0 4 minuti 5 mesi


A meno che un giudice non blocchi il disegno di legge, New York sarà la prima città degli Stati Uniti ad autorizzare i non cittadini

I newyorkesi non cittadini che vivono in città da almeno un mese possono votare legalmente alle elezioni cittadine a partire dal prossimo anno, secondo un disegno di legge che è diventato legge grazie all’inerzia del sindaco domenica. Adams, pur esprimendo riserve su alcuni aspetti del disegno di legge, non ha scelto di porre il veto o di impugnarlo in altro modo, consentendo all’approvazione della legge da parte del Consiglio comunale di tenersi dopo quello che ha definito “dialogo produttivo” con altri nel governo della città.

Mentre ci sono più di una dozzina di comunità negli Stati Uniti che consentono ai non cittadini di votare, New York – con più di 800.000 non cittadini che chiamano la città (almeno una casa temporanea) – è di gran lunga la più popolosa a superare tale misurare. Undici città nel Maryland e due nel Vermont hanno fatto lo stesso, ma la loro popolazione rappresenta solo una frazione della più grande area urbana del paese.

Secondo quanto riferito, i non cittadini in età per votare legalmente documentati costituiscono uno su nove dei 7 milioni di residenti adulti di New York. Se la nuova legge non verrà contestata, i non cittadini che sono stati legalmente residenti permanenti a New York per almeno 30 giorni, così come quelli con autorizzazione al lavoro statunitense e “Dreamers”, potranno votare alle elezioni per il sindaco della città, presidenti di distretto, controllore, avvocato pubblico e membri del consiglio comunale. Non potranno votare alle elezioni nazionali o statali.

Il Consiglio elettorale è responsabile di decidere come funzionerà la divisione e deve creare un sistema funzionale di registrazione degli elettori che impedisca agli elettori non cittadini di votare anche alle elezioni nazionali e statali. Data la storia travagliata del Consiglio con questioni più semplici come l’invio delle schede elettorali adeguate ai residenti della città durante le elezioni del 2020, sono probabili alcuni passi falsi, ma un piano di attuazione deve essere presentato entro luglio affinché i non cittadini possano votare alle elezioni cittadine del 2023.

Adams, che è stato nominato sindaco nell’ambito della celebrazione del nuovo anno della città, ha inizialmente espresso preoccupazione per il requisito di residenza di 30 giorni, ma invece di contestare il disegno di legge, ha concesso il periodo di un mese in cui sarebbe stato in grado di fermarsi il suo passaggio a scadere senza incidenti.

Mentre si dice che una sfida legale sia probabile, non è chiaro se avrebbe abbastanza sostegno nella città fortemente democratica per sopraffare il sostegno per la misura.

Altri stati, tra cui Alabama, Arizona, Colorado e Florida, hanno approvato preventivamente misure per impedire che leggi simili vengano approvate nelle proprie città.

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

Let's go Brandon Anti Biden Trump T-shirt

VISITA ORA



Source link

Lascia un commento

Leggi anche