0 6 minuti 1 settimana



L’account Twitter per la campagna del candidato governatore del GOP dell’Arizona Kari Lake ha inviato un messaggio violento all’avvocato cagnolino di Hillary Clinton, Marc Elias.

Lunedì, Elias ha pubblicato un video della sua recente apparizione su MSNBC dove ha affermato che non vi è stata alcuna soppressione degli elettori nello stato dell’Arizona nonostante abbia dettagliato molteplici esempi di privazione del diritto di voto nello stesso segmento.

Nel suo tweet, Elias ha scritto: “Se cerchi la definizione di faccia tosta nel dizionario, trovi l’idea che Kari Lake pensi che ci sia la soppressione degli elettori in Arizona”.

L’account di Kari Lake War Room ha risposto: “Marc, non crederesti a quello che è successo quando abbiamo cercato il termine ‘Bald Moron'”.

Il famoso avvocato e podcaster Viva Frei ha sottolineato che Elias ha essenzialmente sostenuto la causa di Lake ammettendo che c’erano lunghe file per votare, che le leggi sulla registrazione impedivano alle persone di votare e che le schede venivano lanciate a causa di firme non corrispondenti.

Naturalmente, Elias ha attribuito la colpa ai repubblicani per ciascuno di questi problemi.

Il principale avvocato democratico ha anche lanciato una minaccia a qualsiasi contea dell’Arizona che potrebbe non certificare i risultati delle elezioni, scrivendo: “vai a chiedere ai loro amici a Cochise come ha funzionato per loro”.

Mentre Elias afferma fermamente che non c’era niente di sbagliato nelle elezioni intermedie dell’Arizona, le persone che hanno effettivamente lavorato alle elezioni hanno affermato di non essere “per niente fiduciose” nell’accuratezza dei risultati in un recente sondaggio.

In un’intervista pubblicata lunedì, Michael Schaefer ha affermato che le macchine per il voto utilizzate in Arizona non sono mai state certificate da un laboratorio di prova accreditato, come richiesto dalla legge statale.

In tal caso, l’intera elezione dovrebbe essere respinta.

Schaefer gestisce lui stesso un laboratorio di test accreditato, quindi ha familiarità con questo processo.

Martedì è stato rivelato che un gruppo di undici avvocati della RNC ha riscontrato più problemi nella contea di Maricopa, in Arizona, rispetto a quanto riportato in precedenza, con oltre il 60% dei seggi elettorali visitati che avevano problemi materiali con i tabulatori che non erano in grado di tabulare le schede.

Ciò è avvenuto in gran parte nei distretti rossi.

Di seguito sono riportate un paio di testimonianze personali di elettori dell’Arizona che hanno avuto problemi a votare alle elezioni.


La sinistra piange per la soppressione degli elettori che porta alle elezioni e finge che una cosa del genere non esista dopo essersi assicurati i seggi di cui ha bisogno.







Source link

Lascia un commento

Leggi anche