0 5 minuti 2 mesi



Immagine: la Germania nazionalizzerà la società energetica in difficoltà Uniper nel mezzo dell'aggravarsi della crisi finanziaria

(Natural News) Dopo aver salvato una delle più grandi società di servizi pubblici privati ​​del paese, la Germania sta ora valutando la possibilità di nazionalizzarla.

Uniper, che è colpita eccezionalmente duramente dalla crisi energetica europea in corso, ha bisogno di molto aiuto per sopravvivere. La società ha subito enormi perdite da quando l’Occidente ha imposto sanzioni contro la Russia per l’invasione dell’Ucraina.

In risposta a tali sanzioni, la Russia ha chiuso il gasdotto Nord Stream 1 (NS1), che alimenta Germania, Francia e altre nazioni dell’Europa occidentale che ora devono affrontare il collasso economico totale a causa della perdita di energia.

Da allora Uniper ha dovuto acquistare gas al di fuori dei suoi contratti sul mercato aperto. Guardando i grafici, il costo di questa energia esterna è semplicemente astronomico.

Secondo i rapporti, Berlino ha accettato di acquistare la quota rimanente di proprietà della società madre di Uniper, l’utility finlandese Fortum Oyj, per $ 1,69 per azione.

“L’acquisto della partecipazione di Fortum significa che la Germania deterrà il 99% di Uniper”, è stato riferito. “Il costo della nazionalizzazione arriva quando Berlino dovrebbe iniettare 8 miliardi di euro, equivalenti a circa 8 miliardi di dollari, nell’utilità”.

Stanno solo risistemando le sedie a sdraio mentre la nave affonda

L’obiettivo dichiarato dell’acquisto è quello di mantenere le luci accese in Germania poiché il paese dovrà affrontare un inverno molto buio tra pochi mesi a causa delle sue stesse politiche contro la Russia.

“Questo passaggio si è reso necessario perché la situazione è notevolmente peggiorata”, ha annunciato Robert Habeck, ministro dell’Economia tedesco.

“Lo stato farà tutto il necessario per mantenere sempre stabili le aziende di importanza sistemica in Germania”.

Brighteon.TV

Da inizio anno il titolo Uniper è sceso del 93 per cento.

A luglio, Berlino ha iniettato 14,95 miliardi di dollari nella società nel tentativo di salvare l’utility da un crollo totale. Ecco cosa ha detto il presidente e CEO di Fortum Markus Rauramo sull’accordo:

“Nelle condizioni attuali dei mercati energetici europei e riconoscendo la gravità della situazione di Uniper, la dismissione di Uniper è il passo giusto da compiere, non solo per Uniper ma anche per Fortum”.

“Il ruolo del gas in Europa è cambiato radicalmente da quando la Russia ha attaccato l’Ucraina, così come le prospettive per un portafoglio pesante di gas. Di conseguenza, il business case per un gruppo integrato non è più praticabile”.

Anche l’amministratore delegato di Uniper Klaus-Dieter Maubach è intervenuto sulla questione, affermando che la nazionalizzazione della sua azienda “assicura l’approvvigionamento energetico per le aziende, i servizi pubblici e i consumatori”.

Al fine di evitare un altro crollo “in stile Lehman” dell’intero settore energetico, la Germania dovrebbe salvare e nazionalizzare altri utilizzi in tutto il paese.

Ci è stato detto che la Germania potrebbe comunque superare parte dell’inverno, poiché afferma di essersi assicurata circa il 90 percento della fornitura di gas naturale necessaria per la stagione. Ma questo non basta.

“Queste forniture coprono solo due mesi e, senza un aumento delle importazioni di gas naturale liquefatto da lontano, potrebbero solo suggerire un inverno buio per l’Europa”, afferma Zero Hedge.

Nella sezione commenti, qualcuno ha fatto notare che il crollo è chiaramente già iniziato. I poteri forti stanno semplicemente riorganizzando le sedie a sdraio sulla nave che affonda per stabilire “chi saranno i vincitori e i vinti, cioè troppo grandi per fallire”.

“Il governo possiederà tutta l’energia”, ha aggiunto un altro. “Poi ti offriranno GovCoin e, se non rimani in linea, interromperanno la tua energia.”

Dal momento che la Germania utilizza denaro fiat falso stampato dalla banca centrale privata dell’Unione Europea proprio come fanno gli Stati Uniti tramite la Federal Reserve, tutti questi salvataggi sono comunque solo “soldi di monopolio”, ha scritto un altro commentatore.

“Lo buttano via e ne stampano di più”, ha aggiunto questa persona.

Le ultime notizie sulla crisi energetica europea possono essere trovate su FuelSupply.news.

Le fonti per questo articolo includono:

NaturalNews.com

ZeroHedge.com



Source link

Lascia un commento

Leggi anche