0 5 minuti 5 giorni

Questo strano dispositivo protegge la tua auto dai ladri...

SCOPRI COME FATi Mappo!


Questa settimana il governo degli Stati Uniti ha raggiunto il suo limite di prestito di 31,4 trilioni di dollari, meglio noto come “tetto del debito”. Ciò ha portato a una resa dei conti tra i repubblicani alla Camera, il presidente Biden e i democratici al Congresso.

I repubblicani della Camera chiedono che il presidente Biden e i democratici al Senato accettino di includere tagli alla spesa con l’aumento del tetto del debito. Tuttavia, il presidente Biden e i democratici al Congresso si rifiutano di negoziare con i repubblicani. Piuttosto, loro ei loro alleati nei media mainstream stanno criticando i repubblicani per la loro “irresponsabilità” nel cercare di includere tagli alla spesa con un aumento del tetto del debito.

Il debito nazionale americano è circa il 122% del prodotto interno lordo (PIL), il che significa che il governo deve più di quanto produce la popolazione. I pagamenti degli interessi sul debito nazionale seguono in termini di dimensioni le altre grandi aree di spesa del bilancio federale della sicurezza sociale, dell’assistenza sanitaria e della “difesa”. Mentre vengono effettuati i pagamenti degli interessi, il debito nazionale continua a crescere ogni anno.

La spesa pubblica sottrae risorse al settore privato. Pertanto, c’è meno capitale disponibile per le imprese private per crescere e creare nuovi posti di lavoro. La spesa pubblica contribuisce anche all’inflazione dei prezzi e al declino del valore del dollaro mentre la Federal Reserve monetizza il debito. Uno dei motivi per cui la Fed non può permettere che i tassi di interesse salgano da nessuna parte vicino a dove sarebbero in un mercato libero è che farebbe salire i pagamenti degli interessi del governo federale a livelli insostenibili. Considerando questi fatti, dovrebbe essere chiaro che gli irresponsabili sono quelli che pensano che il governo dovrebbe aumentare il limite di credito senza tagliare la spesa.

Questo non vuol dire che i repubblicani dell’establishment come il presidente della Camera Kevin McCarthy siano eroi della moderazione fiscale. Piuttosto, McCarthy, come la maggior parte dei repubblicani, non si è opposto né all’aumento della spesa né alla sospensione del tetto del debito quando Donald Trump era presidente. Inoltre, qualsiasi piano di spesa repubblicano probabilmente continuerà ad aumentare la spesa per il complesso militare-industriale rifiutandosi di affrontare i problemi di costo incombenti con la previdenza sociale e l’assistenza sanitaria.

Mentre alcuni repubblicani sono disposti a discutere le riforme della previdenza sociale e dell’assistenza sanitaria, la maggior parte ha ancora troppa paura della “lobby senior” per sostenere qualsiasi cambiamento nei programmi, anche se tali cambiamenti non danneggeranno gli attuali beneficiari. Di conseguenza, è improbabile che il Congresso approvi una riforma significativa dei diritti, almeno fino a quando non sarà costretto a farlo perché i fondi fiduciari Medicare e Social Security hanno esaurito i soldi. L’insolvenza è prevista per il Medicare Trust Fund in cinque anni e per il Social Security Trust Fund in 12 anni. Naturalmente, il Congresso potrebbe essere in grado di evitare di fare scelte difficili poiché la Federal Reserve probabilmente ridurrà i benefici del governo, insieme ai salari dei lavoratori e al valore dei risparmi, attraverso la tassa sull’inflazione.

Dopo i primi rapporti secondo cui la leadership repubblicana della Camera era aperta a sostenere i tagli alle spese militari, si levò un prevedibile grido da parte dei falchi repubblicani secondo cui qualsiasi riduzione delle spese avrebbe lasciato gli Stati Uniti ei suoi alleati vulnerabili ai nostri nemici. I tagli limitati presi in considerazione, tuttavia, manterrebbero comunque l’America con un budget militare superiore ai budget militari combinati dei successivi nove paesi con maggiori spese. Dopo alcune pressioni da parte dei lealisti e dei propagandisti del complesso militare-industriale, la maggior parte dei repubblicani si ritirò dal sostenere i tagli alla difesa.

Un problema con molti conservatori fiscali è che accettano la premessa degli statalisti della guerra del benessere. Pertanto, non sono in grado di formulare argomentazioni di principio coerenti a sostegno dei tagli alla spesa e contrari agli aumenti della spesa. La chiave per ripristinare una società libera è che una massa critica di individui rifiuti lo statalismo.

Questo articolo è apparso per la prima volta su RonPaulInstitute.org.





Source link

Lascia un commento

Leggi anche