0 4 minuti 2 mesi

Questo strano dispositivo protegge la tua auto dai ladri...

SCOPRI COME FATi Mappo!



Il presidente Donald Trump ha criticato lo scambio di prigionieri del suo successore con la Russia giovedì, definendo il commercio uno “stupido” motivo di imbarazzo per il paese.

Il 45esimo presidente ed esperto affarista ha criticato lo scambio di Biden del giocatore della WNBA Brittney Griner per un pericoloso trafficante d’armi soprannominato il “Mercante di morte” come una “transazione unilaterale”.

“Che tipo di accordo è scambiare Brittney Griner, una giocatrice di basket che odia apertamente il nostro Paese, con l’uomo noto come ‘Il mercante di morte’, che è uno dei più grandi trafficanti di armi al mondo e responsabile di decine di migliaia di morti e feriti orribili”, Trump interrogato sulla sua piattaforma di social media Truth Social.

Il Arte dell’affare l’autore ha continuato chiedendo perché gli Stati Uniti non hanno lavorato allo stesso modo per liberare l’ex marine Paul Whelan che è stato imprigionato in Russia perché sospettato di spionaggio.

“Perché l’ex marine Paul Whelan non è stato incluso in questa transazione totalmente unilaterale?” Trump ha chiesto, aggiungendo: “Sarebbe stato rilasciato per la richiesta”.

“Che ‘stupido’ e antipatriottico imbarazzo per gli USA!!!” disse l’uomo d’affari professionista condannando lo scambio.

L’amministrazione Biden lo era premuto sul commercio durante una conferenza stampa della Casa Bianca giovedì, con il corrispondente di Fox News Peter Doocy che chiedeva perché la Russia avesse “un accordo così migliore?”

“Ecco le nostre scelte”, ha risposto l’addetta stampa Karine Jean-Pierre. “Le nostre scelte erano Brittney o nessuno. Portare a casa un americano o nessun americano.»

Un altro giornalista ha detto a Jean-Pierre: “Questo era qualcuno che aveva cospirato per vendere AK-47 che sapeva sarebbero stati usati per uccidere gli americani… le forze dell’ordine potrebbero non essere contente del suo rilascio”.

“I negoziati per il rilascio di detenuti illegali sono spesso molto difficili. Questa è solo la realtà”, ha risposto Jean-Pierre, leggendo da una dichiarazione pre-scritta.

Un altro giornalista ha chiesto perché la Casa Bianca non abbia tentato di rilasciare anche l’americano Marc Fogel, un altro prigioniero detenuto in Russia con l’accusa di marijuana.

“Ogni caso è diverso”, ha risposto.

Sembra che anche la stampa mainstream sia dalla parte di Trump su questo.







Source link

Lascia un commento

Leggi anche