0 5 minuti 1 settimana

SOSTIENICI CON UNA  DONAZIONE LIBERA SU

Sostienici


Immagine: Trasporti DISASTRO: La chiusura di CoreFund Capital impedisce alle aziende di autotrasporti di pagare i propri conducenti o acquistare carburante

(Notizie naturali) I camionisti delle piccole imprese che si affidano a CoreFund Capital per il factoring dei loro crediti stanno ora lottando per rimanere in attività dopo la chiusura improvvisa dell’azienda.

Le società di factoring acquistano fatture in sospeso da società con clienti che pagano più lentamente per fornire loro un flusso di cassa immediato. CoreFund offre il factoring in giornata alle società di autotrasporti in tutta la nazione per aiutare i clienti che hanno bisogno di accedere ai fondi per pagare le loro buste paga, acquistare carburante o scorte o evadere gli ordini. Centinaia di camionisti di piccole imprese dipendono dai loro servizi per rimanere a galla.

CoreFund Capital, che ha sede in Texas, ha improvvisamente chiuso i battenti alla fine del mese scorso e ha licenziato tutto il suo personale nel mezzo di una controversia legale tra due fratelli coinvolti nella proprietà della società. Ciò ha lasciato i loro clienti in difficoltà a coprire i costi.

Le società di factoring rivali hanno riferito di aver ricevuto innumerevoli chiamate dai clienti di autotrasporti di CoreFund, molti dei quali temono di dover smettere di fare affari perché non possono pagare i loro conducenti o acquistare carburante.

A complicare le cose c’è la mancanza di comunicazione da parte dei dirigenti di CoreFund e il mancato rispetto delle procedure che consentirebbero ad altri broker e società di factoring di aiutare i camionisti interessati.

Il direttore delle operazioni di John J. Jerue Truck Broker, Tony Ginevra, ha spiegato a Onde di merci che non può pagare i vettori che cedono crediti tramite CoreFund.

“Ho avuto un vettore che cercava di farci pagare direttamente – mi ha chiamato una dozzina di volte oggi – ma non c’è niente che possiamo fare fino a quando non avremo un avviso di incarico da CoreFund che questa società di autotrasporti è andata da loro per un finanziamento e CoreFund invia una fattura, che pagheremo lo stesso giorno”, ha detto.

Brighteon.TV

“Mi sento per questi ragazzi perché molti stanno vivendo un carico da caricare in questo momento, ma legalmente non possiamo pagare direttamente i corrieri perché dobbiamo prima pagare CoreFund.”

Fino a quando CoreFund non rilascerà i privilegi dell’Uniform Commercial Code che sono stati depositati dalla società di factoring contro i beni dei vettori, i camionisti non saranno in grado di ottenere sollievo. Inoltre, è richiesta la revoca dell’avviso di assegnazione che è stato inviato ai clienti di questi camionisti dicendo loro di effettuare i pagamenti a CoreFund, che poi paga i camionisti.

La corte fa una mossa che potrebbe aiutare i camionisti ad accedere ai fondi

La scorsa settimana, un giudice distrettuale della contea di Parker, in Texas, Graham Quisenberry, ha nominato un curatore fallimentare per conto di CoreFund nella speranza di aiutare i camionisti ad accedere ai loro fondi più velocemente. Questo è considerato un passo positivo in quanto il destinatario potrebbe agire per conto di CoreFund per prendere le disposizioni di pagamento necessarie, ma ci vorrà ancora del tempo prima che i fondi vengano pagati.

Al centro della chiusura di CoreFund Capital c’è una faida tra il fondatore di CoreFund Capital Meir Sacks e suo fratello, Yaakov, ed è legata a un fondo di famiglia.

Sebbene i dirigenti dell’azienda non abbiano rilasciato alcuna dichiarazione sul suo futuro, alcuni ex dipendenti che hanno accesso all’account Facebook di CoreFund lo hanno aggiornato in risposta ai commenti di clienti di autotrasporti in preda al panico. Tuttavia, sostengono di essere legalmente e fisicamente incapaci di rilasciare fondi o inviare lettere di liberatoria.

L’ex responsabile dello sviluppo aziendale di CoreFund Capital, Todd Waller, che era tra i membri del personale licenziati, ha rilasciato una dichiarazione su LinkedIn sulla causa e sui suoi effetti sui camionisti delle piccole imprese.

“Il nostro staff sta soffrendo e sta lottando con questo perché siamo stati completamente presi alla sprovvista”, ha scritto. “Inoltre, siamo rattristati e disgustati da come questo stia influenzando i nostri clienti che consideriamo una famiglia e non siamo legalmente in grado di fare nulla per aiutare mentre lottano per rimanere in affari”.

Le fonti per questo articolo includono:

FreightWaves.com

CoreFundCapital.com



Source link

Lascia un commento

Leggi anche