0 4 minuti 4 giorni

Questo strano dispositivo protegge la tua auto dai ladri...

SCOPRI COME FATi Mappo!


L’amministrazione Biden è una vergogna.

I membri del servizio statunitense che sono stati licenziati per essersi rifiutati di rispettare il tirannico mandato del Pentagono per il vaccino COVID sono ora costretti a rimborsare i loro bonus di firma.

Un membro del servizio ha dichiarato di aver ricevuto un bonus di $ 7.000 per l’iscrizione per sei anni: gli è stato chiesto di rimborsare oltre $ 4.000.

Ha detto che è stato in grado di coprire l’importo dovuto vendendo giorni di ferie non utilizzati. Secondo il membro del servizio, molti non hanno avuto lo stesso ricorso per pagare ciò che dovevano.

DI TENDENZA: ROTTURA: L’ex vicepresidente Mike Pence trova documenti riservati nella sua casa in Indiana – Scoperto la scorsa settimana

Fox News ha riportato:

I membri del servizio statunitense che sono stati licenziati per essersi rifiutati di rispettare il mandato del Pentagono per il vaccino COVID-19 sono ora costretti a rimborsare i loro bonus di reclutamento originali, che dicono a Fox News Digital è un “calcio in faccia” dopo anni di dedicazione delle loro vite a proteggere il paese.

Un ex soldato dell’esercito che è stato licenziato per aver rifiutato di ottenere il vaccino COVID-19 lo scorso maggio ha detto a Fox News Digital che avrebbe dovuto rimborsare il suo bonus alla firma originale al momento della sua cessazione dall’esercito perché non ha completato l’impegno nel suo contratto.

Il soldato aveva firmato un contratto con l’esercito per sei anni e aveva ricevuto un bonus di 7.000 dollari. Tuttavia, poiché non aveva raggiunto i sei anni, i militari gli hanno comunicato che doveva al governo un importo proporzionale di poco superiore a $ 4.000. Per ripagarlo ha dovuto “vendere” 60 giorni di ferie non goduti per coprire quanto dovuto.

Ha detto che gli effetti sulla sua salute mentale sono stati estremamente negativi perché il modo in cui è stato trattato dai militari è stato un “calcio finale in faccia”.

Un altro membro del servizio ha definito questo “un altro esempio” del Dipartimento della Difesa che non è riuscito a rimediare alle proprie malefatte.

Ha detto che se continua così “le carenze di reclutamento e conservazione continueranno solo”.

American Wire News ha riportato:

“Il Dipartimento della Difesa continua a non riuscire a ristabilire la fiducia per gli illeciti, e questo ne è un altro esempio”, ha detto un altro membro del servizio a Fox News Digital in un’intervista. Ha affermato che il recupero dei bonus alla firma è la “ciliegina sulla torta” del deplorevole trattamento riservato dal Pentagono ai militari.

C’è molta rabbia e risentimento là fuori e con questo tipo di trattamento dei militari, probabilmente non farà che peggiorare.

“Il trattamento spaventoso che queste persone hanno subito ha infranto la fiducia che è dovuta ai nostri cittadini e ai nostri volontari. I figli e le figlie dell’America”, ha rimarcato con amarezza il membro dell’esercito in un comunicato.

“Fino a quando non verranno compiuti veri sforzi per stabilire la fiducia, le carenze di reclutamento e fidelizzazione continueranno solo. Le persone che dichiarano pubblicamente di non essere sicure di ciò che ha contribuito alle attuali carenze di reclutamento e conservazione devono guardarsi allo specchio e forse dovrebbero dimettersi per il miglioramento della nostra nazione “, ha aggiunto.

Uno schiaffo in faccia agli uomini e alle donne coraggiosi che servono il nostro Paese.

Per l’antidoto al pregiudizio dei media, dai un’occhiata a ProTrumpNews.com…





Source link

Lascia un commento

Leggi anche