0 4 minuti 1 mese


La Nuova Zelanda ha registrato il più alto numero di contagi giornalieri di Covid-19 con appena 100 nuovi casi locali, nonostante oltre l’80% dei cittadini abbia avuto almeno una dose di vaccino. I funzionari hanno attribuito il picco ai trasgressori.

Le restanti speranze della nazione di raggiungere lo “zero Covid” non hanno mostrato alcun segno di avvicinarsi alla realtà, poiché martedì si sono verificati 94 nuovi contagi da coronavirus. L’ultima cifra annunciata dai funzionari sanitari della Nuova Zelanda è un record assoluto dopo un precedente massimo di 89 casi in un solo giorno, che si è verificato due volte prima della pandemia. La maggior parte dei nuovi casi è stata rilevata ad Auckland, la città più grande dell’isola per popolazione, sebbene sette si trovassero nel distretto di Waikato, a circa 110 km (68 miglia) a sud della metropoli.

Affrontando l’ondata di casi, il primo ministro Jacinda Ardern ha suggerito che coloro che sono in conflitto con le regole di blocco in corso di Auckland – che sono in vigore da circa due mesi – stanno aiutando a guidare le nuove infezioni e ha insistito sul fatto che il paese non è “impotente” per affrontare l’emergenza sanitaria.

Ancora una volta la sinistra dimostra quanto siano intolleranti mentre inseguono i patrioti con cui non sono d’accordo dal mangiare al loro ristorante.

“So che gli alti e bassi dei casi sono incredibilmente duri per le persone, in particolare per quelle di Tamaki Makaurau”, disse il Primo Ministro, usando un nome indigeno per Auckland. “Volevo solo ribadire ancora una volta che non siamo impotenti. Abbiamo la capacità di mantenere i casi il più bassi possibile”.

Il nuovo picco arriva nonostante un tasso di immunizzazione relativamente alto nel paese. Secondo i funzionari sanitari, almeno l’85% della popolazione ha ricevuto la prima dose di vaccino, con il 67% completamente vaccinato. Quasi 130.000 colpi sono stati effettuati durante l’evento nazionale “Super Saturday Vaxathon” di sabato, incluse 91.000 seconde dosi. Il record precedente per la vaccinazione in un solo giorno era di poco più di 93.000 iniezioni. Il paese ha una popolazione totale di circa cinque milioni, con Auckland che ospita 1.66 milioni di persone.

La nazione isolata del Pacifico ha a lungo tenuto a bada la malattia con quarantene, blocchi improvvisi e rapida identificazione delle trasmissioni locali attraverso la tracciabilità dei contatti e test di massa. Ma due settimane fa, Ardern ha annunciato che la strategia non era più fattibile a causa della variante Delta più infettiva del virus SARS-CoV-19. Ha assicurato al pubblico che questo non era motivo di grave preoccupazione, dal momento che i vaccini efficaci erano ampiamente disponibili.

La Nuova Zelanda ha fissato un obiettivo di tasso di vaccinazione del 90% tra le persone di età superiore ai 12 anni per ridurre ulteriormente le misure di blocco. Alcune persone temono che la decisione di riaprire parzialmente questo mese sia stata presa prematuramente e che il sistema sanitario nazionale potrebbe non essere pronto per un’ondata di infezioni.

Scopri tutto di te con il test del DNA più completo

Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche