0 3 minuti 11 mesi

SOSTIENICI CON UNA  DONAZIONE LIBERA SU

Sostienici

La polizia in Australia sta spingendo affinché il governo dichiari zone interdette al volo sui siti delle proteste di massa per scoraggiare più persone dall’insorgere e unirsi a quelle già in strada infuriate contro la tirannia medica imposta al paese.

Gideon Rozner, direttore della politica presso l’Institute of Public Affairs di Melbourne, ha documentato i dettagli a Tucker Carlson.

“Il fatto è che il coronavirus ha completamente cambiato il rapporto tra governo e cittadinanza in questo Paese. Ha sopraffatto ogni controllo ed equilibrio nel nostro sistema”, ha esortato Rozner.

“Questa è un’era radicalmente nuova che abbiamo visto in Australia”, ha continuato, aggiungendo “La polizia nel mio stato natale di Victoria ha chiesto alla Federal Civil Aviation Authority di dichiarare una no-fly zone su Melbourne in modo che i media commerciali non potessero filmare le proteste nel caso in cui le persone vedessero quanto erano grandi e scendessero e si unissero a loro”.

“Questo è un passo straordinario per il governo”, ha dichiarato Rozner, aggiungendo “La polizia che censura i media radiotelevisivi? Ed è stato nel complesso accettato”.

Orologio:

Melbourne è stata scossa da proteste indisciplinate dall’inizio della scorsa settimana dopo che un sindacato dei lavoratori edili ha chiesto ai dipendenti di ottenere il colpo o di perdere il lavoro.

Come abbiamo evidenziato in precedenza, gli australiani che la polizia semplicemente sospetta possano aver intenzione di partecipare a una protesta contro la tirannia anti-COVID vengono intimiditi con visite a domicilio.

Ci sono anche rapporti secondo cui Facebook sta bloccando gli australiani dal live streaming durante le proteste:

Inoltre, le autorità del New South Wales sono minacciando di incarcerare gli australiani che non mostrano un pass di vaccinazione COVID-19 quando entrano in attività.

Tuttavia, l’applicazione di un tale sistema può essere problematica, come ha affermato il commissario di polizia del New South Wales affermato di recente che i suoi ufficiali non avrebbero controllato le carte mediche.

“Il ruolo della polizia in termini di passaporti vaccinali, non passeremo per ristoranti, caffè e pub per controllare se le persone sono state vaccinate due volte”, ha affermato Mick Fuller.

Nel frattempo, il capo della sanità del New South Wales, il dottor Kerry Chant, si è recentemente lasciato sfuggire che le misure di blocco del COVID rimarranno in vigore anche se le persone assumono il vaccino.

L’Australia non può più essere considerata un paese libero:

———————————————————————————————————————

METTERE IN GUARDIA! Nell’era della censura di massa della Silicon Valley È fondamentale rimanere in contatto.

Abbiamo bisogno che ti iscrivi alla nostra newsletter gratuita qui.

Sostieni il nostro sponsor – Turbo Forza – una spinta sovralimentata di energia pulita senza il crollo.

Inoltre, abbiamo urgente bisogno del tuo supporto finanziario qui. ———————————————————————————————————————



Source link

Lascia un commento

Leggi anche