0 4 minuti 3 giorni

SOSTIENICI CON UNA DONAZIONE LIBERA SU TIPEEE


Un importante membro dei media della Trusted News Initiative (TNI) ha messo in guardia un membro tecnologico primario sui gruppi di vittime del vaccino che giocano al sistema per evitare il rilevamento dell’algoritmo e quindi il controllo.

In quella che potrebbe essere descritta come una mossa pericolosa, la BBC collabora con Facebook per chiudere i gruppi di supporto per i danni da vaccino riferendosi universalmente a loro come “anti-vaccino” o “anti-vaxxer” e chiamando i modi in cui usano gli emoji delle carote per nascondere a Facebook la loro vera identità.

I membri del TNI stanno collaborando per eliminare i partecipanti ai social media che fanno parte di gruppi feriti da vaccino.

Anche se alcuni di loro, o anche molti di loro, sono in realtà feriti da vaccino, le politiche della BBC e di Facebook, così come di altri media e società di social tech presuppongono che non ci siano assolutamente persone ferite da vaccino e che tali persone abbiano nessun diritto di sorta per condividere le loro storie. (Fonte: Notizie sul sito di prova)

Nell’articolo intitolato ‘I gruppi anti-vax usano gli emoji delle carote per nascondere i post di Facebook‘, scrive la BBC:

I gruppi di Facebook stanno utilizzando l’emoji della carota per nascondere i contenuti anti-vax dagli strumenti di moderazione automatizzati.

La BBC ha visto diversi gruppi, uno con centinaia di migliaia di membri, in cui compare l’emoji al posto della parola “vaccino”.

Gli algoritmi di Facebook tendono a concentrarsi sulle parole piuttosto che sulle immagini.

I gruppi vengono utilizzati per condividere affermazioni non verificate di persone ferite o uccise dai vaccini.

Una volta che la BBC ha avvisato la società madre di Facebook, Meta, i gruppi sono stati rimossi.

“Abbiamo rimosso questo gruppo per aver violato le nostre politiche di disinformazione dannosa e esamineremo qualsiasi altro contenuto simile in linea con questa politica. Continuiamo a lavorare a stretto contatto con gli esperti di salute pubblica e il governo del Regno Unito per affrontare ulteriormente la disinformazione sul vaccino Covid”, ha affermato l’azienda in una nota.

Tuttavia, da allora i gruppi sono ricomparsi nelle nostre ricerche.

Un gruppo che abbiamo visto esiste da tre anni ma si è rinominato per concentrarsi sulle storie di vaccini, dall’essere un gruppo per la condivisione di “scherzi, scommesse e video divertenti” nell’agosto 2022.

Le regole del gruppo molto numeroso affermano: “Usa parole in codice per tutto”. Aggiunge: “Non usare mai la parola c, la parola v o la parola b” (covid, vaccino, richiamo). È stato creato più di un anno fa e conta più di 250.000 membri.

Marc Owen-Jones, ricercatore sulla disinformazione e professore associato presso l’Università Hamad Bin Khalifa in Qatar, è stato invitato a farne parte.

“Sono state le persone a rendere conto di parenti che erano morti poco dopo aver ricevuto il vaccino contro il Covid-19”, ha detto. “Ma invece di usare le parole “Covid-19” o “vaccino”, usavano emoji di carote.

“Inizialmente ero un po’ confuso. E poi è scattato che veniva usato come un modo per eludere, o apparentemente eludere, gli algoritmi di rilevamento delle notizie false di Facebook”.


La BBC collabora con Facebook per eliminare online i gruppi danneggiati dai vaccini (TrialSite News/YT):

Support-the-White-Rose-Regno Unito



Source link

Lascia un commento

Leggi anche