0 5 minuti 4 giorni


Secondo a rapporto dal Washington Examiner, senatore repubblicano Bill Cassidy giovedì proporrà una nuova legislazione che riterrebbe responsabili i futuri leaker della Corte Suprema con una multa di $ 10.000 e 10 anni di carcere per aver rilasciato informazioni su decisioni pendenti.

La mossa arriva in risposta a quella del mese scorso progetto di parere trapelato che sembra mostrare che la Corte Suprema rovescerà Roe v. Wade.

Cassidy ha detto al Washington Examiner che se la legislazione, intitolata Stop Supreme Court Leakers Act del 2022, diventasse legge, non sarebbe in grado di incarcerare o multare chiunque sia responsabile della divulgazione del progetto di parere di Dobbs contro Jackson Women’s Health Organization.

Tuttavia, Cassidy ha notato che potrebbe essere utilizzato per confiscare tutti i possibili profitti ricevuti dalla persona o dalle persone che hanno fatto trapelare la bozza.

TENDENZA: “Questo livello di disconnessione dagli elettori è pericoloso” – DA VEDERE: Tucker Carlson distrugge i legislatori repubblicani di Dirtbag per aver spinto l’agenda radicale di Joe Biden –

“C’è una parte lì dentro che si impossessa del profitto derivante dal crimine. Quindi la persona che vuole fare un affare di libri in cui trarrà profitto da ciò che ha fatto, ne risentirebbe”, ha detto Cassidy. Ha chiarito ai giornalisti che qualsiasi contributo mediatico o impegno di intervento a pagamento derivante da una fuga di notizie rientrerebbe nella stessa categoria.

“Chiunque abbia fatto trapelare questa bozza di parere e tutti i futuri leaker devono affrontare le conseguenze dei danni che provocano”, ha detto Cassidy.

Il recente attentato alla Giustizia Brett Kavanaugh è una delle ragioni per cui il Senato deve agire su questa proposta di legge.

Il sospettareNicholas Roske, 26 anni, ha affermato che la bozza di parere trapelata su Roe V Wade è stata un elemento critico nella sua decisione di attentare alla vita di Kavanaugh.

“Il tentato omicidio di un giudice in carica della Corte Suprema degli Stati Uniti è stato il risultato diretto della fuga di notizie pericolosa e senza precedenti. Mentre i media mainstream possono ignorare questa storia orribile che prende di mira una giustizia conservatrice, il popolo americano vuole che il leaker sia ritenuto responsabile”, ha detto Cassidy.

senatore repubblicano Marco Rubio ha appoggiato la legislazione, affermando che “non dovresti ricevere un distintivo d’onore o una ricompensa finanziaria” per la divulgazione di documenti che riguardano i diritti e la sicurezza nazionali e che “dovresti affrontare gravi sanzioni” a seguito di tale azione.

Secondo Cassidy, il disegno di legge è sostenuto anche dal senatore repubblicano Cindy Hyde Smith. Hyde Smith disse che crede che la fuga di notizie sia stata “fatta per intimidire i giudici e influenzare l’esito dei casi”.

Il Senato ha approvato una recente misura per estendere la sicurezza dettaglio per le famiglie dei giudici della Corte Suprema con appoggio bipartisan. Tuttavia, la proposta di legge di Cassidy non ha ricevuto il sostegno dei legislatori in tutto il corridoio del Senato a guida democratica.

La fuga di notizie ha creato problemi di sicurezza e i legislatori hanno discusso le azioni per frenare il verificarsi di tali eventi in futuro. Per ora Washington è in massima allerta in attesa della sentenza definitiva della Corte Suprema già giovedì.

IMPARENTATO: BREAKING: Il procuratore per crimini sessuali Rachel Mitchell ESONE COMPLETAMENTE il giudice Kavanaugh nel NUOVO RAPPORTO!

Mentre le proteste in tutto il paese sono state in gran parte pacifiche, le forze dell’ordine nella capitale della nazione lo hanno fatto preparati per potenziali rischi per la sicurezza. Recentemente, una recinzione alta 8 piedi è stata installata attorno a parti dell’edificio della Corte Suprema e le squadre hanno installato barriere di cemento Jersey che bloccano la strada davanti al tribunale.



Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

Let's go Brandon Anti Biden Trump T-shirt

VISITA ORA



Source link

Lascia un commento

Leggi anche