato che la proprietà di Fufeng si trova nel punto giusto in cui la compagnia può intercettare le comunicazioni provenienti dalla base dell’aeronautica.

“Alcuni degli elementi più sensibili di Grand Forks esistono con gli uplink e i downlink digitali inerenti ai sistemi aerei senza pilota e la loro interazione con le risorse spaziali”, ha scritto Fox.

Leggi di più



Source link

Lascia un commento

Leggi anche