0 1 minuto 2 mesi

Questo strano dispositivo protegge la tua auto dai ladri...

SCOPRI COME FATi Mappo!



Immagine: le autopsie confermano: il vaccino Covid-19 provoca un'infiammazione cardiaca fatale o

(Natural News) Individui precedentemente sani stanno morendo “improvvisamente e inaspettatamente” dopo la vaccinazione contro il covid-19. Questi individui sono di tutte le età e molti non mostrano alcun segno di condizioni cardiache preesistenti. Un nuovo termine medico – Sudden Adult Death Syndrome (SADS) è stato creato per classificare queste morti inspiegabili. La vaccinazione ha lo scopo di proteggere le persone dalle infezioni e di prolungarne la vita; tuttavia, le persone vaccinate vengono ricoverate e vengono diagnosticati nuovi problemi cardiaci (miocardite e pericardite) e trombocitopenia trombotica indotta da vaccino. A volte, queste lesioni da vaccino non vengono rilevate. A volte sono lievi, ma altre volte sono fatali nella prima settimana dopo la vaccinazione.

In un nuovo caso di studio, venticinque persone decedute dopo la vaccinazione contro il covid-19 hanno mostrato un’infiammazione del cuore che coincideva con l’infiammazione causata nel muscolo deltoide, dopo la vaccinazione.

Le autopsie confermano che i colpi covid causano un’infiammazione fatale del muscolo cardiaco

I medici legali tedeschi hanno condotto le autopsie su trentacinque individui che sono morti entro venti giorni dall’assunzione di una seconda dose del vaccino a mRNA covid-19 (Comirnaty e Spikevax). Hanno concluso che dieci dei decessi non erano chiaramente dovuti al vaccino, a causa di prove di overdose di droga. La maggior parte dei decessi (71%) presentava un danno vascolare specifico delle lesioni da vaccino, tra cui insufficienza cardiaca rapida, aneurisma vascolare, embolia polmonare, infarto del miocardio, ictus fatale e trombocitopenia trombotica indotta da vaccino.

Un esame più attento di cinque di questi casi ha mostrato una nuova insorgenza di infiammazione nel sistema cardiovascolare e istopatologie direttamente nel muscolo cardiaco. A questi cinque individui è stata diagnosticata una miocardite linfocitica (epi-) e sono morti improvvisamente nelle loro case nella prima settimana dopo la vaccinazione con mRNA covid-19. I medici legali hanno riscontrato un’infiammazione a chiazze nel muscolo cardiaco che rispecchiava la stessa infiammazione a chiazze indotta nei muscoli deltoidi dopo la vaccinazione contro il covid-19 mRNA.

Brighteon.TV

Precedenti studi hanno dimostrato che le proteine ​​​​spike tradotte non rimangono nel muscolo deltoide e si degradano. In caso di danno da vaccino, le proteine ​​​​spike tradotte non vengono neutralizzate dal sistema immunitario; invece, sono stati trovati a riprodursi in modo incontrollabile e viaggiare in tutto il corpo fino agli organi distali, incluso il cuore. Altri studi confermano la realtà che le proteine ​​spike e l’mRNA indotti dal vaccino persistono per settimane nei linfonodi.

I medici legali hanno stabilito che un nesso causale tra il vaccino covid-19 e la miocardite mortale era basato su: una stretta relazione temporale con la vaccinazione (entro 1 settimana dalla somministrazione); assenza di qualsiasi altra significativa cardiopatia preesistente nel defunto (in particolare cardiopatia ischemica o cardiomiopatia); test negativi per potenziali agenti infettivi che causano miocardite; e, infine, la presenza di un peculiare infiltrato di cellule T CD4 predominante, suggerendo un meccanismo immuno-mediato indotto dal vaccino.

“L’istologia ha mostrato un’infiltrazione linfocitica T miocardica interstiziale a chiazze, prevalentemente del sottogruppo positivo per CD4, associata a un lieve danno miocitario”, hanno scritto i ricercatori. “Nel complesso, i risultati dell’autopsia hanno indicato la morte per insufficienza cardiaca aritmogena acuta. Pertanto, la miocardite può essere una complicazione potenzialmente letale dopo la vaccinazione anti-SARS-CoV-2 basata su mRNA”.

Le autopsie e gli esaminatori medici imparziali devono esplorare le istopatologie dietro i decessi del vaccino covid-19

Le autopsie sono essenziali per determinare se i vaccini contro il covid-19 siano la causa della morte improvvisa e inaspettata. Queste autopsie devono essere condotte da professionisti medici imparziali che siano aperti a indagare sulle istopatologie alla base del potenziale danno da vaccino. Altrettanto importante: i medici legali devono essere consapevoli dei problemi con la tecnologia dell’mRNA, devono essere in grado di tracciare l’infiammazione causata dalle proteine ​​​​del picco del vaccino e devono essere aperti a indagare sulle varie istopatologie alla base del danno del vaccino. Molte di queste lesioni sottostanti al vaccino non sono completamente comprese o accettate, come il potenziale delle proteine ​​spike di infiammare il sistema nervoso e il tronco encefalico. L’infiammazione del sistema nervoso potrebbe influenzare l’umore, l’impulsività, la salute mentale, l’uso di droghe e il rischio di suicidio di una persona, ma questi problemi devono ancora essere affrontati nelle autopsie e in altri esami medici.

Il Dr. Peter McCullough ha pubblicato nel suo sub stack: “L’altissimo rendimento dell’autopsia post-vaccinazione dovrebbe spronare le famiglie e i medici a spingere per gli esami post mortem in modo che possiamo saperne di più su come questa procedura medica stia portando a una così grande perdita di vita umana.”

Le fonti includono:

DailyMail.co.uk

TheEpochTimes.com

Link.Springer.com

PHPT.org [PDF]

Cell. com

PeterMcCulloughMD.substack.com



Source link

Lascia un commento

Leggi anche