0 5 minuti 3 mesi


Immagine: la donna ammette di aver falsificato i risultati dei test di resistenza dell'acciaio utilizzato per fabbricare i sottomarini della Marina

(Natural News) Un metallurgista di Washington si è dichiarato colpevole di frode dopo 30 anni di falsificazione dei risultati dei test di resistenza sull’acciaio utilizzato per realizzare gli scafi dei sottomarini della Marina.

I pubblici ministeri hanno affermato che la 67enne Elaine Marie Thomas, che in precedenza era direttrice della metallurgia presso una fonderia di Tacoma che forniva getti di acciaio agli appaltatori della Marina, ha falsificato i risultati dei test di almeno 240 produzioni di acciaio dal 1985 al 2017. Dipartimento di Giustizia ha affermato che i test avevano lo scopo di dimostrare che l’acciaio non si sarebbe guastato in caso di collisione o in determinati scenari di guerra.

Il produttore Bradken ha acquisito la fonderia nel 2008, secondo l’accusa, ma non c’erano prove che la direzione dell’azienda fosse a conoscenza della frode fino a maggio 2017. A quel tempo, dicono i pubblici ministeri, un impiegato di laboratorio ha scoperto che le carte di prova erano state alterate e che esistevano altre discrepanze nei registri.

I pubblici ministeri hanno affermato che i risultati dei test falsificati rappresentavano una percentuale sostanziale dei getti prodotti da Bradken per la Marina. Nel 2020, Bradken ha accettato di pagare $ 10,9 milioni come parte di un accordo.

Sebbene non siano presunti guasti allo scafo, le autorità hanno affermato che la Marina ha dovuto affrontare costi maggiori per assicurarsi che le navi rimangano in grado di navigare. Il governo non ha rivelato quali sottomarini sono stati colpiti. (Correlato: problemi di manutenzione e catena di approvvigionamento ostacolano il nuovo sottomarino più mortale della Marina)

“Non si intende mai compromettere l’integrità di alcun materiale ed è gratificato dal fatto che i test del governo non suggeriscano che l’integrità strutturale di alcun sottomarino sia stata effettivamente compromessa”, ha osservato l’avvocato John Carpenter in una dichiarazione depositata presso la Corte distrettuale degli Stati Uniti su Thomas’ per conto.

“Questo reato è unico in quanto non è stato motivato né dall’avidità né dal desiderio di arricchimento personale. Si rammarica di non essere riuscita a seguire la sua bussola morale: ammettere false dichiarazioni non è certo il modo in cui immaginava di vivere gli anni della pensione”, ha osservato. Quando gli è stato chiesto dei falsi risultati del test, Thomas ha detto agli investigatori: “Sì, sembra brutto”.

Thomas ha indicato che in alcuni casi ha dato risultati falsi positivi perché credeva che fosse stupido che la Marina richiedesse che i test fossero eseguiti a -100 F. Rischia fino a 10 anni di carcere.

Problemi con i pezzi di ricambio hobble sottomarini

Nel frattempo, la Marina degli Stati Uniti ha scambiato più di 1.600 parti tra i suoi nuovi sottomarini di classe Virginia dal 2013 per alleviare i colli di bottiglia della manutenzione poiché i componenti che dovrebbero durare 33 anni si consumano decenni prima.

Questa mossa è necessaria affinché le navi della classe da 166 miliardi di dollari costruite da General Dynamics Corp. e Huntington Ingalls Industries Inc. possano tornare alle operazioni, secondo i dati del Naval Sea Systems Command e del Congressional Budget Office.

La classe Virginia da 48 navi è il pilastro della strategia sottomarina della Marina nella seconda metà del 21° secolo per contrastare la crescente flotta di superficie della Cina con una crescente potenza di fuoco. I sottomarini possono inseguire gli avversari sottomarini con siluri e colpire navi di superficie o attaccare obiettivi terrestri con missili da crociera Tomahawk rimanendo di pattuglia per mesi.

Bryan Clark, ex assistente speciale del capo delle operazioni navali, ha affermato che il problema delle parti è un problema di prontezza che si accompagna alla preoccupazione generale che la Marina non stia investendo abbastanza in manutenzione, catene di approvvigionamento e infrastrutture dei cantieri. “La Marina potrebbe essere stata troppo lenta per agire in base alle indicazioni che alcuni componenti si stavano consumando più velocemente”, ha affermato Clark, ora analista navale con l’Hudson Institute.

Il Congresso ha continuamente spinto la Marina ad aumentare i tassi di costruzione per la classe Virginia da due navi all’anno a tre.

Il segretario ad interim della Marina Thomas Harker ha riconosciuto martedì 9 novembre, in un’audizione della commissione per i servizi armati del Senato, che le parti si stanno guastando più rapidamente di quanto originariamente previsto. “Dobbiamo tornare indietro e trovare fonti alternative per quelle parti”, ha detto.

Segui MilitaryTechnology.news per ulteriori notizie relative alla tecnologia militare.

Le fonti includono:

BBC.com

MSN.com

Scopri tutto di te con il test del DNA più completo

Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche