0 13 minuti 11 mesi

SOSTIENICI CON UNA  DONAZIONE LIBERA SU

Sostienici

Di Susan Crabtree con il permesso di Vera politica chiara

Mentre la crisi dell’immigrazione peggiora nel sud del Texas, le politiche e i messaggi di frontiera incoerenti del presidente Biden non solo stanno danneggiando i suoi indici di approvazione a livello nazionale, ma potrebbero anche costare al Partito Democratico un posto sicuro al Congresso.

La valle del Rio Grande è l’epicentro della crisi e i suoi abitanti sentono ogni giorno l’impatto dell’aumento dei valichi di frontiera. Gli attraversamenti illegali hanno raggiunto il picco di 21 anni a luglio con 212.672 incontri segnalati dalla US Border Patrol solo quel mese. Nel sud del Texas, gli inseguimenti automobilistici sono aumentati quest’anno, quasi nove volte in alcune aree. Gli allevatori lottano per bilanciare la compassione per gli immigrati esausti che attraversano la loro proprietà con le preoccupazioni per la sicurezza personale, nonché i costi per riparare recinzioni rotte, terreni distrutti e attrezzature rubate. Gli agenti federali hanno anche segnalato un incredibile aumento di 4.000 sequestri di fentanyl quest’anno in Texas, poiché i contrabbandieri sfruttano le risorse estese della pattuglia di confine.

Sebbene i Democratici ora controllino un trio di seggi alla Camera che rappresentano il confine più meridionale del Texas con il Messico, i modelli di voto stanno rendendo i distretti più competitivi.

TENDENZA: Il rapporto finale dell’audit dell’Arizona è stato annacquato: i rapporti dei cyber ninja sono stati modificati, la maggior parte delle dichiarazioni dannose rimosse – Cos’altro è stato rimosso?

I repubblicani stanno prendendo di mira pesantemente tutti e tre i seggi dopo che le elezioni del 2020 hanno mostrato una sorprendente oscillazione a favore del GOP lungo il confine tra Texas e Messico. Una volta profondamente blu, i tre distretti hanno votato per Biden solo da due a quattro punti percentuali, in calo rispetto al margine di 17-22 punti che Hillary Clinton ha accumulato nel 2016. Anche i repubblicani hanno riorganizzato la loro parte quest’anno con il GOP- legislatura controllata del Texas pronta a ridisegnare diversi distretti congressuali a loro favore.

Recente sondaggi dal Dallas Morning News e dall’Università del Texas ha segnalato un’altra ragione per l’angoscia democratica: il tasso di approvazione di Biden è sott’acqua tra gli elettori latini nello Stato della Stella Solitaria. Oltre il 54% degli elettori latini registrati nello stato ha dichiarato di disapprovare il lavoro che Biden sta svolgendo in generale, mentre solo il 35% ha dichiarato di approvare.

Quando si tratta della gestione da parte del presidente della crisi dell’immigrazione alla frontiera, solo il 29% degli elettori latini dello stato ha indicato il proprio sostegno mentre il 52% ha dichiarato di disapprovare (con il resto indeciso). L’indagine è stata condotta dal 7 al 14 settembre, prima che più di 12.000 immigrati haitiani si ammassassero sotto il ponte internazionale di Del Rio, creando una nuova crisi umanitaria con strutture per l’immigrazione già al limite della capacità.

Il cambiamento nei modelli di voto sta già avendo un impatto. All’inizio di quest’anno, il rappresentante Filemon Vela, che rappresenta il 34o distretto congressuale del Texas, che comprende la città di Brownsville, ha annunciato improvvisamente il suo ritiro. Nel 2020 ha vinto la rielezione di quasi 14 punti percentuali in un seggio generalmente considerato sicuro per i Democratici. Ma i repubblicani nazionali hanno identificato Vela come obiettivo dopo che Biden ha vinto il distretto di soli quattro punti, in calo rispetto ai 21,5 punti di margine di Clinton. Cinque repubblicani e quattro democratici sono ora in corsa per sostituire Vela in quella che promette di essere una campagna fortemente contestata.

I rappresentanti Henry Cuellar (nella foto) e Vicente Gonzalez, gli altri due membri del Congresso democratico che rappresentano la Valle del Rio Grande, stanno lottando per mantenere i loro posti mentre adottano approcci diversi alla crisi dell’immigrazione, anche se entrambi hanno fatto una forte campagna per Biden l’anno scorso.

Cuellar, che ha regolarmente contrastato la leadership del suo partito nel corso degli anni, è stato un aperto critico delle politiche di immigrazione più indulgenti di Biden, accusando ripetutamente l’amministrazione di creare “incentivi” per gli immigrati a compiere il pericoloso viaggio negli Stati Uniti invece di istituire “scomodi” ma efficaci politiche di espulsione.

Il veterano della Camera di 16 anni è stato il primo legislatore a fornire foto di strutture di detenzione sovraffollate a Donna, in Texas, quando l’amministrazione ha istituito un blackout dei media all’inizio di quest’anno. Ha anche invitato il vicepresidente Kamala Harris, la persona di riferimento di Biden in materia di immigrazione, a visitare il confine mesi prima del suo viaggio in America Centrale a giugno.

La scorsa settimana, Cuellar è entrato nel dibattito sul fatto che gli agenti della polizia di frontiera a Del Rio stessero usando le redini dei loro cavalli come fruste contro gli immigrati haitiani, difendendo i loro sforzi per fermare gli attraversamenti illegali e riconoscendo che tutti gli immigrati devono essere trattati umanamente. Apparendo su “CNN Newsroom” martedì, a Cueller è stato chiesto delle foto di agenti di frontiera che inseguono migranti a cavallo – e una che secondo un ospite sembrava usare una “corda o un lazo”.

È venuto rapidamente in difesa degli agenti. “Certamente, dobbiamo assicurarci di trattare tutti gli immigrati con rispetto e dignità, ma dirò questo: la polizia di frontiera ha quelle brigate di cavalli da un po’. Li hanno da un po’, numero uno. Numero due, non portano fruste e non portano lacci”.

“Dovrebbero essere usati, anche se si tratta di un redini?” ha chiesto l’ospite della CNN.

“Se c’è stato un problema, dovrebbe essere indagato, e penso che sia così”, ha risposto Cuellar. “Ma non possiamo dipingere la Border Patrol con lo stesso tipo di pennello. Cosa dovrebbero fare, stare lì e lasciare che tutti entrino? Dovrebbero far rispettare la legge”.

Dopo che le immagini sono emerse, creando un tumulto tra i leader dei diritti civili, il Dipartimento per la sicurezza interna ha avviato un’indagine. Il segretario stampa della Casa Bianca Jen Psaki ha annunciato mercoledì che gli agenti di Del Rio non useranno più i cavalli per cercare di prevenire gli attraversamenti illegali.

Cuellar ha rappresentato il Texas meridionale per tutta la sua carriera, sia nella legislatura statale che al Congresso. Ha vinto la rielezione l’anno scorso con ben 20 punti, ma ha affrontato una seria sfida durante le primarie, battendo un candidato più liberale di soli 3,6 punti percentuali. Lo stesso sfidante democratico, Jessica Cisneros, corre di nuovo contro di lui. I repubblicani suggeriscono che Cuellar si trova in una situazione di sconfitta, respingendo a malapena un avversario primario nel 2020 e affrontando una rivincita perché le sue opinioni sull’immigrazione non sono abbastanza liberali per il Partito Democratico anche se rappresentano il suo distretto nel suo insieme.

Vicente Gonzalez sembra essere ancora più vulnerabile di Cuellar. Ha vinto la rielezione per soli 2,9 punti lo scorso autunno dopo aver superato il suo rivale GOP nel 2018 di 19,6 punti. Nonostante questo cambiamento, Gonzalez ha principalmente difeso le politiche sull’immigrazione dell’amministrazione, elogiando il piano di Harris di affrontare le cause profonde dell’immigrazione come “un approccio olistico” per “creare le condizioni affinché le persone vogliano rimanere nei loro paesi d’origine”.

“Abbiamo avuto un buon incontro alcune settimane fa con il vicepresidente e penso che abbia un ottimo piano per arrivare alle cause profonde, che sarà l’unico modo per frenare definitivamente la migrazione di massa”, ha detto alla CNN all’inizio Giugno. “Se non affrontiamo le cause alla radice, tutto ciò che stiamo facendo è metterci un cerotto sul nostro confine”.

Nelle ultime due settimane, mentre la crisi dell’immigrazione haitiana ha travolto le risorse a Del Rio, Gonzalez ha evitato la controversia, astenendosi persino dal twittarne. Ma durante un’apparizione su Fox News giovedì, il conduttore Neil Cavuto lo ha insistito sulla decisione di Biden di smettere di consentire agli agenti di usare i cavalli per controllare il confine.

