0 6 minuti 2 settimane

Questo strano dispositivo protegge la tua auto dai ladri...

SCOPRI COME FATi Mappo!



Immagine: MANGIA INSETTI E SII FELICE: le autorità dell'UE approvano grilli e vermi della farina nel cibo

(Natural News) Le autorità dell’Unione Europea (UE) hanno recentemente approvato l’inclusione di insetti in varie forme in diversi prodotti alimentari.

Secondo un rapporto del Tempi dell’olio d’olivala Commissione europea (CE) ha approvato il 6 gennaio l’uso dei grilli domestici (Acheta domesticus) in polvere come ingrediente per diversi prodotti alimentari. Il via libera della Commissione europea è stato in risposta a una domanda del 2019 presentata dalla società di proteine ​​degli insetti con sede in Vietnam, Cricket One. I produttori di alimenti possono ora includere parzialmente sgrassati e in polvere A. domestico in seguito al trasloco.

La CE ha consentito l’aggiunta di polvere di grilli nei seguenti prodotti alimentari: pizze; prodotti a base di pasta; noci e semi oleosi; snack e salse; preparazioni di carne e zuppe; pane e panini multicereali; cracker e grissini; barrette di cereali; premiscelati secchi per prodotti da forno; biscotti e prodotti trasformati a base di patate; piatti a base di legumi e verdure; siero di latte in polvere; snack a base di farina di mais; bevande simili alla birra; e pasticceria al cioccolato.

La risposta positiva della commissione alla domanda di Cricket One è stata supportata dal parere scientifico dell’Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA), che ha verificato e approvato la sicurezza della nuova polvere.

Il regolatore alimentare dell’UE ha anche approvato il processo di produzione della polvere, che inizia con un periodo di digiuno di 24 ore per i grilli. Gli insetti vengono quindi congelati, lavati e trattati termicamente. Il prodotto risultante viene quindi lavorato ancora una volta per rimuovere gli oli e poi trasformato in polvere essiccata.

Sempre il 6 gennaio, la CE ha approvato l’introduzione del verme della farina minore (Alphitobius diaperinus) larve – in forma congelata, pastosa, essiccata e in polvere – al mercato alimentare di consumo. Allo stesso modo, l’EFSA ha ritenuto i vermi della farina minori sicuri per il consumo umano. Oltre ad essere un ingrediente, A. diaperino sarà utilizzato anche come integratore alimentare.

Brighteon.TV

La nuova normativa in materia A. domestico e A. diaperino entrerà in vigore entro la fine di gennaio. Il cibo contenente questi prodotti a base di insetti, tuttavia, richiederà etichette appropriate. Alcuni ricercatori ritengono che questi prodotti alimentari potrebbero causare reazioni nei consumatori allergici a molluschi, crostacei e acari della polvere.

Il consumo di insetti è in linea con l’obiettivo globalista del WEF

I due preparati a base di insetti entreranno a far parte dell’elenco degli alimenti per insetti approvati dalla CE, comprese le larve del coleottero giallo della farina (Tenebrio motorio) e locusta migratrice essiccata (Locusta migratoria) polvere. Inoltre, altri otto prodotti a base di insetti sono ancora in fase di valutazione da parte della commissione.

Secondo il sito web della CE, “il consumo di insetti … contribuisce positivamente all’ambiente, alla salute e [to] mezzi di sussistenza”. Ha osservato che gli insetti “sono una fonte di cibo altamente nutriente e salutare con un alto contenuto di grassi, proteine, vitamine, fibre e minerali. Pertanto, sono una fonte proteica alternativa che facilita il passaggio a diete sane e sostenibili”.

L’adozione da parte della commissione degli insetti come cibo rispecchia quella del World Economic Forum (WEF). Il gruppo globalista sotto la guida del suo fondatore Klaus Schwab ha spinto per il consumo di insetti invece di carne che, sostiene, è “dannosa per il clima”. (Correlato: ONU, WEF spingono per il consumo di carne di insetti in mezzo a un massiccio attacco all’approvvigionamento alimentare globale.)

Un articolo del luglio 2021 sul sito Web del WEF pubblicizzava i presunti benefici degli insetti rispetto alle fonti proteiche convenzionali, delineando diversi motivi per cui.

In primo luogo, ha sostenuto che gli insetti richiedono “meno risorse rispetto all’allevamento convenzionale”. Il pezzo continuava: “Gli studi suggeriscono che per la stessa quantità di proteine ​​prodotte, gli insetti – in particolare i vermi della farina – richiedono molta meno terra rispetto ad altre fonti di proteine ​​animali. Uno studio sui grilli suggerisce che sono due volte più efficienti nel convertire il mangime in carne rispetto al pollo, almeno quattro volte più efficienti dei maiali e 12 volte più efficienti dei bovini».

Ha anche sottolineato che l’allevamento di insetti per il consumo umano è “più sostenibile”, sostenendo che “l’allevamento di insetti è meno costoso dell’agricoltura convenzionale in termini di CO2, acqua, superficie e materie prime”.

Guarda questo video che mette in guardia contro il consumo di grilli a causa della presenza di parassiti al loro interno.

Questo video proviene dal canale YAHZWILL YAHUDAH in poi Brighteon.com.

Altre storie correlate:

Cos’è quell’odore? Le multinazionali del Big Food stanno tranquillamente aggiungendo grilli e altri insetti nelle barrette, nei biscotti e negli snack.

Gli insetti commestibili potrebbero essere diretti nei supermercati del Regno Unito mentre si intensifica la spinta delle élite globali per sostituire la carne.

Gli accademici stanno cercando di “normalizzare” il consumo di insetti cuocendo biscotti con polvere di insetti macinata.

Pepsi sta ora sperimentando gli insetti macinati come fonte di proteine ​​per i suoi snack.

Il filmato di un allevamento di grilli in Canada evidenzia la spinta globalista a sostituire la carne con gli insetti.

Le fonti includono:

StrangeSounds.org

OliveOilTimes.com

WEForum.org

Brighteon.com



Source link

Lascia un commento

Leggi anche