0 11 minuti 2 mesi

SOSTIENICI CON UNA DONAZIONE LIBERA SU TIPEEE


Nuove prove dimostrano che Justin Trudeau è il figlio del dittatore Fidel Castro.

Joe Rogan ha presentato al suo pubblico di milioni di persone questa settimana una cospirazione che si rafforza e ogni anno emergono sempre più prove, non importa quanto l’élite liberale insista affinché smettiamo di parlarne.

Il primo ministro canadese Justin Trudeau, che indossa una maschera, amante dei calzini, canta e balla, è davvero il figlio di Fidel Castro?

Mentre Justin Trudeau è meglio conosciuto come il figlio dell’ex primo ministro liberale canadese Pierre Trudeau, le foto di Pierre, Justin e Fidel Castro suggeriscono che c’è molto di più nella storia.

Ed è quello che stiamo facendo oggi.

Secondo Joe Rogan, la somiglianza tra Castro e Trudeau è “assolutamente sbalorditiva” e il Primo Ministro canadese dovrebbe far eseguire un test genetico 23andMe il prima possibile.

Rogan non ha tutti i torti.

La somiglianza è più che ovvia.

Ma la cospirazione Trudeau-Castro va molto più in profondità nella palude marrone di quanto non si renda conto.

A parte la somiglianza, le voci cubane sono supportate anche da fatti storici.

Mentre la città natale di Justin Trudeau, Ottawa, è molto lontana dall’Avana, sua madre, Margaret Trudeau, ha visitato Cuba nove mesi prima della nascita di Justin, e ci sono foto delle sue affettuose interazioni con Fidel Castro.

In una foto, il vecchio cornuto Pierre Trudeau può essere visto sulla destra, che finge di non avere problemi con la sua giovane e attraente moglie appesa al braccio dell’audace dittatore cubano.

Non dimenticare che Castro è stato un eroe della sinistra internazionale negli anni ’70.

All’inizio degli anni ’70, un compagno di classe disegnava ritratti davvero belli di Fidel Castro e Che Guevara durante le lezioni di disegno.

Ha venduto i suoi dipinti, che hanno venduto come frittelle. (Esplosivo! Linee di sangue: di impostori, giocatori ombra e imbroglioni)

Alla fine degli anni ’70 era di nuovo diverso.

Il quotidiano canadese The Globe and Mail ha confermato che Pierre e Margaret Trudeau sono diventati amici intimi di Fidel Castro.

“Pierre Trudeau e Fidel Castro si sono incrociati per la prima volta nel 1970”, riporta il Globe.

I Trudeau si sono divertiti così tanto sull’isola caraibica che “un’amicizia duratura è stata forgiata tra l’arciliberale Pierre Trudeau e il marxista / rivoluzionario Fidel Castro”.

Ciò che la signora Castro ha detto a riguardo non è noto.

E mentre i verificatori di fatti sono felici di confutare le affermazioni secondo cui i Trudeau erano all’Avana nove mesi prima della nascita di Justin, ci sono alcuni fatti scomodi che i verificatori di fatti preferiscono non affrontare affatto.

I Trudeau intrapresero una vacanza ai Caraibi durante questo periodo, con resoconti di visite a varie isole.

Sebbene Cuba non compaia in nessun itinerario ufficiale, è inconcepibile che tu non debba visitare le isole vicine.

Soprattutto perché amici potenti vivevano lì.

E devono aver deciso spontaneamente di visitare il loro buon amico all’Avana mentre erano nelle vicinanze.

Quindi cosa è successo veramente all’Avana nel 1970, nove mesi prima che Justin Trudeau nascesse a Ottowa?

Possiamo ben immaginarlo senza dover guardare dal buco della serratura.

Tucker Carlson ha presentato ai suoi telespettatori questa cospirazione all’inizio di quest’anno, dichiarando che Trudeau era “certamente” il figlio d’amore dell’ex presidente cubano Fidel Castro. (Onu dichiara guerra alle teorie del complotto ‘pericolose’: ‘Il mondo NON è segretamente manipolato dall’élite globale’)

Non è perché è molto diverso nel Deep State.

Ha illuminato gli spettatori sull'”amicizia” di lunga data e sessualmente carica che il dittatore cubano aveva con la madre di Trudeau, Margaret Trudeau.

Il pubblico è stato illuminato da un’analisi delle tensioni sessuali tra Margaret Trudeau e Fidel Castro.

Anche questo è tutto sbagliato.

Il paragone con un harem è molto più vicino alla verità.

E Lady Di non lo capì finché non fu troppo tardi.

Si dice che Margaret abbia definito Fidel “l’uomo più sexy che abbia mai incontrato”.

Ha ammesso apertamente di aver flirtato con il despota comunista per tutto il tempo in cui era stata a Cuba.

Tieni presente che questo viaggio a Cuba è avvenuto un anno prima della nascita di Justin, che non assomiglia affatto a suo padre Pierre.

Sebbene non ci siano documenti ufficiali, esiste la documentazione che Margaret ha visitato Cuba dopo la nascita di suo figlio Justin, dove è stata accolta da Fidel sull’asfalto.

Era una riunione di famiglia?

Anche questo è sbagliato.

Margaret Trudeau non è estranea agli scandali sessuali che coinvolgono uomini del Deep State potenti e di alto profilo.

Ha davvero lasciato che si strappasse negli anni Settanta.

Prima di sconvolgere il Canada sposando il Primo Ministro in carica del Canada, Margaret era famosa per le sue audaci apparizioni pubbliche negli anni ’70.

Conosciuta come la figura di spicco del movimento della “figlia dei fiori” all’inizio degli anni ’70, ha abbracciato la rivoluzione sessuale del Deep State e ha disprezzato i voti matrimoniali tradizionali come arcaici.

Ha distrutto un’opera d’arte appesa al muro di Pierre semplicemente perché celebrava “la ragione sulla passione”.

Questo indica una certa ossessione o controllo mentale.

Margaret, una tossicodipendente dichiarata, contrabbandava droghe pesanti in altri paesi nel bagaglio di suo marito quando viaggiava.

Usando la sua immunità diplomatica, si è esibita in abiti succinti allo Studio 54 del Deep State a New York.

Un certo Jeffrey Epstein era già lì in quel momento.

Le sue foto di nudo sono ancora ampiamente pubblicate su Internet oggi.

Descrivendo una relazione con Ted Kennedy nel 1974, Margaret Trudeau scrisse nelle sue memorie del momento in cui incontrò il senatore degli Stati Uniti a una cena di stato a New York:

“Ero così attratto da lui quella notte che non potevamo nemmeno venire a pochi metri di distanza.
Pierre non era divertito».

Pierre non ha avuto problemi con quello che è successo all’Avana qualche anno fa?

Se vendi la tua anima al diavolo, devi conviverci.

Queste sono le regole del Deep State.

Margaret è poi passata al chitarrista dei Rolling Stones Ronnie Wood prima di prendere in simpatia Mick Jagger, con il quale è fuggita a New York nel 1977.

Quella era la solita festa ed è fortunata a non essere finita lì con l’attuale siccità a Lake Mead.

Lo scandalo con Mick Jagger segnò la fine del suo tumultuoso matrimonio con Pierre Trudeau.

Il politico liberale l’ha portata in tribunale, ha ottenuto l’affidamento esclusivo dei bambini e ha rifiutato di pagare il mantenimento sponsale.

Pierre Trudeau ha cresciuto il figlio di Fidel Castro?

Sì, fa parte del suo dovere nel Deep State.

I genitori di Justin Trudeau non sono stati seriamente messi in discussione dal mainstream in Canada, ma nuove sorprendenti informazioni che sono venute alla luce a Cuba potrebbero cambiarlo.

Una nota di suicidio scritta a mano da Fidel Castro Diaz-Balart, 68 anni, il maggiore dei figli legittimi di Fidel Castro per matrimonio, sembra confermare la voce di lunga data a Cuba secondo cui Fidel Castro è il padre di Justin Trudeau.

La morte del massimo scienziato nucleare del governo, noto anche come “Fidelito” o il piccolo Fidel perché somigliava così tanto a suo padre, ha sbalordito la nazione.

Ma è il suo biglietto d’addio “esplosivo” ad alimentare le voci all’Avana.

Tra una moltitudine di lamentele su suo padre, la nota suggerisce che Fidelito fosse arrabbiato con il suo defunto padre, il rivoluzionario dittatore cubano.

Fidelito ha scritto che suo padre, Fidel Castro, “lo ha sempre paragonato a Justin” e “ovviamente i miei risultati non erano nulla in confronto al suo successo in Canada”.

“Ma cosa devo fare?

sono cubano

Mio fratello è canadese.

Se fosse nato e cresciuto a Cuba, sarebbe vissuto per sempre all’ombra di nostro padre, proprio come me”.

Questa è una prova schiacciante se è vera.

Tuttavia, con i media mainstream che sopprimono tutto ciò che minaccia l’élite del potere liberale, la nota di suicidio riportata rimane non confermata.

Tuttavia, dal clan Trudeau sono emersi rapporti più scioccanti.

Codex Humanus - Il Libro dell'Umanità

Il fratellastro di Trudeau, Kyle Kemper, ha ammesso all’inizio del 2022 che Justin è un “servitore” dell’élite globale al servizio del Nuovo Ordine Mondiale.

Secondo Kemper, Justin non scrive i propri discorsi o tweet, ma si comporta come un attore di una sceneggiatura per il Trudeau Show canadese scritta per lui dai suoi insegnanti globalisti.

Trudeau “non parlare con il mio cuore”, ha detto il fratellastro, che ha aggiunto:

“Il ricatto è uno strumento molto potente.”

Quando gli è stato chiesto perché Justin fosse determinato a tradire la nazione canadese, suo fratello ha detto che era solo un burattino del Nuovo Ordine Mondiale, che prendeva ordini direttamente da gruppi come il Council on Foreign Relations e il World Economic Forum.

Justin è stato scelto dall’élite globalista per guidare il Nuovo Ordine Mondiale?

È il quinto cavaliere dell’apocalisse o solo un petardo cinese?

In ogni caso, il suo background lo renderebbe un candidato ideale.

Il 28 aprile 2020”Il codice di Hollywood: culto, satanismo e simbolismo – Come i film e le stelle manipolano l’umanità“ (anche con Amazon disponibile), con un capitolo emozionante: “Revenge of the 12 Monkeys, Contagion and the Coronavirus, ovvero come la finzione diventa realtà“.

Il 15 dicembre 2020”Il codice della musica: frequenze, ordini del giorno e servizi segreti: tra coscienza e sesso, droghe e controllo mentale“ (anche con Amazon disponibile), con un capitolo emozionante: “Pop star come burattini d’élite al servizio del New Corona World Order“.

Il 10 maggio 2021”DUMB: bunker segreti, città sotterranee ed esperimenti: cosa nascondono le élite“ (anche con Amazon disponibile), con un capitolo emozionante Phil Schneider: La vita e la morte di un informatore“.

Il 18 marzo 2022”La moderna cospirazione della musica: pop star, successi e videoclip – per il perfetto lavaggio del cervello“ (anche con Amazon disponibile), con un capitolo emozionante”Pro e contro la vaccinazione: “Die Ärzte”, “Die Toten Hosen”, Nena, Westernhagen, Eric Clapton, Neil Young e altri“.

Puoi ottenere un libro firmato per EUR 30,00 (tutti e quattro i libri per EUR 120,00) inclusa la spedizione se invii un ordine a: info@pravda-tv.com.

Video:

Fonti: dominio pubblico/gruppo-arrangiamento.de il 08/11/2022



Source link

Lascia un commento

Leggi anche