Gonzalez l’ha definita una “situazione molto complessa e difficile che dobbiamo indagare”.

“Dobbiamo sicuramente trovare un modo ordinato per affrontare la crisi”, ha aggiunto. “Non sono solo per il rilascio delle persone nel paese. Abbiamo bisogno di un processo di verifica prima che arrivino qui”.

Membro del moderato Problem Solvers Caucus, Gonzalez ha respinto le richieste dei progressisti di abolire l’agenzia per l’immigrazione e le dogane. Ma non si è unito a Cuellar nel criticare con forza l’approccio di Biden anche se ha denigrato il modo in cui ha arricchito i cartelli della droga messicani.

Da quando Biden è entrato in carica, lamenta Gonzalez, quei cartelli si stanno approfittando degli immigrati, facendo pagare a ciascuno di loro $ 6.000 per raggiungere il confine degli Stati Uniti e guadagnando più di $ 1,3 miliardi solo nei primi mesi di quest’anno.

Finora il democratico texano da tre mandati ha cercato senza successo di persuadere l’amministrazione Biden a sostenere la sua idea di istituire un centro di trattamento dei richiedenti asilo al confine tra Messico e Guatemala dove gli immigrati potrebbero richiedere asilo e volare negli Stati Uniti solo se e quando qualificarsi. Il presidente Trump si è assicurato un accordo con Messico, Guatemala e Honduras per usare i loro eserciti per impedire alle carovane di continuare negli Stati Uniti, ma quando il COVID ha colpito, ha usato un’oscura misura sanitaria, nota come Titolo 42, per espellere immediatamente gli immigrati senza un giusto processo per le loro domande di asilo in nome della salute pubblica. Biden è preso di mira dalla sinistra per aver continuato a usare la politica per deportare migliaia di immigrati mentre rilascia altri negli Stati Uniti che hanno chiesto asilo.

Coloro che decidono di intraprendere il pericoloso viaggio verso nord provengono solo da alcune sacche povere di diversi paesi dell’America centrale, ha affermato Gonzalez. Per questo motivo, gli Stati Uniti devono fare “investimenti chirurgici, ponderati e intelligenti che creino posti di lavoro, creino sicurezza, che investano in progetti agricoli, produzione e turismo e idee che creino posti di lavoro migliori per le persone che vogliono rimanere”, ha affermato.

Non ha menzionato che il tentativo dell’amministrazione Obama di affrontare le cause profonde inviando miliardi di dollari dei contribuenti in America Centrale – uno sforzo guidato da Biden – non ha avuto praticamente alcun impatto sul continuo esodo verso nord.

Gonzalez è stato molto più critico nei confronti delle politiche migratorie di Trump. L’anno scorso, ha invitato l’amministrazione a sospendere le sue restrizioni sull’immigrazione COVID che stavano riducendo drasticamente il numero di attraversamenti illegali delle frontiere ma aumentando le popolazioni dei campi di confine in Messico.

“Immaginate queste persone che hanno attraversato un viaggio di 2.000 miglia e ora si trovano in un appezzamento di terreno di un acro – migliaia di loro. Certamente, è un luogo facile in cui i virus si diffondono”, ha detto al quotidiano The Hill.

“Probabilmente anche il Messico potrebbe fare di più, perché sono andato laggiù ed è stato un casino. Non è come i centri di detenzione da questa parte, per quanto ce ne lamentiamo. Vivono nello squallore: tende per terra e terra battuta. Ora c’è un posto dove possono collegare i loro telefoni e alcuni vasini, ma è davvero brutto”, ha aggiunto.

Con la crisi dei confini in corso che continua a essere un freno ai numeri dei sondaggi di Biden a livello nazionale, i repubblicani stanno tenendo traccia di ogni dichiarazione che Cuellar e Gonzalez fanno sulla questione. Se i loro distretti continuano a diventare viola il prossimo anno, i repubblicani potrebbero vedere un percorso per riconquistare la maggioranza alla Camera attraverso il territorio di confine. Indipendentemente dal risultato, i Democratici dovranno investire molte più risorse del solito per mantenere questi seggi nella loro rubrica il prossimo anno.





Source link

Lascia un commento

Leggi anche