0 5 minuti 2 settimane



Immagine: studio del MIT: la Terra può regolare, stabilizzare la propria temperatura

(Natural News) Uno studio del Istituto di Tecnologia del Massachussetts (MIT) ha scoperto che la Terra è in grado di regolare e stabilizzare la sua temperatura su vaste scale temporali e anche dopo drammatici cambiamenti climatici.

Lo studio del 16 novembre pubblicato su I progressi della scienza elaborato sul “sistema di feedback stabilizzante” del pianeta, che ha consentito l’esistenza di diverse forme di vita negli ultimi 3,7 miliardi di anni circa. Sebbene questo feedback fosse stato ipotizzato in precedenza, lo studio ora funge da prova primaria dell’esistenza di questo sistema.

“Hai un pianeta il cui clima è stato sottoposto a così tanti drammatici cambiamenti esterni”, ha detto il climatologo del MIT e coautore dello studio Constantin Arnscheidt. “Perché la vita è sopravvissuta per tutto questo tempo? Un argomento è che abbiamo bisogno di una sorta di meccanismo di stabilizzazione per mantenere le temperature adatte alla vita. Ma non è mai stato dimostrato dai dati che un tale meccanismo abbia costantemente controllato il clima della Terra».

Per dimostrare questa tesi, Arnscheidt e il suo coautore Daniel Rothman hanno studiato i dati paleoclimatici esistenti raccolti negli ultimi 66 milioni di anni. Hanno applicato modelli matematici per determinare se le oscillazioni delle temperature medie della Terra potrebbero essere limitate da uno o più fattori.

I ricercatori del MIT ritengono che l’erosione dei silicati sia un meccanismo critico nel modo in cui la Terra regola la sua temperatura. Poiché le rocce silicatiche resistono e si corrodono nel tempo, gli strati più profondi di minerali sono costantemente esposti all’atmosfera. Le reazioni chimiche con i silicati estraggono l’anidride carbonica dall’atmosfera e la intrappolano nelle rocce e nei sedimenti oceanici.

Brighteon.TV

Tassi più elevati di anidride carbonica che entra nell’atmosfera accumulano attività di alterazione degli agenti atmosferici, aumentando il volume di silicati esposti che, a sua volta, estrae più gas serra dall’atmosfera, prevenendo l’erosione futura.

Come previsto, i tempi di stabilizzazione della temperatura corrispondono ai tempi di lavoro dell’erosione dei silicati, che arriva fino a circa 400.000 anni. Le prove lasciate da fossili e carote di ghiaccio indicano che questo disfacimento sta effettivamente tenendo sotto controllo le temperature.

“In un certo senso, è come se la tua macchina stesse accelerando lungo la strada e quando freni, scivoli a lungo prima di fermarti. C’è un lasso di tempo in cui la resistenza di attrito, o un feedback stabilizzante, entra in gioco, quando il sistema ritorna a uno stato stazionario”, disse Rothmann.

Il feedback stabilizzante della Terra annulla il riscaldamento globale

I risultati sono i primi a utilizzare dati reali per verificare l’esistenza di un feedback stabilizzante. Questo feedback stabilizzante aiuterebbe a spiegare come la Terra sia rimasta abitabile attraverso drammatici cambiamenti climatici nel passato geologico.

“Da un lato, è positivo perché sappiamo che il riscaldamento globale di oggi alla fine verrà annullato attraverso questo feedback stabilizzante. Ma d’altra parte, ci vorranno centinaia di migliaia di anni per accadere, quindi non abbastanza velocemente per risolvere i nostri problemi attuali”, ha detto Arnscheidt. (Correlato: la teoria dell’aumento annuale della temperatura terrestre a causa del cambiamento climatico è ora completamente SBAGLIATA.)

Senza feedback stabilizzanti, le fluttuazioni della temperatura globale dovrebbero evolversi nel tempo. Ma l’indagine del team ha rivelato un sistema in cui le fluttuazioni non si sono sviluppate, indicando che un meccanismo di stabilizzazione ha dominato il clima prima che le fluttuazioni diventassero troppo estreme. La scala temporale di questo effetto stabilizzante – centinaia di migliaia di anni – corrisponde a quanto previsto dagli scienziati per l’erosione dei silicati.

Inoltre, lo studio di Arnscheidt e Rothman smentisce le affermazioni avanzate da allarmisti climatici come l’attivista Greta Thunberg, l’ex vicepresidente Al Gore e il co-fondatore di Microsoft Bill Gates. La pubblicazione dello studio è arrivata in mezzo a un video trapelato di Gates che rivela che il movimento per l’energia pulita è una truffa per promuovere ulteriormente gli interessi delle élite globali.

Segui ClimateScienceNews.com per ulteriori studi che sfatano la narrativa del riscaldamento globale.

Guarda questo video che espone i dati sulla temperatura del riscaldamento globale come frode scientifica.

Altre storie correlate:

I livelli di anidride carbonica non hanno nulla a che fare con le temperature globali, affermano i migliori scienziati.

A causa dei cambiamenti nei cicli solari, la Terra potrebbe entrare in un periodo di RAFFREDDAMENTO GLOBALE, avvertono gli scienziati.

TUTTI i modelli climatici ufficiali prevedono in modo radicalmente eccessivo il riscaldamento, rivela l’analisi.

Le fonti includono:

NewsPunch.com

Science.org

News.MIT.edu

Brighteon.com



Source link

Lascia un commento

Leggi anche