0 3 minuti 2 settimane


L’Italia, più precisamente in Toscana, apre la prima clinica privata per le persone colpite dalla vaccinazione contro il Covid!

Lucca è una piccola città della Toscana le cui pittoresche strade sono piene di sorprese: cattedrali gotiche, palazzi, musei, piazza e ora anche la prima clinica privata per le persone colpite dal vaccino Covid per “aiutare le persone ad accoglierle ad accogliere e sostenere coloro che hanno stato danneggiato dai vaccini”.

Un’attività discutibile per la malavita di sinistra che da decenni tiene in ostaggio il Consiglio regionale toscano, che ora mette in discussione questa inedita iniziativa con un’interpellanza al Consiglio regionale rilasciata da Valentina Mercanti, consigliere/rappresentante lucchese del Pd italiano e firmato anche dall’assessore Dem e dottoressa Donatella Spadi.

Valentina Mercanti ha denunciato il progetto con il tipico disprezzo di sinistra:

Si tratta di un precedente davvero unico, grave e forse unico a livello nazionale, un progetto derivante da iniziative precedenti che sono partite nel lontano 2021 a Lucca quando hanno costituito un “gruppo medico-sanitario” composto da medici e personale sanitario che si sono impegnati “gratuitamente in spirito e coscienza” prima dell’atto per aiutare le persone non vaccinate dal Covid 19 nelle proprie abitazioni. Abbiamo visto che il 2 novembre il suddetto “gruppo medico-sanitario”, i cui membri sono stati reintegrati nel proprio studio medico a seguito del nuovo decreto legislativo del governo Meloni, ha aperto “il primo studio medico specializzato nella cura delle effetti collaterali del vaccino”.

Naturalmente, la dottoressa liberale sponsorizzata da Big Pharma, Donatella Spadi, dichiara: “Abbiamo a che fare con una modalità di informazione altamente antiscientifica”.

Nell’interpellanza viene chiesto al governatore della Toscana, Eugenio Giani, se sia a conoscenza delle dichiarazioni rese pubbliche dal gruppo dei medici e se intenda attivarsi per “verificare se in altri presidi sanitari vengono trasmesse informazioni non scientifiche”.

Anche a livello locale, nel comune di Lucca, dove dal giugno di quest’anno è sindaco Mario Pardini, il candidato del centrodestra Partito Unito, il Pd italiano se ne lamenta, pur sapendo di essere un privati ​​perfettamente legali Atti di iniziativa:

“Sappiamo che si tratta di un’iniziativa privata sulla quale l’amministrazione comunale ha poca influenza, ma in questo momento, anche dopo che nelle scorse settimane è comparso nella chiesa di San Vito il manifesto anti-vaccinazione Riteniamo che il sindaco deve prendere posizione e prendere le distanze da quanto sta accadendo su questo fronte nella nostra città”.[1]



Source link

Lascia un commento

Leggi anche