0 6 minuti 7 giorni


Sfruttare la quarta rivoluzione industriale è “l’ultima priorità dell’agenda del grande ripristino”: la prospettiva

Il fondatore del WEF Klaus Schwab invita i leader aziendali all’APEC 2022 a “possedere la quarta rivoluzione industriale” per beneficiare della ristrutturazione economica globale attualmente in corso.

Una ristrutturazione economica globale è uno degli elementi chiave dell’agenda del grande ripristino dei globalisti non eletti, insieme a un rimodellamento della società, entrambi guidati dal potere della cosiddetta quarta rivoluzione industriale.

“Ci sono quattro diverse dimensioni da abbracciare: la prima, ovviamente, è la Quarta Rivoluzione Industriale”

Klaus Schwab, fondatore del WEF, APEC 2022

Parlando al CEO Summit 2022 della cooperazione economica Asia-Pacifico (APEC) a Bangkok, in Tailandia, la scorsa settimana, Schwab ha affermato che la ristrutturazione economica globale porterà a tensioni sociali in molti paesi.

Affinché i leader aziendali possano emergere come vincitori, non perdenti, dalla ristrutturazione economica, Schwab ha detto ai partecipanti dell’APEC che prima di tutto devono “abbracciare la quarta rivoluzione industriale” – un ecosistema tecnologico che, secondo lui, porterà alla “fusione del nostro identità fisiche, digitali e biologiche”.

“Questa ristrutturazione economica porterà a tensioni sociali significative in molti paesi”

Klaus Schwab, fondatore del WEF, APEC 2022

“Se sei un’azienda e hai costi di ristrutturazione, cancellali dal tuo bilancio e ovviamente gli azionisti ne soffriranno”, ha detto Schwab all’APEC 2022.

“Ma se guardi all’economia mondiale, l’effetto sarà una riduzione del potere d’acquisto.

“Ecco perché questa ristrutturazione economica porterà a tensioni sociali in molti paesi”, ha aggiunto.

“Se abbracci la quarta rivoluzione industriale, sarai in prima linea”

Klaus Schwab, fondatore del WEF, APEC 2022

Per i leader aziendali, Schwab ha detto che “le carte saranno ridistribuite” e che ci saranno “vincitori e vinti” alla fine di questo cambiamento.

Per essere tra i vincenti nel mondo degli affari, secondo Schwab, “bisogna abbracciare quattro diverse dimensioni”.

“Cinque anni fa ho scritto un libro sulla quarta rivoluzione industriale e forse ho coniato io quella frase.

“Questa rivoluzione è diversa dalle tre precedenti.

“Ha una circonferenza! Non è solo una tecnologia; ci sono diverse tecnologie che si rafforzano a vicenda.

“È la velocità, è esponenziale e, soprattutto, è anche il fatto che il vincitore prende tutto”.

Schwab ha aggiunto: “Abbracciare la quarta rivoluzione industriale significa essere in prima linea.

“Non puoi più restare indietro.”

“La priorità finale di un programma di grande ripristino è sfruttare le innovazioni della quarta rivoluzione industriale”

Klaus Schwab, fondatore del WEF, 2020

Accanto al quarta rivoluzione industrialesecondo il globalista non eletto, anche i leader aziendali devono occuparsi di questo problema:

  • Pensiero strategico con approcci sistemici
  • Collaborazioni pubblico-privato
  • Integrare gli sforzi regionali e globali

Le osservazioni di Schwab all’APEC sono simili a quelle che ha fatto al vertice Business 20 (B20) della scorsa settimana, un precursore del vertice del G20 a Bali, in Indonesia, dove ha dichiarato: “Dobbiamo impegnarci in una profonda trasformazione sistemica e strutturale del nostro mondo, e il mondo avrà un aspetto diverso una volta che avremo attraversato questo processo di transizione.

“Nella quarta rivoluzione industriale, i vincitori si prenderanno tutto, quindi se sei tra i primi, sei il vincitore”

Klaus Schwab, fondatore del WEF, vertice B20 2022

“Per ottenere un risultato migliore, il mondo deve agire collettivamente e rapidamente per trasformare tutti gli aspetti delle nostre società ed economie, dall’istruzione ai contratti sociali e alle condizioni di lavoro […] In breve, abbiamo bisogno di un ‘grande ripristino’ del capitalismo”.

Klaus Schwab, fondatore del WEF, 2020

Come ha giustamente osservato l’editore di TruthTalk UK Sikh for Truth il 15 novembre, l’attuale ristrutturazione economica, che sta causando “tensioni sociali”, fa parte del “lungo e amato grande progetto di ripristino” dei globalisti non eletti.

Quando Schwab ha dichiarato il 3 giugno 2020: “Abbiamo bisogno di un grande ripristino”, ha affermato che il mondo aveva bisogno di “rimodellare tutti gli aspetti delle nostre società ed economie”.

Ora stiamo assistendo a questa ristrutturazione in tempo reale.

Schwab ha anche scritto nel giugno 2020 che “la priorità assoluta di un programma di grande ripristino è sfruttare le innovazioni della quarta rivoluzione industriale”.

Ora il globalista non eletto sta facendo il giro del mondo dicendo ai leader aziendali che per diventare i nuovi campioni del mondo dopo il grande reset, devono abbracciare la quarta rivoluzione industriale.





Source link

Lascia un commento

Leggi anche