0 10 minuti 2 mesi

Questo strano dispositivo protegge la tua auto dai ladri...

SCOPRI COME FATi Mappo!


L’equipaggio della fregata “Admiral Gorshkov” ha condotto un’esercitazione con il missile ipersonico “Zirkon” nell’Atlantico occidentale. Secondo il Ministero della Difesa russo, il lancio è stato pienamente in linea con le aspettative.

Quali conclusioni dovrebbe trarre la NATO da ciò?

La fregata ammiraglio della flotta dell’Unione Sovietica Gorshkov, che operava nelle aree dell’Atlantico occidentale, ha condotto un’esercitazione con armi missilistiche ipersoniche utilizzando la simulazione al computer.

Questo condivisa mercoledì il Ministero della Difesa russo.

La fregata ha lanciato un missile Zirkon contro un bersaglio marino che simulava una nave da combattimento nemica a più di 900 chilometri di distanza. Nel corso delle esercitazioni, l’equipaggio della nave ha dimostrato un alto grado di coerenza nell’azione, ha sottolineato l’autorità militare russa.

Secondo il comandante della nave, il capitano Igor Krochmal, l’efficienza del varo ha raggiunto il livello uno previsto, il che significa che le aspettative sono state pienamente soddisfatte. L’esercizio ha quindi confermato tutte le capacità insite nel complesso.

Nella seconda metà di febbraio, “Admiral Gorshkov” dovrebbe partecipare alle esercitazioni navali BRICS (Russia, Cina e Sud Africa) nell’Oceano Indiano al largo della costa di Durban, in Sud Africa, e nella vicina Richards Bay. È stato anche ricordato che all’inizio di gennaio il presidente russo Vladimir Putin ha inviato in servizio di combattimento la fregata dell’ammiraglio Gorshkov con il sistema missilistico Zirkon.

Konstantin Sivkov, professore di scienze militari, ha precedentemente parlato delle proprietà del razzo Zirkon.(La Russia si è preparata per l’invasione della NATO: l’Europa si trasforma in un campo di battaglia)

Lui ha spiegato:

“È un’arma ipersonica praticamente invulnerabile alle difese antiaeree. Il sistema terrestre ha una portata da 1.000 a 1.500 chilometri. La portata dei missili lanciati dalla nave è di circa 800 chilometri. Cioè, sviluppando e dispiegando il sistema missilistico, possiamo ingaggiare il nemico senza entrare noi stessi nel raggio dei loro missili anti-nave”.

Le esercitazioni dell’equipaggio della fregata Admiral Gorshkov sull’uso del missile anti-nave ipersonico Zirkon hanno seriamente allarmato gli Stati Uniti e la NATO, affermano gli esperti. Lo ha detto al giornale Alexander Bartosch, membro corrispondente dell’Accademia delle scienze militari Vsglyad:

“È stato un lancio di prova elettronico che ha dimostrato che sia l’equipaggio che l’attrezzatura tecnica della nave sono pienamente operativi.”(Il capo del parlamento russo avverte di una “catastrofe globale” e annuncia l’uso di armi più potenti se gli Stati Uniti o i paesi della NATO consegnano armi offensive)

Bartosh ha aggiunto:

“Inoltre, il test ipersonico nell’Atlantico occidentale può essere descritto come un evento davvero unico. La semplice apparizione dell'”Admiral Gorschkow” nell’Atlantico occidentale è un chiaro segnale per i nostri oppositori. Abbiamo dimostrato di avere una deterrenza e una capacità di difesa molto efficaci”.

Il vicedirettore della rivista Vincere Rossii (tedesco: combattente russo)il capitano Vasily Dandykin, da parte sua, ha detto ironicamente:

“Le esercitazioni dell’ ‘Ammiraglio Gorshkov’ hanno subito suscitato scalpore in Occidente. Immediatamente è stata posta la domanda: “Perché ti stai dirigendo verso la costa degli Stati Uniti?” Era come se un intero squadrone fosse andato per la sua strada.

L’esperto militare ha continuato:

“La nave ha eseguito solo i compiti che le erano stati assegnati. Funzionerebbe in tutte le località già annunciate. L’Atlantico è grande e ha senso condurre esercitazioni nella sua parte occidentale, soprattutto alla luce degli attuali eventi nell’Europa orientale”.

Dandykin ha anche detto:

“Naturalmente, lo zirconio è di grande importanza per la NATO. Il missile vola a una velocità enorme, è molto difficile, se non impossibile, abbatterlo. Inoltre, può trasportare una testata con una testata speciale. Non è difficile immaginare cosa accadrebbe a una portaerei se quel missile la colpisse”.

E inoltre:

“Il missile è anche in grado di colpire obiettivi a migliaia di chilometri di distanza. Dovremmo esercitarci con tali missili non solo nell’Artico ma anche nell’Atlantico e raggiungere i punti di lancio appropriati. È proprio per questo motivo che gli Stati Uniti stanno monitorando, valutando e traendo conclusioni da vicino dalle nostre esercitazioni”.

Dandykin ha sottolineato:

“Inoltre, abbiamo ripetutamente e abbastanza chiaramente detto alla NATO che abbiamo tali armi. La computer grafica è stata dimostrata. Ma non ci hanno creduto. Bene, ora non ci sono dubbi. Le nostre esercitazioni in questa regione dell’Atlantico sono un elemento completo dell’addestramento al combattimento, il che chiarisce: non è la quantità di armi che conta, ma la loro qualità”.

