0 4 minuti 2 settimane

Questo strano dispositivo protegge la tua auto dai ladri...

SCOPRI COME FATi Mappo!



Immagine: la maggior parte degli scienziati concorda sul fatto che il cambiamento delle condizioni climatiche non ha nulla a che fare con l'attività umana

(Natural News) Si afferma spesso che la stragrande maggioranza della comunità scientifica ha raggiunto un consenso sul cambiamento climatico secondo cui l’attività umana ne è una causa diretta. La verità, tuttavia, è che la maggior parte degli scienziati in realtà non ci crede, nonostante ciò che affermano le “autorità”.

Gregory Wrightstone, direttore esecutivo della CO2 Coalition, ha scritto un articolo in cui spiega che il 97% degli scienziati – questa è la percentuale che ci viene detto crede nei cambiamenti climatici causati dall’uomo – concorda sul fatto che le concentrazioni di anidride carbonica sembrano aumentare e che le temperature globali sono gradualmente aumentato in alcuni punti negli ultimi 150 anni. Cosa fanno non necessariamente credere, però, è che gli esseri umani ne siano direttamente responsabili.

Anche se non c’è modo di sapere con certezza quale percentuale di scienziati creda nel riscaldamento globale causato dall’uomo, è sicuro affermare che la cifra non è neanche lontanamente vicina al 97%. In effetti, è probabile che sia la metà o meno, il che significa che la maggior parte degli scienziati razionali non è sicura o non crede che gli esseri umani che mangiano carne e guidano automobili stiano riscaldando il pianeta fino al punto di un potenziale collasso.

“Ciò che è impossibile quantificare è la percentuale effettiva di riscaldamento attribuibile all’aumento di CO2 antropogenico (causato dall’uomo)”, ha scritto Wrightstone. “Non ci sono prove o metodi scientifici che possano determinare quanto del riscaldamento che abbiamo avuto dal 1900 sia stato causato direttamente da noi”.

“Sappiamo che la temperatura è variata notevolmente nel corso dei millenni. Sappiamo anche che praticamente per tutto quel tempo, il riscaldamento e il raffreddamento globale sono stati guidati interamente da forze naturali, che non hanno cessato di operare all’inizio del XX secolo».

Brighteon.TV

“L’affermazione che la maggior parte del riscaldamento moderno sia attribuibile alle attività umane è scientificamente insostenibile. La verità è che non lo sappiamo. Dobbiamo essere in grado di separare ciò che noi fare sapere da ciò che è solo congettura. (Correlato: il governo degli Stati Uniti sa anche che l’attività umana non cambia il clima, ma il regime di Biden ha cancellato queste importanti informazioni dalle fonti ufficiali del governo.)

Il vero consenso scientifico è che il cambiamento climatico causato dall’uomo è un mito

Il “97 percento” che viene lanciato come parametro del presunto sostegno della comunità scientifica alla teoria del cambiamento climatico provocato dall’uomo ha in realtà le sue origini in un articolo del 2004 citato nientemeno che dall’ex vicepresidente Al Gore, che lo ha incluso in il suo libro di narrativa “Una scomoda verità”.

Un professore di nome Klaus-Martin Schulte, un eminente chirurgo londinese, ha esaminato il lavoro citato nel libro di Gore e ha scoperto che solo una frazione degli studi citati nell’articolo a cui Gore fa riferimento nel suo libro ha approvato la posizione di “consenso” sul cambiamento climatico provocato dall’uomo . In effetti, solo il 45 percento, meno della metà, ha sostenuto questa idea.

“Sembra esserci poca base nella letteratura scientifica sottoposta a revisione paritaria per il grado di allarme sulla questione del cambiamento climatico che viene espresso dai media e dai politici, ora trasferito nel mondo medico e sperimentato dai pazienti”, Schulte concluso.

Il consenso del “97%” che presumibilmente sostiene la teoria del cambiamento climatico provocato dall’uomo non significa nulla. “La scienza non avanza attraverso il consenso e l’affermazione del consenso non ha posto in alcun dibattito scientifico razionale”, ha scritto Wrightstone.

Il clima è in continua evoluzione, e lo è stato dall’inizio dei tempi. Per saperne di più, visita Climate.news.

Le fonti per questo articolo includono:

Expose-News.com

NaturalNews.com



Source link

Lascia un commento

Leggi anche