0 3 minuti 1 settimana


POSTA DI GERUSALEMME: Il trattamento ha ridotto il rischio di ventilazione meccanica del 44%. I ricoveri in terapia intensiva sono diminuiti del 43% e la mortalità ospedaliera complessiva è diminuita del 47%.

L’aspirina da banco potrebbe proteggere i polmoni dei pazienti affetti da COVID-19 e ridurre al minimo la necessità di ventilazione meccanica, secondo un nuovo studio della George Washington University.

Il team ha studiato più di 400 pazienti COVID provenienti da ospedali negli Stati Uniti che stavano assumendo aspirina indipendentemente dalla loro malattia COVID e ha scoperto che il trattamento ha ridotto di quasi la metà il rischio di diversi parametri: raggiungimento della ventilazione meccanica del 44%, ricovero in terapia intensiva del 43% , e tutta la mortalità ospedaliera del 47%.

Quando abbiamo appreso del legame tra coaguli di sangue e COVID-19, sapevamo che l’aspirina – che viene utilizzata per prevenire ictus e infarti – potrebbe essere importante per i pazienti COVID-19 ”, dice il dott. Jonathan Chow del gruppo di studio. “La nostra ricerca ha trovato un legame tra l’aspirina a basso dosaggio e la minore gravità di COVID-19 e la morte”.

L’aspirina a basso dosaggio è un trattamento comune per chiunque abbia problemi di coagulazione del sangue o a rischio di ictus, inclusa la maggior parte delle persone che hanno avuto un infarto o un infarto del miocardio. Sebbene il coronavirus attacchi il sistema respiratorio, è stato collegato alla coagulazione dei piccoli vasi sanguigni, causando minuscoli blocchi nel sistema sanguigno dei polmoni, portando all’ARDS, la sindrome da distress respiratorio acuto.

I ricercatori israeliani sono giunti a risultati simili in uno studio preliminare presso il Barzilai Medical Center a marzo. Hanno scoperto che non solo l’aspirina previene la formazione di coaguli di sangue, ma ha anche benefici immunologici e che il gruppo che ha preso l’aspirina ha avuto un rischio inferiore del 29% di contrarre il virus.

“L’aspirina è poco costosa, prontamente disponibile ed è già utilizzata da milioni di persone per curare i loro problemi di salute”, ha detto Chow. “Scoprire questo collegamento è di grande beneficio per chiunque cerchi di ridurre il rischio di alcuni degli effetti più devastanti del COVID-19”.

Sebbene l’aspirina abbia un effetto significativo nella riduzione dei coaguli di sangue, può anche causare disturbi emorragici e ulcere allo stomaco e ha effetti collaterali dannosi nei pazienti per i quali il trattamento non è indicato. Va notato che nuovi trattamenti non dovrebbero mai essere avviati senza consultare un medico.



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *