0 7 minuti 7 giorni

Questo strano dispositivo protegge la tua auto dai ladri...

SCOPRI COME FATi Mappo!


LINEA SUPERIORE

Un nuovo breve video realizzato da un ingegnere e “giornalista cittadino part-time” evidenzia un possibile legame tra la sindrome della morte improvvisa del lattante (SIDS) e i vaccini per l’infanzia sulla base dei rapporti estratti dal Vaccine Adverse Event Reporting System (VAERS) del CDC. Mentre il video stesso è aneddotico, ci sono quasi 100.000 segnalazioni VAERS che collegano i vaccini infantili alle malattie e alla morte infantile, oltre a un documentario degli anni ’80 sulla questione che cita numerose fonti e opinioni dei medici.


Ora che i “vaccini” COVID-19, che sono, di fatto, DoD “prototipi di contromisure” che non sono mai stati adeguatamente sperimentati, hanno dimostrato di esserlo enormemente pericoloso e assolutamente inefficaceampie fasce di persone che non avrebbero mai messo in dubbio il normale programma di vaccinazione cominciano a metterlo in discussione. Ingegnere e “giornalista cittadino part-time” Capo Secchione è una di quelle persone, e in un recente video popolare ha raccolto una serie di rapporti VAERS che potrebbero collegare vaccini infantili come il vaccino contro la difterite-tetano-pertosse (DPT) alla cosiddetta sindrome della morte improvvisa del lattante (SID).

Nel breve video qui sopra Chief Nerd mette in mostra dozzine di rapporti del VAERS, ovvero il Vaccine Adverse Reporting System del CDC, che descrivono i bambini che muoiono dopo aver ricevuto vari vaccini, incluso il vaccino DPT, così come il vaccino contro il virus della poliomielite orale, il Haemophilus influenzae vaccino di tipo B (o vaccino Hib) e/o vaccino antipolio inattivato (IPV). I sintomi che hanno portato alla morte, notano i rapporti, includono piressia (febbre), agitazione, cianosi (mani, piedi, ecc. che diventano blu), stupore, coma, petecchie (macchie rotonde marrone-viola dovute a sanguinamento sotto la pelle) , emorragia e miocardite, cioè un’infiammazione del muscolo cardiaco, che è ora saldamente legato alle iniezioni di COVID.

Sebbene il video di Chief Nerd sia breve, ha scritto in un tweet che è tornato indietro di oltre 30 anni di rapporti VAERS e “era raggelato da cosa [he] visto più e più volte.” Chiede retoricamente nel tweet: “È stato davvero ‘SIDS’ in tutti questi anni o qualcos’altro?”

Infatti, si può eseguire una semplice ricerca su Apri VAERS—un sito Web che rende molto più facile per i non addetti ai lavori la ricerca nel sistema spesso ingombrante ed esoterico del CDC—per segnalazioni di destinatari di vaccini di età inferiore ai 12 mesi e presentarsi quasi 100.000 segnalazioni. Comprese segnalazioni di decessi, disabilità permanenti e malattie potenzialmente letali.

Proprio come Chief Nerd mostra nel suo video, i rapporti sul VAERS spesso collegano malattie gravi in ​​particolare alla sindrome della morte improvvisa del lattante; spesso evidenziando il fatto che questi bambini erano “normali” o “apparentemente bene e sano” prima di morire improvvisamente. Spesso di notte, solo per essere trovato morto il giorno dopo. (Una tendenza che è parallela a quella con cui i ricercatori si sono identificati carresti cardiaci dovuti alle iniezioni di COVID sorprendentemente bene.)

Immagine: Apri VAERS

Le segnalazioni di SIDS nel sistema VAERS sembrano essere frequentemente collegate al vaccino DPT, il che è degno di nota perché tale collegamento è stato apparentemente stabilito già all’inizio degli anni ’80. Il documentario incorporato subito sottoad esempio, doppiato DPT: roulette sui vaccini, esplora la relazione tra SIDS e il vaccino infantile; osservando che il “Il colpo DPT può danneggiare in misura devastante” e con interviste a medici come il pediatra e autore Dr. Robert Mendelsohn, che nota lo scatto “è probabilmente il vaccino più povero e più pericoloso che abbiamo ora”. (Il documentario presenta anche esperti che ritengono che l’iniezione di DPT fornisca benefici che superano i suoi rischi, sebbene il tema generale del documentario sia che il vaccino è eccessivamente dannoso.)

Ovviamente, il CDC, che è determinato a difendere la sicurezza e l’efficacia di tutti i vaccini, comprese le iniezioni di COVID, afferma “Non è stato dimostrato che i vaccini causino la sindrome della morte improvvisa del lattante (SIDS). Il CDC afferma quanto segue la sua pagina web sull’argomento:

I bambini ricevono più vaccini quando hanno tra i 2 ei 4 mesi. Questa fascia di età è anche l’età massima per la sindrome della morte improvvisa del lattante (SIDS). La tempistica delle iniezioni di 2 e 4 mesi e SIDS ha portato alcune persone a chiedersi se potrebbero essere correlate. Tuttavia, gli studi hanno scoperto che i vaccini non causano e non sono collegati alla SIDS.

Per supportare le sue affermazioni, il CDC evidenzia sette studi su riviste peer-reviewed, come questo dentro Il giornale di medicina del New England. Lo studio, che ha analizzato i tassi di SIDS dopo la somministrazione del vaccino DTP in una coorte di 129.834 bambini nati in quattro contee urbane del Tennessee durante il periodo dal 1974 al 1984, conclude che “in questa vasta popolazione di bambini non vi è stato alcun aumento del rischio di SIDS dopo l’immunizzazione con il vaccino DTP”. Gli autori dello studio, tuttavia, includevano quelli associati al CDC e hanno persino utilizzato i finanziamenti del CDC. Oltre ai finanziamenti del Wellcome Trust, una “fondazione di beneficenza” nello stesso spirito di la Fondazione Bill e Melinda Gates, istituito per amministrare la fortuna del magnate farmaceutico britannico di origine americana Sir Henry Wellcome; il fondatore della società farmaceutica Burroughs Wellcome & Company. L’azienda di Wellcome alla fine si è fusa con altre per formare GlaxoSmithKline (ora GSK), un gigante farmaceutico con un fatturato annuo di decine di miliardi.


Immagine caratteristica: USAID Mozambico

(Visitato 2 volte, 2 visite oggi)





Source link

Lascia un commento

Leggi anche