0 3 minuti 2 giorni


Giovedì il parlamento russo ha approvato una legge che vieta qualsiasi dimostrazione pubblica dello stile di vita e del comportamento LGBTQ e amplia il divieto di “propaganda LGBT”.

Secondo il Guardian, la legge criminalizza qualsiasi tentativo di promuovere “rapporti sessuali non tradizionali” nei film, online, nelle pubblicità o in pubblico.

È un emendamento a una legge del 2013 utilizzata per incarcerare gli attivisti per i diritti LGBT che vietava la “pubblicità di rapporti sessuali non tradizionali” tra i minori.

“Oggi un tale divieto (propaganda di rapporti sessuali non tradizionali) si applica esclusivamente ai bambini. Naturalmente, questo non è sufficiente”, ha affermato Alexander Khinshtein, presidente del comitato di informazione della Duma di Stato.

“Proponiamo di estendere il divieto di tale propaganda su tutta la linea, indipendentemente dall’età del pubblico (offline, nei media, su Internet, sui social network e nei cinema online)”, ha aggiunto.

“Stabiliremo una responsabilità separata, ancora più rigorosa per la promozione della pedofilia [und] Vietare la diffusione della propaganda tra i bambini, ma anche qualsiasi altra informazione che mostri rapporti sessuali non tradizionali e perversioni”, ha scritto Khinshtein in un messaggio sul suo Canale Telegram.

Coloro che sono coinvolti nella “propaganda LGBTQ” saranno multati fino a $ 6.000 (o 400.000 rubli). Le aziende o altre organizzazioni legali possono essere multate fino a $ 82.100 (5 milioni di rubli).

I non cittadini possono essere detenuti fino a 15 giorni o espulsi dal paese.

I Guardiani segnalato:

Il presidente russo Vladimir Putin dovrebbe firmare la legge nei prossimi giorni.

Dall’inizio della guerra in Ucraina, il Cremlino ha compiuto rinnovati sforzi per promuovere i “valori tradizionali”, con il leader russo che ha fatto della retorica anti-gay una pietra angolare della sua agenda politica.

In un recente discorso, Putin ha accusato l’Occidente di andare “verso il satanismo aperto”, citando l’esempio della promozione dei diritti dei gay e dei transgender in Europa.

Alexander Khinshtein, un anziano legislatore e uno dei redattori del disegno di legge, ha affermato che la guerra in Ucraina ha dato “un nuovo significato” alla proposta di legge anti-LGBTQ+.

“L’operazione militare speciale si svolge non solo sul campo di battaglia, ma anche nelle menti e nelle anime delle persone”, ha detto Khinshtein, riferendosi al conflitto in Ucraina.



Source link

Lascia un commento

Leggi anche