0 6 minuti 1 settimana

SOSTIENICI CON UNA  DONAZIONE LIBERA SU

Sostienici


Immagine: rapporto interno della FEMA: la rete elettrica statunitense potrebbe non essere in grado di gestire una tempesta solare

(Notizie naturali) I documenti di rapporto interni della Federal Emergency Management Agency (FEMA) ottenuti attraverso una richiesta del Freedom of Information Act hanno rivelato che la rete elettrica statunitense potrebbe non essere in grado di gestire una tempesta solare.

Il verificarsi di un brillamento solare che può spazzare via la rete elettrica per circa un decennio non è lontano dall’essere possibile a causa della pletora di invenzioni tecnologiche avanzate che hanno un impatto sul clima spaziale.

Inoltre, gran parte della rete elettrica statunitense si basa ancora sulla tecnologia degli anni ’60 e ’70. Secondo il Dipartimento di Energiail 70 percento delle linee di trasmissione ha più di 30 anni e l’età media dei grandi trasformatori di potenza, che gestiscono il 90 percento del flusso di elettricità in tutta l’America, è di oltre 45 anni.

“Ciò ha causato interruzioni tra il 2015 e il 2020 che sono state in media 9.656 all’anno, più del doppio della media di 4.609 durante il periodo di sei anni precedente”, il Sopravvivenza fuori rete sito web ha detto in uno dei suoi blog.

Nel 1859, il mondo fu colpito da un massiccio brillamento solare a espulsione di massa coronale (CME), proprio mentre il mondo iniziò a dipendere dall’elettricità. Si chiamava Evento Carrington.

Quel CME è stato davvero intenso da poter essere visto ad occhio nudo e sistemi telegrafici gravemente danneggiati a livello globale.

Il documento declassificato della FEMA affermava: “Una ripetizione dell’evento Carrington potrebbe essere catastrofica, ma la FEMA può mantenere una certa misura di comando, controllo e comunicazioni durante e dopo l’evento con le capacità esistenti”.

Tuttavia, gli analisti dubitano sinceramente che l’agenzia federale sarebbe in grado di gestire e controllare facilmente la situazione. Gli scienziati della National Aeronautics and Space Administration (NASA) affermano che un colpo diretto di ECM avrebbe un grande impatto sulle nostre infrastrutture critiche e potrebbe costare circa due trilioni di dollari di danni nel suo primo anno.

Brighteon.TV

Anche lo stesso rapporto di 36 pagine della FEMA affermava che il recupero completo potrebbe richiedere fino a 10 anni e che anche i successi su scala più piccola “potrebbero causare il collasso della rete elettrica su larga scala”.

Il documento ha inoltre avvertito che Internet, TV via cavo, telefono e servizi cellulari sarebbero stati tutti chiusi.

“Man mano che queste torri perdono energia, ampie porzioni della rete cellulare inizieranno a non funzionare. È più probabile che le aree suburbane urbane e popolate abbiano torri cellulari con generatore di riserva con riserve di carburante che vanno da uno a sette giorni, a seconda della posizione e del proprietario dell’attrezzatura”, afferma il rapporto.

Le reti elettriche si basano su trasformatori ad altissima tensione (EHV) per la trasmissione di potenza. Nel caso in cui si verifichi una tempesta geomagnetica estrema, i 350 trasformatori EHV statunitensi disponibili supereranno i livelli in cui il trasformatore è a rischio di danni irreparabili.

“Questi apparati multi-ton generalmente non possono essere riparati sul campo e, se danneggiati in questo modo, devono essere sostituiti con nuove unità, che hanno tempi di produzione di 12 mesi o più”, Sopravvivenza fuori rete sottolineato.

Suggerimenti per la sopravvivenza durante l’arresto a lungo termine della rete elettrica

Che la FEMA lo ammetta o meno, c’è una grande possibilità che i suoi piani di emergenza falliscano. La cosa migliore che le persone possono fare è prepararsi. (Correlati: suggerimenti per prepararsi a un guasto alla rete elettrica nazionale.)

In un post separato, Sopravvivenza fuori rete ha suggerito che il primo passo è rendersi conto che il governo non è di grande aiuto durante un disastro a lungo termine.

Quindi, le persone devono rifornirsi di cibo e acqua, apprendere abilità per proteggere se stesse e le loro famiglie dal caos e allontanarsi il più possibile dalle aree urbane altamente popolate.

Le munizioni di riserva possono anche essere un’importante misura di autodifesa negli eventi SHTF. È importante anche una fonte di alimentazione aggiuntiva che possa farti guadagnare un po’ di tempo per fare le valigie e prepararti a partire.

Anche l’acquisto di una proprietà rurale bug-out o di un camper con pannelli solari può essere un buon investimento e una misura di preparazione.

Visita Preparedness.news per ulteriori articoli sulla preparazione per le interruzioni di corrente a livello nazionale.

Guarda il video qui sotto che parla di quanto sia stato orribile l’evento Carrington.

Questo video è dal canale Prisoner in poi Brighteon.com.

Altre storie correlate:

12 cose di cui hai bisogno per sopravvivere a un crollo della rete elettrica

L’energia eolica fallisce in Texas quando la rete elettrica è sull’orlo del collasso.

La carenza di energia elettrica è in arrivo, avvertono gli operatori della rete elettrica.

Una guida per la sopravvivenza a un attacco alla rete elettrica.

Le fonti includono:

GovernmentAttico.org

OffGridSurvival.com 1

OffGridSurvival.com 2

Brighteon.com



Source link

Lascia un commento

Leggi anche