0 4 minuti 2 mesi


Martedì, solo un giorno dopo aver annunciato un nuovo CEO alla guida del marchio, Twitter ha annunciato che sarebbe ufficialmente iniziato vietare agli utenti di condividere immagini e video di “privati” senza il loro consenso. L’annuncio ha immediatamente suscitato timori che la piattaforma avrebbe represso ancora più duramente il giornalismo investigativo e i contenuti importanti – come i video di crimini violenti e rivolte – che sono stati soppressi dai media mainstream.

Le nuove linee guida affermano esplicitamente che “attivisti, dissidenti e membri di comunità minoritarie” sono quelli che hanno bisogno di protezione da questo tipo di contenuti condivisi senza il loro permesso.

A partire dal Twitter:

“Come parte dei nostri sforzi in corso per creare strumenti con la privacy e la sicurezza al centro, stiamo aggiornando il nostro esistente politica sulle informazioni private e ampliando il suo campo di applicazione per includere “media privati”.

TENDENZA: All’apertura del processo Ghislaine Maxwell – La FAA rivela accidentalmente oltre 700 voli precedenti sconosciuti di Jeffrey Epstein

La condivisione di contenuti multimediali personali, come immagini o video, può potenzialmente violare la privacy di una persona e può causare danni emotivi o fisici. L’uso improprio dei media privati ​​può colpire tutti, ma può avere un effetto sproporzionato su donne, attivisti, dissidenti e membri delle comunità minoritarie.

Quando riceviamo una segnalazione secondo cui un Tweet contiene contenuti multimediali privati ​​non autorizzati, adotteremo un’azione in linea con il nostro gamma di opzioni di esecuzione.

Lunedì, il co-fondatore di Twitter Jack Dorsey si è dimesso da CEO ed è stato rapidamente sostituito da Parag Agrawal, l’ex Chief Technology Officer della piattaforma. Agrawal è un radicale che in precedenza ha affermato che Twitter non dovrebbe “concentrarsi sulla libertà di parola” e che il primo emendamento non è qualcosa che lui o l’azienda devono seguire. Ha anche stretti legami con un’organizzazione contro la libertà di parola finanziata da Soros e ha una lunga storia di tweet dispregiativi e razzisti nei confronti dei bianchi.

Il nuovo CEO di Twitter non si preoccupa o onora i diritti e le libertà americane – Dice “Il nostro ruolo non è quello di essere vincolato dal primo emendamento” … Aggiornamento: pubblicato Tweet razzista anti-bianco

Il giorno successivo alla nomina di Agrawal come CEO, Twitter ha aggiornato la sua politica.

Cosa stanno cercando di nascondere? E perché all’improvviso stanno facendo questo cambiamento adesso?

La narrativa e l’agenda della sinistra avranno sempre la precedenza sulla verità e sulla realtà. La morale non c’entra niente.

Il cambiamento della politica di Twitter ha provocato onde d’urto attraverso i social media, con molti che hanno lanciato l’allarme sul fatto che questo potrebbe essere l’ultimo chiodo mortale nella loro bara quando si tratta della piattaforma che chiude definitivamente il loro account con la nuova regola. Come fanno con ogni altra politica bolscevica contro la libertà di parola, la piattaforma utilizzerà sicuramente il nuovo divieto sui media privati ​​per promuovere un’agenda di sinistra radicale. È solo una questione di tempo prima che inizino a rimuovere i video di violente rivolte BLM o Antifa e iniziano a censurare i media conservatori che lavorano come giornalisti investigativi – a la Project Veritas.

La nuova piattaforma di social media di Trump, Truth Social, non può arrivare abbastanza velocemente.



Scopri tutto di te con il test del DNA più completo

Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche