0 5 minuti 2 settimane


Anderson Lee Aldrich, 22 anni, accusato di sparatoria di massa in un bar gay di Colorado Springs, non è binario, usa loro / loro pronomi ed è indirizzato da Mx. secondo una dichiarazione del tribunale di martedì sera da parte del suo avvocato. La sparatoria di massa al Club Q ha ucciso cinque persone e ferito 17 persone. Aldrich è stato accusato di cinque capi di imputazione per omicidio di primo grado e “crimine motivato da pregiudizi”.

Il Club Q presenta spettacoli di drag queen, inclusi spettacoli di drag queen per famiglie di tutte le età, che hanno spinto le figure dei media liberali ad incolpare l’attacco ai giornalisti conservatori che hanno denunciato la sessualizzazione dei bambini durante gli spettacoli di drag e il targeting di minori per interventi chirurgici e farmaci trans

Il giornalista del New York Times Nicholas Bogel-Burroughs ha pubblicato su Twitter: “Nella nuova dichiarazione in tribunale, i difensori pubblici del sospettato della sparatoria di massa in un club gay del Colorado che ha provocato la morte di 5 persone affermano che il loro cliente non è binario e che” usano loro/loro pronomi.” Gli avvocati si riferiscono al loro cliente come Mx. Anderson Aldrich.»

DI TENDENZA: ROTTURA: “CI VEDIAMO IN CORTE” – Il candidato del procuratore generale dell’Arizona Abe Hamadeh presenta la PRIMA causa contro le elezioni truccate del 2022 in Arizona

Aldrisch lo era dimesso dall’ospedale martedì dopo essere stato ferito dai clienti che lo hanno picchiato fino alla sottomissione per fermare l’attacco. Aldrich è detenuto nella prigione della contea di El Paso. Mercoledì mattina è prevista l’udienza a distanza.

L’anno scorso Aldrich è stato arrestato ma non perseguito per aver minacciato una bomba contro sua madre.

I resoconti dei media di martedì scorso riferiscono che Aldrich ha cambiato il suo nome da adolescente a causa del bullismo (via Estratto di notizie della CBS):

Il sospettato della sparatoria di massa di 22 persone in un nightclub gay del Colorado ha cercato di cambiare il suo nome più di sei anni fa, secondo i registri pubblici. La richiesta è arrivata mesi dopo che apparentemente era stato preso di mira dal bullismo online.

Anderson Lee Aldrich, 22 anni, accusato di omicidio e crimini d’odio, era noto come Nicholas Brink fino al 2016. Poco prima del suo sedicesimo compleanno, ha presentato una petizione a un tribunale del Texas per cambiare il suo nome, mostrano i documenti.

I documenti del tribunale online non offrivano alcuna ragione ufficiale per il cambio di nome, che è stato riportato per la prima volta dal Washington Post. I documenti sono stati firmati dai suoi nonni, ha detto il Post.

Mesi prima, quando aveva 15 anni, un sito web con foto di Brink lo ha preso di mira con il ridicolo, ha riferito The Post. Inoltre, è stato aperto un account YouTube a suo nome che includeva un’animazione intitolata “L’omosessuale asiatico viene molestato”.

La petizione per il cambio di nome è stata depositata successivamente nella contea di Bexar, in Texas, come mostrano i documenti.

Il motivo della sparatoria di sabato che ha provocato cinque morti al Club Q di Colorado Springs era ancora oggetto di indagine.

…Un funzionario delle forze dell’ordine ha detto che il sospettato ha usato un’arma semiautomatica in stile AR-15. Sono stati recuperati anche una pistola e altri caricatori di munizioni. Il funzionario non ha potuto discutere pubblicamente i dettagli dell’indagine e ha parlato con l’AP in condizione di anonimato.

Video ad anello di Aldrich che si arrende alla polizia per il caso di minaccia di bomba del 2021.





Source link

Lascia un commento

Leggi anche