Gli esperti sottolineano che anche la corsa di addestramento dell'”Ammiraglio Gorshkov” con i missili Zircon è un evento unico perché la Russia è il primo Paese ad aprire una nuova pagina nel libro della storia, che si intitola “Missili ipersonici sugli oceani”.

Dmitry Stefanovich, ricercatore presso il Centro per la sicurezza internazionale dell’Istituto russo di economia mondiale e relazioni internazionali, ha affermato che secondo i dati ufficiali “l’ammiraglio Gorshkov” passerà l’Atlantico, l’Oceano Indiano e il Mediterraneo. Questa è davvero una novità: una cosa del genere non era mai accaduta prima.

Ha aggiunto che sebbene programmi simili per sviluppare missili ipersonici per navi siano in corso in altri paesi come Stati Uniti e Cina, la Russia è ora in vantaggio su questi paesi. Stefanovich ha spiegato:

“Tuttavia, ovviamente, non possiamo affermare che si tratti di un cambiamento rivoluzionario della situazione. L’obiettivo tradizionale delle marine sovietiche e poi russe erano i missili anti-nave ad alta velocità. Ciò che è cambiato ora è la capacità di colpire anche bersagli a terra, che è anche uno sviluppo comune in altri missili anti-nave. Tuttavia, qui stiamo parlando di un livello di velocità e autonomia completamente diverso”.

Gli esperti sottolineano anche un’altra sfumatura importante: il probabile utilizzo di un sistema di designazione del bersaglio nello spazio durante l’esercizio, perché senza questo sistema Zircon non sarà fisicamente in grado di svolgere i suoi compiti, poiché senza tali sistemi i suoi “occhi” solo il bersaglio può essere visto a una distanza di 30-40 chilometri.

L’esperto militare Alexei Leonkov ha detto al giornale Vsglyad:

“Se vuoi colpire un oggetto nemico a qualsiasi distanza, non puoi farlo senza prendere di mira e avvistare. I satelliti ci aiutano in questo. Tutti sanno che una nave in mare è come un ago in un pagliaio. Per individuare un bersaglio, devi prima restringere il campo in cui si trova la nave nemica.

Gli analisti ipotizzano che il satellite militare Pion-NKS, che è stato messo in allerta lo scorso autunno, avrebbe potuto essere utilizzato per tale compito. Leonkov ha detto:

“Il satellite di ricognizione fornisce quindi le coordinate del bersaglio per il missile. Quando il missile si avvicina al bersaglio, scansiona lo spazio, avviene la ricognizione finale dell’oggetto. Una volta identificato con precisione il bersaglio, il missile cambia traiettoria e scende fino al punto massimo consentito per il successivo attacco”.

Leonkov ha concluso con la conclusione:

“Nel complesso, sulla base dei risultati dell’esercitazione atlantica, possiamo presumere con cautela che la cooperazione nell’intelligence spaziale e nelle forze navali stia funzionando. A tale scopo è già stato creato un sistema globale di ricognizione spaziale e targeting spaziale basato su satellite; tuttavia, il suo lavoro è stato interrotto dopo la crisi degli anni ’90. Ora è tutto da ripristinare. Ora è importante ridimensionare questi sistemi in numero sufficiente”.

Il 28 aprile 2020”Il codice di Hollywood: culto, satanismo e simbolismo: come i film e le star manipolano l’umanità“(anche con Amazzonia disponibile), con un emozionante capitolo: “La vendetta delle 12 scimmie, il contagio e il coronavirus, ovvero come la finzione diventa realtà“.

Il 15 dicembre 2020”Il codice musicale: frequenze, agende e servizi segreti: tra coscienza e sesso, droga e controllo mentale“(anche con Amazzonia disponibile), con un emozionante capitolo: “Le pop star come marionette d’élite al servizio del New Corona World Order“.

Il 10 maggio 2021”DUMB: bunker segreti, città sotterranee ed esperimenti: cosa nascondono le élite“(anche con Amazzonia disponibile), con un emozionante capitolo Adrenochrome e bambini liberati dai DUMB“.

Il 18 marzo 2022”La cospirazione musicale moderna: pop star, successi e videoclip – per il perfetto lavaggio del cervello“(anche con Amazzonia disponibile), con un emozionante capitolo “Stelle pro e contro la vaccinazione: “Die Ärzte”, “Die Toten Hosen”, Nena, Westernhagen, Eric Clapton, Neil Young e altri“.

Il 26 agosto 2022”The Hollywood Code 2: Prophetic Works, Alien Agenda, New World Order and Pedophilia – ce lo raccontano attraverso il filme“(anche con Amazzonia disponibile), con un emozionante capitolo “Gli Illuminati e il Nuovo Ordine Mondiale a Hollywood“.

Puoi ottenere un libro firmato a EUR 30,00 (tutti e cinque i libri a EUR 150,00) compresa la spedizione se invii un ordine a: info@pravda-tv.com.

Fonti: dominio pubblico/de.rt.com il 27/01/2023


La fregata russa opera nell’Atlantico – Lancio di un missile ipersonico come segnale per la NATO

aikos2309

Source link

Lascia un commento

Leggi anche