0 5 minuti 4 giorni


Di Peter A McCullough, MD, MPH

Perché le persone non vaccinate sono preoccupate per il contatto ravvicinato con le persone vaccinate COVID-19.

Una delle domande più comuni che mi vengono poste dalle persone non vaccinate riguarda le preoccupazioni sullo spargimento. Poiché i vaccini a mRNA sono in fase di sviluppo da parte del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti DARPA dal 2011, ci si potrebbe aspettare che tutti i test preclinici richiesti sarebbero stati completati prima dell’annuncio dell’Operazione Warp Speed. Le linee guida della FDA 2015 sugli studi sulla consegna di prodotti genici riguardano la terapia genica, che è definita come “qualsiasi prodotto che esercita il suo effetto mediante trascrizione e/o traduzione di materiale genetico trasferito e/o mediante integrazione nel genoma dell’ospite ed è espresso in essere somministrato in sotto forma di acidi nucleici, virus o microrganismi geneticamente modificati”. [Nach dieser Aussage sind mRNA-Impfstoffe in der Tat gentherapeutische Produkte und hätten schon vor langer Zeit von DARPA-finanzierten Forschern diesen Ausscheidungsstudien unterzogen werden müssen[ii].

Sfortunatamente, queste scrupolose fasi di sviluppo sono state saltate dall’inizio nel nostro programma di sviluppo del vaccino di orientamento militare, e ora il pubblico deve affrontare il problema dell’eliminazione dell’acido nucleico e della proteina spike, che rappresenta un potenziale problema per coloro che hanno lavorato così duramente per rimanere sani di mente e stare liberi dalle vaccinazioni COVID-19.

Nel lavoro più completo sulla perdita fino ad oggi, l’ex ricercatore Inserm Dr. Helene Banoun ha pubblicato la base secondo cui è probabile che l’mRNA, sia su nanoparticelle lipidiche che all’interno di esosomi, circoli nel sangue e venga secreto in qualsiasi secrezione corporea che ci si aspetterebbe naturalmente di contenere particelle di queste dimensioni.[iii]

Fatto et al. hanno dimostrato che l’mRNA circola nel sangue per almeno due settimane senza diminuire di concentrazione fino a quel momento.[iv] Allo stesso modo, Hanna et al. mRNA trovato nel latte materno.[v] Ci sono meno dati sulla secrezione della proteina spike, ma non è inverosimile presumere che questo rientri nel regno della realtà.

Le domande chiave sono: 1) Per quanto tempo una persona vaccinata di recente rischia di diffondere il virus ad altri? 2) L’mRNA secreto può essere assorbito dal ricevente e produrre proteina spike proprio come una vaccinazione? 3) La proteina spike secreta può causare malattie come nei vaccinati (ad es. miocardite, coaguli di sangue, ecc.)?

È tempo che i fallimenti di DOD BARDA e NIH BARDA vengano prontamente corretti da queste agenzie che finanziano i necessari studi indipendenti sulla clearance delle proteine ​​​​del picco per garantire la sicurezza pubblica di coloro che ricevono saggiamente il vaccino COVID-19 che hanno rimandato. Questa ricerca dovrebbe preferibilmente essere condotta mentre i prodotti attuali vengono messi in pausa e ritirati dal mercato per proteggere altri soggetti vulnerabili. Fino ad allora, semplicemente non possiamo rispondere a queste domande per coloro che hanno sacrificato così tanto per rimanere “purosangue”.

Fonti:

[i] Progettazione e analisi di studi sulla diffusione di terapie geniche basate su virus o batteri e linee guida sui prodotti oncolitici per l’industria AGOSTO 2015

[ii] Il Dipartimento della Difesa guida la vaccinazione di massa mentre la FDA e le aziende produttrici di vaccini non sono in grado di fermarla di Dr. Peter McCullough | 8 novembre 2022 | sanitario, militare, politico,

[iii] Stato attuale delle conoscenze sull’escrezione di mRNA e spike prodotti dai vaccini mRNA anti-COVID-19; possibilità di contaminazione dell’entourage delle persone vaccinate da questi prodotti da Helene Banoun Infectious Diseases Research 2022;3(4):22. https://doi.org/10.53388/IDR20221125022

[iv] Done TE, Chitoiu L, Marta DS, Ionescu VS, Cismasasiu VB, Radu E, Angheluta G, Dobre M, Serbanescu A, Hinescu ME, Gherghiceanu M. L’mRNA del vaccino può essere rilevato nel sangue a 15 giorni dalla vaccinazione. Biomedicine. 28 giugno 2022;10(7):1538. doi: 10.3390/biomedicines10071538. PMID: 35884842; PMCID: PMC9313234.

[v] Hanna N, Heffes-Doon A, Lin X, et al. Rilevazione di vaccini a RNA messaggero COVID-19 nel latte materno umano. JAMA Pediatr. Pubblicato online il 26 settembre 2022. doi:10.1001/jamapediatrics.2022.3581



Source link

Lascia un commento

Leggi anche