0 6 minuti 1 settimana

SOSTIENICI CON UNA  DONAZIONE LIBERA SU

Sostienici


Immagine: la Cina spinge le forze verso Taiwan, conduce esercitazioni a fuoco vivo mentre la presidente Nancy Pelosi visita

(Notizie naturali) Dopo aver rilasciato una serie di dichiarazioni bellicose prima del viaggio del presidente della Camera Nancy Pelosi a Taiwan martedì, la Cina si è poi impegnata in quella che molti hanno visto come una serie di azioni militari provocatorie.

Secondo i rapporti, il governo taiwanese ha affermato che alcuni dei suoi siti Web sono stati colpiti da un attacco informatico dopo che Pelosi è atterrato martedì, mentre le navi della marina cinese, tra cui un gruppo da battaglia di portaerei, si sono spostate nelle acque più vicine all’isola. Pechino, nel frattempo, ha anche promesso “azioni militari mirate”.

Allo stesso tempo, Taiwan ha messo in allerta i suoi militari e ha avvertito i suoi cittadini di essere pronti, cercando anche di rassicurarli.

“Le manovre cinesi mirano a intimidire psicologicamente i nostri cittadini… Stiamo monitorando da vicino la situazione e abbiamo rafforzato i nostri preparativi… Abbiamo fiducia e la capacità di proteggere la nostra sicurezza”, si legge in una dichiarazione del governo taiwanese.

“L’Esercito popolare di liberazione cinese è in allerta e avvierà una serie di operazioni militari mirate per contrastare questo, difendere risolutamente la sovranità nazionale e l’integrità territoriale e contrastare risolutamente le interferenze esterne e i tentativi separatisti di ‘indipendenza di Taiwan'”, il portavoce del ministero della Difesa Wu Qian ha detto in una dichiarazione di condanna della visita, secondo I tempi dell’Hindustan.

Martedì scorso, il governo taiwanese ha annunciato che qualcuno aveva lanciato un attacco informatico contro l’isola.

“Le autorità taiwanesi hanno confermato martedì che il sito web dell’Ufficio del Presidente è stato vittima di un attacco informatico all’estero che ha causato il blocco del sito per 20 minuti, secondo i giornalisti locali. Secondo quanto riferito, l’ufficio del presidente ha confermato che il traffico d’attacco di martedì è stato 200 volte quello di un giorno normale “. Fox News segnalato.

Brighteon.TV

Da parte sua, Pelosi, un democratico della California terzo in linea alla presidenza come presidente della Camera, è stata imperterrita, affermando al momento dell’atterraggio che gli Stati Uniti “stavano con” il popolo di Taiwan.

Inoltre, 26 senatori repubblicani che di solito sono in disaccordo con Pelosi sulla legislazione hanno comunque sostenuto il suo viaggio.

“Sosteniamo il viaggio del presidente della Camera dei rappresentanti Nancy Pelosi a Taiwan”, hanno affermato in una nota.

“Per decenni, i membri del Congresso degli Stati Uniti, compresi i precedenti Presidenti della Camera, si sono recati a Taiwan. Questo viaggio è coerente con la politica One China degli Stati Uniti a cui siamo impegnati. Inoltre, ora più che mai, ci impegniamo a rispettare tutti gli elementi del Taiwan Relations Act”.

“Il presidente ha il diritto di visitare Taiwan e il presidente della Camera ha già visitato Taiwan, senza incidenti”, ha affermato il portavoce del Consiglio di sicurezza nazionale della Casa Bianca John Kirby. “Come hanno fatto molti membri del Congresso, anche quest’anno”.

“In parole povere, non c’è motivo per cui Pechino trasformi una semplice visita, coerente con la politica statunitense di lunga data in una sorta di crisi o conflitto, o la utilizzi per aumentare l’attività militare aggressiva dentro o intorno allo Stretto di Taiwan”, ha aggiunto Kirby .

I tempi dell’epoca segnalato anche:

Allo stesso modo, la dichiarazione repubblicana rilasciata martedì sottolinea che non vi è alcun cambiamento nelle politiche e nelle norme di comportamento di lunga data degli Stati Uniti riguardo a Cina e Taiwan.

Il PCC considera Taiwan una provincia separatista che deve essere unita alla terraferma e non ha escluso l’uso della forza per raggiungere tale scopo. Taiwan, da parte sua, è autogovernata dal 1949, non è mai stata controllata dal PCC e ha un governo democratico indipendente e una fiorente economia di mercato.

L’ex presidente della Camera Newt Gingrich ha detto in un’intervista a Fox News che pensa che i cinesi stiano semplicemente facendo tintinnare le sciabole. Ha fatto riferimento ad avvertimenti bellicosi simili nel 1997 quando ha visitato Taiwan dopo essere stato invitato dalla Cina a tenere discorsi lì.

“Hanno fatto marcia indietro”, ha detto lunedì, riferendosi al governo cinese. “Il loro attuale bluff è proprio questo.”

“Senti, molestano Taiwan ogni settimana. Stanno pilotando aerei nello spazio taiwanese. Di recente hanno annunciato una zona a fuoco vivo al largo di Taiwan”, ha aggiunto. “Stanno facendo tutto il possibile per scuotere il popolo taiwanese, che sono 24 milioni di persone libere con elezioni libere e mezzi di informazione liberi, che producono, tra l’altro, circa il 67% dei chip per computer di alto valore mondiale. Quindi è un posto molto importante”.

Le fonti includono:

TheEpochTimes.com

FoxNews.com

HindustanTimes.com





Source link

Lascia un commento

Leggi anche