0 3 minuti 2 settimane

SOSTIENICI CON UNA  DONAZIONE LIBERA SU

Sostienici

La Cina ha intensificato ieri l’intimidazione militare nei confronti di Taiwan lanciando missili balistici che hanno sorvolato l’isola e sono atterrati nelle acque giapponesi.

Come promesso dal Partito Comunista al potere, quattro giorni di giochi di guerra intorno a Taiwan sono iniziati poco prima delle 14:00 (ora locale) con ondate di lanci di razzi, mentre i jet cinesi hanno preso il volo e dieci navi da guerra hanno pattugliato il mare.

Cinque missili ad alta potenza lanciati dalla terraferma hanno sorvolato Taiwan, hanno detto funzionari giapponesi, e si sono tuffati nel mare a sud dell’isola di Hateruma, parte di Okinawa. La serie di isole fa parte della “zona economica esclusiva” del Giappone, che si estende per 200 miglia nautiche dalla sua costa.

Il test, che ha innescato un’ampia condanna internazionale, è stata la risposta di Pechino alla controversa visita della presidente della Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti Nancy Pelosi a Taiwan all’inizio di questa settimana.

Ha provocato un’immediata protesta diplomatica da parte di Tokyo e ha sollevato i timori che un ulteriore errore di calcolo da parte della Cina potesse innescare una guerra. Il ministro della Difesa giapponese Nobuo Kishi ha dichiarato: “Questa è una questione grave che riguarda la sicurezza nazionale del nostro paese e la sicurezza delle persone”.

Il ministro degli Esteri Yoshimasa Hayashi ha chiesto “l’interruzione immediata” delle esercitazioni militari, aggiungendo: “Le azioni della Cina questa volta hanno un grave impatto sulla pace e la stabilità della regione e della comunità internazionale”.

E il segretario di Stato americano Antony Blinken ha avvertito: “I paesi di tutto il mondo credono che l’escalation non serva a nessuno e potrebbe avere conseguenze indesiderate che non servono agli interessi di nessuno.

“Spero vivamente che Pechino non crei una crisi o non cerchi un pretesto per aumentare la sua attività militare aggressiva”.

Leggi di più



Source link

Lascia un commento

Leggi anche