0 6 minuti 6 giorni

SOSTIENICI CON UNA DONAZIONE LIBERA SU TIPEEE



Immagine: collasso energetico: la prima simulazione di blackout nel distretto tedesco prevede 400 morti in 96 ore

(Natural News) Una simulazione di blackout condotta in un distretto tedesco ha mostrato che 400 morti potrebbero verificarsi in un arco di soli tre giorni. La simulazione ha evidenziato i pericoli di un peggioramento del collasso energetico, la salva iniziale di cui la Germania ha dovuto far fronte.

Il distretto occidentale di Rheingau-Taunus è diventato il primo di 401 distretti e distretti urbani tedeschi a subire una simulazione, condotta da una società specializzata della capitale Berlino. Oltre alla simulazione, viene condotta anche un’indagine sulle minacce che potrebbero verificarsi in caso di blackout per consentire alle amministrazioni locali di prepararsi all’eventuale contingenza.

Sulla base della simulazione, Rheingau-Taunus avrebbe dovuto riportare circa 400 morti entro 96 ore. I serbatoi d’acqua si asciugherebbero, le sottostazioni si guasterebbero e il bestiame morirebbe dopo 24 ore. Presto sarebbero seguiti saccheggi, incendi e perdite economiche per centinaia di milioni.

Christian Rossel, ispettore dei vigili del fuoco del distretto, ha affermato di ritenere che la possibilità di un blackout sia molto più probabile della mancanza di gas. Anche se le persone non fossero preparate alla mancanza di flussi di gas naturale, non avrebbero risultati sorprendenti, ha aggiunto.

Secondo Rossel, Rheingau-Taunus assicurerà che l’amministrazione e la protezione civile opereranno in modo che il supporto di emergenza possa essere organizzato. Tuttavia, ciò richiederà elettricità che i server e i sistemi di comunicazione supportati da satellite per i team di gestione delle crisi possono utilizzare. Attualmente, il generatore di emergenza del distretto può funzionare ininterrottamente per 16 ore.

In definitiva, Rossel ha avvertito che il distretto non poteva garantire l’alimentazione. Ha consigliato ai residenti di Rheingau-Taunus di fare scorta di cibo e acqua potabile per due settimane.

Brighteon.TV

Facendo eco ai sentimenti di Rossel, l’Associazione tedesca delle città e dei comuni (DStGB) ha lanciato l’allarme e ha avvertito di un probabile sovraccarico della rete elettrica tedesca. (Correlati: la Germania si prepara al razionamento dell’elettricità per stabilizzare la rete elettrica verde.)

“C’è il rischio di un blackout”, ha affermato l’amministratore delegato di DStGB Gerd Landsberg, che ha anche detto al settimanale tedesco Welt am Sonntag che gli scenari logici sono sia attacchi di hacker che “un sovraccarico della rete elettrica”.

Il capo del DStGB ha anche affermato che il governo federale ha riconosciuto la situazione, ma non sta reagendo come dovrebbe.

“Poi non c’è acqua, non puoi fare il pieno, dopo due giorni non puoi più caricare il cellulare. Non siamo in alcun modo preparati per uno scenario del genere”, ha lamentato Landsberg. Il capo del DStGB ha aggiunto che ogni cittadino deve essere consapevole di ciò che accade quando non c’è elettricità.

Prima viene l’energia, poi l’economia

Il blackout non è più una storia di terrore di minacciosi teorici della cospirazione. Le autorità ora riconoscono che la crisi è vera, anche se nascondono il fatto che è autoctona e il risultato delle loro stesse politiche disastrose. In definitiva, il crollo energetico della Germania può essere attribuito a politiche basate sulle convinzioni e decenni di abbandono di infrastrutture cruciali.

Una volta che la rete elettrica crollerà, l’economia seguirà sicuramente poiché la mancanza di fornitura di energia disponibile ostacola le operazioni delle aziende.

Il gigante finanziario JP Morgan ha già pianificato di tornare nel Regno Unito in mezzo al crollo energetico della Germania. La società ha precedentemente lasciato Londra per operare a Francoforte a causa della Brexit. A parte questo, il Mail giornaliera ha affermato che JP Morgan sta valutando piani di emergenza per garantire che le operazioni aziendali continuino a funzionare senza intoppi.

Un’opzione è dire ai dipendenti di lavorare da casa, nel tentativo di ridurre il consumo energetico dell’azienda. Questa potrebbe essere la prima opzione sul tavolo se la carenza di energia paralizza l’Europa. Un’altra opzione sarebbe quella di alimentare i suoi generatori diesel a Francoforte, che possono alimentare gli uffici di JP Morgan per giorni nel caso in cui la rete si interrompesse.

Tuttavia, una fonte interna ha osservato che queste opzioni devono ancora essere implementate.

“Ci vorrebbe una tempesta perfetta di un arresto completo della fornitura di gas russa, nessuna riduzione del consumo di gas e poche fonti alternative di gas prima che abbia un impatto reale sulla nostra attività”, ha affermato la fonte.

Segui Power.news per ulteriori notizie sugli imminenti blackout in Europa.

Guarda il video qui sotto per sapere perché l’Europa si sta dirigendo verso un completo blackout invernale.

Questo video è dal canale High Hopes in poi Brighteon.com.

Altre storie correlate:

La rete elettrica del Texas era a “secondi e minuti” di distanza da mesi di blackout totale.

Rischio di blackout in California: ai proprietari di veicoli elettrici è stato detto di evitare di caricare i loro veicoli o la rete elettrica potrebbe crollare.

La carenza di energia elettrica è in arrivo, avvertono gli operatori della rete elettrica.

Incombe il collasso della rete elettrica: la siccità costringe a tagli drastici alla produzione di energia idroelettrica.

INIZIA IL RAZIONAMENTO ENERGETICO: la Germania attua un programma di razionamento energetico tra i timori di carenza di gas e rivolte.

Le fonti includono:

FreeWestMedia.com

DailyMail.co.uk

Brighteon.com



Source link

Lascia un commento

Leggi anche