0 12 minuti 2 mesi


Israele è abbastanza aperto con i suoi numeri nella pandemia di corona. Non molto per la gioia dei potenti. Sembra che i medici e le cliniche in Israele si siano stufati. C’è sempre un confronto con i tempi più bui in Germania, ciò che viene fatto al popolo in Israele in questo momento. di Niki Vogt

Ora è stato trasmesso in televisione un breve servizio, molto esplosivo perché ha ufficialmente smascherato completamente la “narrazione della vaccinazione”. Ecco l’estratto di poco più di due minuti con l’inglese e sotto con i sottotitoli in tedesco – vedi i video alla fine dell’articolo.

In sintesi, il video sopra dice quanto segue:

  • Il 94% delle persone infette di età superiore ai 60 anni è completamente vaccinato.
  • A più di 60 anni non fa differenza se sei vaccinato o meno, hai lo stesso rischio di contrarre il Covid dei non vaccinati.
  • L’effetto protettivo della vaccinazione diminuisce rapidamente anche tra i più giovani.
  • la “carica virale” nelle persone vaccinate (cioè il numero di virus e anche la quantità di virus che si distribuiscono nell’ambiente) non è inferiore a quella delle persone non vaccinate.
  • Le persone vaccinate che si sono infettate possono quindi trasmettere il Covid esattamente allo stesso modo delle persone non vaccinate.

La vaccinazione non offre praticamente alcun beneficio ai vaccinati se non per poche settimane dopo la vaccinazione. Al contrario: il rischio di gravi effetti collaterali può costarti la vita e nessuno sa esattamente quali effetti a lungo termine porterà la vaccinazione.

E anche qui c’è un rapporto dettagliato su come i massicci focolai di Covid stiano mettendo in ginocchio Israele tra i vaccinati. (La più grande cospirazione della storia umana? I ricercatori affermano di aver trovato nanoparticelle nel vaccino Corona (Video))

Jimmy Dore legge un testo che è apparso su Yahoo come messaggio ed è sbiadito in sottofondo:

Questo rapporto del 27 settembre rivela le condizioni spaventose in Israele, uno dei paesi più vaccinati al mondo e uno dei primi con cui cominciare. L’80% dei cittadini israeliani di età superiore ai 12 anni è vaccinato due volte. Il moderatore Jim Dore vede questo come un avvertimento urgente per gli Stati Uniti.Morte per vaccinazione: i risultati dell’autopsia dei vaccinati contro il Covid-19 rivelano fatti terrificanti (video))

Ci sono stati giorni in Israele a giugno in cui non c’erano affatto casi di Covid. La maggior parte degli israeliani ha quindi ipotizzato che il Covid fosse stato sconfitto nel loro paese. Ma solo due mesi dopo, Israele ha segnalato 9.831 nuove infezioni da Covid in un giorno, che è solo “un pelo” al di sotto del numero più alto di infezioni mai registrato nel Paese, con 10.000 infezioni al culmine della terza ondata.La ricerca va avanti da molto tempo: voci selvagge sull’ossido di grafene nei vaccini Covid: la materia può essere controllata a distanza)

Più di 350 persone sono morte di Covid nelle prime tre settimane di agosto. In una conferenza tenuta su un quotidiano domenicale, i responsabili delle cliniche di sette ospedali statali hanno annunciato che non sarebbero più stati in grado di accogliere altri pazienti Covid.

Le ragioni principali dell’attuale dilemma israeliano sono il predominio della variante estremamente contagiosa del Delta, unito al preoccupante calo dell’efficacia del vaccino dopo sei mesi.

Israele ha vaccinato la sua popolazione quasi interamente con il vaccino Pfizer/BioNTech, che ora è completamente approvato negli Stati Uniti.

Ma all’inizio di luglio, quando i cittadini di età superiore ai 60 anni erano praticamente completamente vaccinati, gli scienziati israeliani hanno osservato un aumento delle infezioni tra coloro che erano stati vaccinati due volte. Al fine di mantenere basso il numero di morti per Covid ed evitare un quarto blocco nazionale, Israele ha compiuto uno sforzo grande e aggressivo per ottenere tutti gli adulti con vaccinazioni di richiamo in poche settimane.Ricercatore Corona: “Il vaccino Pfizer uccide più persone di quante ne salva” – Rinomato medico di emergenza: “Non ci sono prove che gli scettici sul vaccino COVID abbiano torto”)

Successivamente, Israele vuole riconfigurare i suoi passaporti di vaccinazione verdi e assegnarli solo a coloro che sono stati vaccinati tre volte e la cui validità è di soli sei mesi.

Questo è il messaggio di Yahoo. Il suo ospite in studio, il dott. Ram Yogendra non si tira indietro con la sua opinione su questo disastro. La promessa che quando tutti sarebbero stati doppiamente vaccinati la vita sarebbe tornata alla normalità non si è realizzata. Tutti sapevano: “Fatti vaccinare e ti riprenderai la vita”. Dice:

Sapevamo tutti che questi anticorpi sarebbero diminuiti di nuovo (attraverso la vaccinazione) e la ragione di ciò è la seguente: quando abbiamo esaminato i pazienti che avevano il Covid l’anno scorso e quindi un’immunità naturale – e abbiamo esaminato i loro anticorpi e cinque o sei mesi dopo, molti di loro non avevano anticorpi e iniziavano ad alti livelli.

Quindi, se si guardava all’immunità naturale, era chiaro che la vaccinazione avrebbe diminuito l’immunità. Semplicemente non sapevamo quanto tempo ci sarebbe voluto.

Poi in seguito afferma che si credeva che i vaccini fornissero un’immunità per una durata di circa cinque anni. Molto era stato detto che non aveva basi scientifiche. Quindi le persone corsero alla vaccinazione pensando di essere protette per i prossimi cinque anni.

Quindi non è affatto sorprendente che l’effetto protettivo svanisca rapidamente e che le varianti possano anche sfuggire al vaccino, gli anticorpi semplicemente non sono efficaci, quindi abbiamo una combinazione di entrambi. E ora siamo nella situazione in cui diciamo “Oh, allora faremo solo un’altra iniezione e non ci sono dati a sostegno di ciò (dimostrare un vantaggio).”

“Stiamo solo cacciando via tutti”.

Poi dice, il che è completamente sbagliato, che solo il 20 percento degli australiani è vaccinato. Qui puoi vedere, che il 25 settembre il 41,5% era vaccinato due volte e il 62,8% vaccinato singolo erano (piuttosto sorprendente per un medico che si occupa di vaccinazione).

È interessante notare che, dopo aver effettivamente chiarito che gli anticorpi della vaccinazione contro il Covid svaniscono molto rapidamente, sta promuovendo la vaccinazione intensiva nei paesi non occidentali, che considera svantaggiati. Il suo suggerimento è in realtà di dare il secondo colpo dopo tre mesi invece di tre settimane per ottenere un’immunità più lunga?

Niente di tutto questo avrebbe senso, ma dice di nuovo. Le nuove varianti distruggerebbero comunque la protezione. Perché i “booster” non sono nemmeno destinati alle nuove varianti, ma sono pur sempre roba per il vecchio Covid. Non può ottenere nulla con la variante Delta.

Dice che l’RNA messaggero del vaccino (mRNA) potrebbe essere facilmente adattato a nuove varianti, e lo presumeva, ma non è stato fatto. la vecchia roba è ancora schizzata. (Si manifestano sempre più danni da vaccino: insufficienza cardiaca, trombosi, problemi polmonari, insufficienza d’organo, emorragie molto strane nelle donne)

Alla domanda di Jim Dore quale sia la differenza tra una vaccinazione convenzionale, come il morbillo, che immunizza per tutta la vita, e le nuove vaccinazioni, il dott. Ram Yogendra, che le vaccinazioni “convenzionali” iniettano un virus indebolito o un virus che non è in grado di riprodursi nel corpo e quindi consente al sistema immunitario di costruire naturalmente una protezione immunitaria contro di esso. Il corpo riconosce il nemico, mobilita la difesa e la conserva nell'”archivio” delle celle di memoria T nel caso in cui il cattivo torni.

La vaccinazione mRNA, d’altra parte, prende di mira solo un componente del virus, spiega il dott. Yogendra. Quella è la proteina del picco e solo questa. perché queste sono le “braccia” del virus che penetrano nelle cellule, portano il virus e le infettano, perché lì dentro il virus può moltiplicarsi.

Quindi il corpo sviluppa anticorpi contro la proteina spike. Finché la vaccinazione è efficace, il picco viene combattuto in modo che non possa entrare nella cellula. È tutto. Il corpo non è quindi entrato in contatto con un virus indebolito o inattivato.

Se la difesa contro questi picchi diminuisce o il virus cambia la composizione dei suoi picchi, il corpo non ha nulla per contrastarlo e deve concentrarsi completamente sul virus.

A suo avviso, la vaccinazione cinese (Sinovac) utilizza un virus così inattivato, ma non ha visto alcun dato su di esso. Devi confrontare i dati dei paesi che utilizzano la vaccinazione cinese con i dati delle vaccinazioni mRNA per vedere quale è meglio.

Il medico ha giustificato il fatto che hanno scelto la via con l’mRNA e non la via convenzionale con il fatto che doveva essere fatto molto rapidamente e non voleva prendere la consueta e lenta via dello sviluppo del vaccino. Durante tutto questo tempo, anche altre aziende, come Novavax, continueranno a lavorare allo sviluppo del vaccino contro il Covid.

Lì usano una tecnologia diversa, dice. Anche una proteina spike viene inoculata lì, ma senza mRNA. Ci sono anche aziende che sviluppano vaccini contro il vaiolo o peptidi. Ci sono oltre cento produttori diversi che stanno lavorando ai vaccini Covid, ma nessuno ne parla.

Molti gli hanno già detto: “Non prenderò il vaccino mRNA, ma prenderò il vaccino Novavax. Potremmo rimuovere la riluttanza a vaccinare con Novavax. Dobbiamo dare alle persone più scelte. Dovresti lasciare che decidano da soli cosa vogliono fare e per questo dobbiamo guardare alle piccole aziende biotecnologiche”.

Il loro problema è che possono reclutare e pagare solo piccoli gruppi di soggetti di prova. Big Pharma può impostare accordi di test molto più grandi (nota: il che non è di alcuna utilità se i risultati vengono poi falsificati).

Critica i media, che non informano affatto i lettori che esistono anche piattaforme e approcci completamente diversi alla vaccinazione contro il Covid. Novavax ha gruppi piuttosto numerosi di soggetti di quarantamila in Messico e negli Stati Uniti e 30.000 nel Regno Unito. Quasi nessuno lo sa.

Non tutti sono “antivaxxer”. Forse il dieci per cento. Ma la maggior parte di coloro che non vogliono essere vaccinati non vogliono quella vaccinazione contro l’mRNA, dice.

Il 28 aprile 2020, “Il codice di Hollywood: culto, satanismo e simbolismo: come i film e le star manipolano l’umanità“(Anche con Amazon disponibile), con un emozionante capitolo: “La vendetta delle 12 scimmie, il contagio e il coronavirus, ovvero come la finzione diventa realtà“.

Il 15 dicembre 2020, “Il codice della musica: frequenze, agende e servizi segreti: tra coscienza e sesso, droga e controllo mentale“(Anche con Amazon disponibile), con un emozionante capitolo: “Pop star come burattini d’élite al servizio del New Corona World Order“.

Il 10 maggio 2021, “DUMB: bunker segreti, città sotterranee ed esperimenti: cosa nascondono le élite“(Anche con Amazon disponibile), con un capitolo emozionante Adrenochrome e ragazzi liberati dai scemi“.

Puoi ottenere un libro autografato per 30 euro (tutti e tre i libri per 90 euro) inclusa la spedizione quando invii un ordine a: info@pravda-tv.com.

Letteratura:

Codex Humanus – Il Libro dell’Umanità

Cospirazione mondiale: chi sono i veri dominatori della terra?

Fischiatore

Video:

Fonti: PublicDomain /schildverlag.de il 30/09/2021

Scopri tutto di te con il test del DNA più completo

Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche